Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IO NON SONO QUI

All'interno del forum, per questo film:
Io non sono qui
Titolo originale:I'm not there
Dati:Anno: 2007Genere: musicale (colore)
Regia:Todd Haynes
Cast:Cate Blanchett, Heath Ledger, Richard Gere, Charlotte Gainsbourg, Christian Bale, Michelle Williams
Visite:645
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/1/08 DAL BENEMERITO GALBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 11/1/08 5:46 - 10611 commenti

Una particolarissima biografia ispirata ad episodi della vita di Bob Dylan interpretato da 6 diversi attori. E' questa la personale rielaborazione della vita di un mito fatta dal regista Haynes, che ha abbandonato il racconto tradizionale per una narrazione frammentaria, fatta più di idee e musica che non di fatti e realizzata con uno stile visivo affascinante (alcune sequenze sono bellissime) ed un montaggio che passa senza ordine apparente tra varie epoche ed episodi. Nel cast spiccano la Blanchett e Ledger. Colonna sonora ovviamente ottima.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Deepred89 30/8/14 3:51 - 3024 commenti

Raccontare Bob Dylan senza scadere nei cliché da biopic, affrontando la materia con un piglio originale e quasi pirandelliano. Lunghetto e non privo di ridondanze (le interviste alla Blanchett), ma visivamente folgorante e pieno di notevoli intuizioni sia a livello e di regia che di scrittura e interpretato da un cast sempre perfettamente in parte. Non sono un dylaniano accanito, però il film è oggettivamente notevole.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Capannelle 15/1/16 17:45 - 3439 commenti

In effetti se non conosci Bob Dylan perdi parte del succo del film, ma lo stile di ripresa non lascia indifferenti e permette di gustare diverse sequenze interessanti. Altre invece, complice la durata del film, possono portarti verso momenti anche lunghi di noia o quantomeno incertezza. Attori affiatati tra cui spicca la prova al maschile della Blanchett.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Enzus79 27/1/09 13:15 - 1540 commenti

Momenti della vita del cantautore Bob Dylan divisa in episodi, interpretata da quattro attori diversi. Il regista ha voluto trasformare poesia in immagini facendoci capire qual era l'introspezione del cantante. Di solito la lentezza può essere anche un pregio, ma qui è un difetto. Per chi non ha mai amato Dylan, è difficile che si ricreda guardando "Io non sono qui". Comunque bravissimi gli interpreti (Blanchett su tutti).
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 27/1/09 13:39 - 635 commenti

Malinconico racconto della vita di Bob Dylan. Il film presenta i personaggi in figura delle varie personalità del divo. La biografia è stata ritoccata e lo stesso cantante lo ha reso noto. Comunque molto interessanti le vicende del piccolo menestrello e del cantautore agli esordi, come l'attore innamorato e la star da vecchio nel mondo mistico che è il west. Noiose anche se importanti per il film le scene con la Blanchett che riscopre un "divo" controverso, malato e a tratti odioso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Io voglio entrare nel caos, il fatto è che non so se lui mi vuole.
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Saintgifts 21/3/16 15:42 - 4099 commenti

Il rischio di mollare tutto prima della fine è molto alto. Poi arrivano momenti decisamente interessanti (specie con il turno della Blanchett) e si prosegue con nuovi stimoli. Sembra che con il cambio di facce dei protagonisti cambi anche il registro della regia; ciò induce a una riflessione: quanto l'attore incida sulla regia e viceversa. Riflessioni a parte, anche avendo una certa ammirazione per le opere di Dylan, mi sembra che la sua figura sia stata tratteggiata con esagerazioni, superando di gran lunga il mito sul menestrello poeta.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Paulaster 25/9/15 9:46 - 1883 commenti

Un tributo che rende meglio di un documentario affiancando agli accenni delle canzoni di Dylan le invenzioni sceniche di un Haynes ispirato. Eccelle la Blanchett e anche Bale non dispiace, come pure il periodo di Guthrie. La vastità del repertorio viene focalizzata sulla protesta e sul cambiamento elettronico, meno sulle influenze musicali che ha provocato. Anche gli scorci della vita privata interessano poco (dopotutto si tratta di un’icona che colpiva più per i testi che scriveva).
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Il Dandi 13/4/11 12:29 - 1343 commenti

Non è il primo film basato su una rockstar vivente (vedi Great balls of fire) ma è il primo che va oltre la rockstar, affiancandola ad un bambino nero che sogna l'epopea dei vagabondi sui treni, a un attore imborghesito che affronta il divorzio da patriarca, a un maturo cowboy che non vuole farsi confiscare la libertà della sua prateria. Che di Bob Dylan ce ne siano stati almeno 5 o 6 lo avevamo già capito dalle sue voci (talvolta irriconoscibili): film innovativo, complesso, mi domando se sia godibile per chi non conosce l'universo dylaniano.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Evento epocale simbolicamente rappresentato: le chitarre elettriche al Folk Festival di Newport (1965) escono dalle custodie sotto forma di mitra.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Andykap 1/12/10 13:18 - 37 commenti

Bellissimo biopic anticonvenzionale: Bob Dylan è rappresentato attraverso 6 alias (Ledger, Gere, Bale, Blanchett...) che identificano momenti cruciali della vita artistica e personale del cantante oppure sue passioni e influenze (Guthrie e Rimbaud, ma anche Billy the Kid metafora del Dylan “emarginato”). Ribaltati gli assiomi tipici del film biografico: niente santini o granitiche certezze. Blanchett bravissima, ma sempre a un pelo dalla caricatura (a volte forse oltre).
I gusti di Andykap (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Grifun 19/4/14 0:13 - 24 commenti

Biopic dalla forma insolita, invece di raccontare la storia di Bob Dylan in maniera lineare essa viene spezzettata e ogni "frammento" viene interpretato da un attore diverso. Scelta inizialmente spiazzante ma che si rivela essere uno dei punti di forza, insieme all'ottimo cast. Il film può però essere complicato da seguire per chi non ha una particolare conoscenza della storia del cantautore americano.
I gusti di Grifun (Azione - Commedia - Gangster)