Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LE MISERIE DEL SIGNOR TRAVET

All'interno del forum, per questo film:
Le miserie del signor Travet
Dati:Anno: 1946Genere: commedia (bianco e nero)
Regia:Mario Soldati
Cast:Carlo Campanini, Gino Cervi, Luigi Pavese, Alberto Sordi, Vera Carmi, Gianni Agus, Paola Veneroni, Carlo Mazzarella
Visite:804
Il film ricorda:Totò e i re di Roma (a Smoker85)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 31/5/14 0:43 - 4468 commenti

Gradevole commedia diretta con mano sicura da Mario Soldati, non sempre speditissima, ma ricca di tocchi assai arguti, come gli interventi di Luigi Pavese, sempre calcati, ma sempre col fermarsi un pelo prima del cadere nell'eccesso. Ottimo cast, con Campanini impareggiabile nel ruolo, un Cervi di consueto lignaggio e un Sordi che dà brio. Fra gli altri c'è Agus. Peccato per il finale un po' troppo sbrigativo. Ovviamente è Fantozzi che è un post-Travet, non Travet che è un pre-Fantozzi...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sordi che sposta lo sguardo da una porta all'altra del palazzo in cui abitano sia Travet sia Battilocchio.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Daniela 30/3/11 17:03 - 8153 commenti

Da una commedia dialettale ambientata nella Torino di metà 800, la storia di un modesto "impiegato regio" tiranneggiato in ufficio dal superiore vanesio e in casa dalla seconda moglie frivola, che non vuole far sposare la figlia ad un panettiere per questioni di prestigio sociale. Soldati ne trae un gustoso quadretto d'epoca, coadiuvato da una serie di pregevoli caratteristi. Nel cast spiccano Cervi smemorando e Sordi, implacabile scocciatore. Ma il personaggio più riuscito è quello della servetta che fa da cupido fra due innamorati timidissimi.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Sabryna 13/5/10 12:47 - 225 commenti

Commedia brillante di Mario Soldati tratta da Bersezio. Pur essendo in piena epoca neorealista, il regista si dà ad un genere leggero, lontano dagli orrori della seconda guerra mondiale. L'ambientazione del film risale infatti alla Torino capitale del 1860. Protagonista della storia è l'umile e bistrattato Monsù Travet, impiegato in balìa del suo capo e di una moglie vanitosa ed egoista. Le "miserie" del titolo fanno capo solo in parte alla situazione economica del Travet; le vere miserie sono i suoi drammi personali. Ottimo Sordi istrionico.
I gusti di Sabryna (Fantastico - Horror - Thriller)

Faggi 3/6/16 20:23 - 1408 commenti

Commedia a più voci dolce-amara (ma infine dolce, un po' alla Frank Capra), ora cinica ora spiccatamente umoristica e leggera. Cast ben assortito e in parte, regia sicura con idee chiare e ambientazione torinese credibile. Divertente e con una traccia palese di apologo morale. Sicuramente un prodotto sincero e di non comune precisione d'altri tempi: quel nostro cinema "che fu" capace di divertire ancora.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Smoker85 14/4/13 16:39 - 361 commenti

Deliziosa commedia che ripropone i temi del povero impiegato onesto vessato, che ha il pregio di offrire un ruolo di primo piano a Carlo Campanini, ottimo interprete (visto anche spesso al fianco del grande Totò) oggi dimenticato. Il cast tutto si presenta in ottima forma (Cervi, Sordi e Pavese su tutti) e fa funzionare bene la pellicola, pur con qualche inevitabile limite di ingenuità dovuto ad una ambientazione un po' datata. Simpatico il finale, che non scade nell'ovvio. Da rispolverare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La resa dei conti tra Travet e il caposezione; La burbera generosità del signor Giachetta; Il "pentimento" di Barbarotti.
I gusti di Smoker85 (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Liv 4/9/15 17:55 - 237 commenti

Trama alterata, allungata ma non arricchita rispetto alla versione teatrale di Bersezio (più breve del film). È recitato da un'ottima squadra di attori in forma. Carlo Campanini è al suo meglio, il giovane Sordi già sgomita per farsi posto nel cinema. Il personaggio di Giachetta e del caposezione forse sono resi troppo sgradevoli, sempre sopra le righe, il ritmo e il tono sono disuguali. C'è un'incongruenza di fondo che non mi permette di apprezzare molto questo film.
I gusti di Liv (Animazione - Avventura - Commedia)