Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LE REGOLE DEL GIOCO

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/12/07 DAL BENEMERITO G.GODARDI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Giùan
  • Non male, dopotutto a detta di:
    G.Godardi
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Galbo, Homesick
  • Gravemente insufficiente! a detta di:
    Jcvd


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 9/12/11 12:36 - 10955 commenti

Regista di talento ma discontinuo, Curtis Hanson dirige un film che parla di gioco e di rapporti personali (genitoriali e sentimentali) con alti e bassi. Bravi gli attori, specie Bana e la "vecchia gloria" Robert Duvall, buona l'ambientazione in una Las Vegas con luci e ombre. Il limite è il ritmo non sempre impeccabile e le sequenze delle partite di poker non esattamente trascinanti per i non cultori del gioco.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Homesick 23/10/16 13:32 - 5737 commenti

La trama è esile e le continue partite a carte condotte in modo freddo e distaccato, al pari dei sottotesti sentimentali e del recupero del difficile rapporto padre-figlio. Il punto di appoggio per Hanson sono la mano sciolta, l'ambientazione a Las Vegas, città naturaliter cinegenica come emblema del gioco d'azzardo, e la presenza di Duvall che gigioneggia misurato; Bana invece non riesce a conferire spessore e personalità al suo ritratto di pokerista spavaldo e fallibile e la Barrymore si adegua allo stereotipo della brava ragazza. Spunti eccentrici nelle figure di Downey jr e Guerra.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Bana e a donna del banco dei pegni; la partita finale.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

G.Godardi 17/12/07 17:14 - 950 commenti

Giocatore di poker professionista si barcamena per trovare la somma necessaria per partecipare ad un importante torneo internazionale, occasione più che altro per risolvere un conflitto edipico col padre. Ci pensarà ovviamente l'amore per una bella cantante a salvarlo. Da un regista interessante, a metà strada tra autore e mestierante, un film che purtroppo è un mezzo passo falso. Funziona il contesto (la descrizione delle "regole del gioco", ambienti e i personaggi) fallisce però nella scansione drammatica. Brodaglia troppo allungata e predevibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il prologo prima dei titoli di testa. Due canzoni di Springsteen. Quando la Barrymore sale sulla moto col protagonista.
I gusti di G.Godardi (Horror - Poliziesco - Thriller)

Giùan 6/12/11 17:54 - 2649 commenti

Film commercialmente sfortunato e criticamente sottovalutato di Hanson, sorta di Colore dei soldi su tavolo verde. Se di un peccato la pellicola si onta è quello, cinematograficamente veniale, di affastellare una congerie di tematiche (Edipo irrisolto, azzardo, solitudine) risolvendole in un contesto decisamente classico. Tuttavia lo script di Roth è avvincente e il ritmo tale da tenerci sempre in apprensione. E così anche per i non affetti da pokermania, la "mano" non è affatto un bluff, pur se troppo parlata. Bana, Drew e Duvall: bel tris di coppie doppie!
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Jcvd 30/5/11 19:14 - 258 commenti

Chi non l'avesse visto eviti di farlo! Se proprio ci si vuol far del male invece ecco cosa vi aspetta: Eric Bana inespressivo e nei panni di uno stupido giocatore di poker, la Barrymore con la voce da gattina sexy senza esserlo minimamente e soprattutto 6789909 partite di poker, inframmezzate da una pseudo trama e da vari cliché. Per non farsi mancare nulla ci sono poi anche moltissimi minuti dedicati ad una scommessa inutile e ridicola sui campi da golf.
I gusti di Jcvd (Avventura - Azione - Thriller)