Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA MONACA NEL PECCATO

All'interno del forum, per questo film:
La monaca nel peccato
Dati:Anno: 1986Genere: erotico (colore)
Regia:Joe D'Amato (Aristide Massaccesi)
Cast:Eva Grimaldi, Karin Well, Gabriele Gori, Jessica Moore, Maria Pia Parisi, Martin Philip, Gabriele Tinti, Katalin Murany, Beba Balteano, Aldina Martano
Note:E non "La monaca del peccato". Liberamente ispirato al romanzo "Religiosa", di Denis Diderot.
Visite:6635
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/1/08 DAL BENEMERITO UNDYING

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 4/1/08 10:26 - 3875 commenti

Francia: 1700. Susanna (Eva Grimaldi) viene reclusa all'interno di un convento al fine di evitare uno scandalo (dal quale - in realtà - è estranea). All'interno della "sacre mura" la bella ragazza si trova circondata da monache lesbiche, sadiche e maniache: viene persino accusata d'essere posseduta. Antonio Bonifacio e Daniele Stroppa sceneggiano un porno-soft liberamente ispirato alla "Religiosa" di Denis Diderot. Massaccesi sviluppa, con solita parsimonia, un buon erotico, debitore del più noto Immagini di un convento.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 2/5/09 17:58 - 5737 commenti

Con lo pseudonimo di Dario Donati, Massaccesi si confronta con l’anticlericalismo illuminista di Diderot svelando i retroscena di un convento di suore dove tutto impera (sesso, violenza, sadismo, menzogne, tradimenti, complotti, vendette, crisi esistenziali) fuorchè la vera vocazione. La presenza dell’allora splendida Grimaldi e di altre starlets (Well, Moore) rinforza il preponderante aspetto erotico, mentre le musiche di Anelli-Mainetti in taluni punti anticipano quelle poi composte da Cordio per gli horror Filmirage.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Daidae 1/2/12 1:39 - 2584 commenti

Francamente l'ho trovato un po' troppo esagerato, anche se rispetto agli altri film di monache e dintorni è decisamente migliore. La scena del crocefisso riscaldato di fronte all'inquisitore è davvero ridicola. La Grimaldi era decisamente meglio allora: sia come aspetto fisico sia come recitazione. Film che per me non supera i due pallini.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Mco 20/9/09 22:28 - 2064 commenti

Ecco Massaccesi (sotto pseudonimo) alle prese con un altro dei sottogeneri in voga tempo addietro, il nunsploitation (di cui il più celebre esponente è il Suor omicidi berrutiano). A fianco del fido Tinti, una bella e discinta Grimaldi, che piace più di quando tenta la strada della commedia pecoreccia, e un'altra "aficionada", la Moore. Nudità, anche integrali, a volontà e storia che unisce eros e violenze abbastanza bene, tentando addirittura la via della (finta) possessione. Meglio di quanto si possa immaginare.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Pinhead80 5/4/11 12:20 - 3427 commenti

Per certi versi assomiglia (e non poco) a Immagini di un convento, sia per tematica che per lo svolgimento di alcune sue parti. Qui vi è una denuncia molto più marcata nei confronti dell'intero sistema Chiesa, che coinvolge non solo le suore ma anche preti e alte cariche clericali. Un buon nunsploitation che approfitta della buona vena della Grimaldi e di una solida regia di Massaccesi. A tratti forse la storia diventa un po' troppo prevedibile, ma nel suo complesso il film è gustoso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il processo.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Giùan 17/10/12 22:32 - 2617 commenti

Cosa accomuna il purista della Nouvelle vague Rivette e l'artigiano senza frontiere Massacesi? La religiosa di Diderot. Oh straziante meravigliosa bellezza del creato cinematografico. Qui Susanna Simonin è una Grimaldi acerbamente legnosa, semoventesi in un patologico contesto di nunsploitation, in cui la variante sadiana è carica di febbrile morbosità. Leccato dal punto di vista sceno-fotografico ma trucido il giusto nella scelta di volti e corpi (Gori, la Well). Il coraggio anticlericale è (quasi) direttamente proporzionale alla pruderie da soddisfare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le ciliciate sulla patonza di Eva; Gilda Germano che delira chiamando Susanna Susanna; L'infame voltafaccia di Morel/Gori al processo.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Ryo 26/1/12 15:57 - 1875 commenti

Simpatica la denuncia alla chiesa di un tempo, complottista e spietata, con tutti i loro metodi atti ad incriminare gratuitamente le loro vittime che diventavano "scomode". Degna di nota la Grimaldi che cerca di impegnarsi nella recitazione. Meglio la madre superiora, evasive le location.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il crocefisso.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Jurgen77 7/3/16 8:16 - 591 commenti

Erotico soft di quel volpone di Joe d'Amato che lancia sugli schermi una giovanissima Eva Grimaldi. La trama è abbastanza pretestuosa (e non nuova per il genere) per mostrare le grazie di Eva e delle "attrici" di contorno. Il tutto ruota attorno a strani eventi di sadismo e lesbismo (perlopiù velati). Massaccesi come al solito raschia il fondo del barile grazie al solito pretesto di mostrare un po' di "carni" femminili...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il bagno in comune delle novizie.
I gusti di Jurgen77 (Fantascienza - Guerra - Horror)