Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UN CERTO GIORNO

All'interno del forum, per questo film:
Un certo giorno
Dati:Anno: 1968Genere: drammatico (colore)
Regia:Ermanno Olmi
Cast:Brunetto Del Vita, Lidia Fuortes, Giovanna Ceresa, Maria Crosignani, Vitaliano Damioli, Raffaele Modugno, Walter Valdi
Note:Gianni Mario, chi diresse poi vari programmi di Telemontecarlo (tra i quali "Paroliamo") è aiuto-regista.
Visite:718
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/12/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 12/12/07 23:09 - 4483 commenti

Molto notevole. Imperdibile per chi ama Tredici variazioni sul tema. Olmi racconta con semplicità, con naturalezza, una storia (ambientata in un’azienda) che pare semplice, ma che semplice non è. Roba di quasi 40 anni fa, ma incredibilmente moderna per le dinamiche che presenta, in modo sussurrato, ma penetrante. La cosa più datata non è la mancanza dei pc sulle scrivanie, ma l’abuso indecoroso del fumo nel luogo di lavoro. Era proprio così.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'arringa di Valdi.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Cotola 12/8/16 12:04 - 7078 commenti

Sono passate quasi cinque decadi, ma quasi non ce ne si accorge. Diversi gli spunti ancora molto attuali (gli avvocati; il pubblicitario che illustra i bisogni ed i desideri del consumatore) e che all'epoca dovevano essere "audaci" e quindi doppiamente meritevoli. Olmi mostra in maniera molto realistica (in particolare tutte le parti che illustrano le campagne pubblicitarie) le (prime?) crepe di una società che va dietro ai lussi ed all'apparenza e si dimentica di ciò che davvero conta nella vita. Lo fa nel suo stile quieto ed antispettacolare ma sicuramente efficace.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Didda23 23/7/15 10:34 - 2137 commenti

Mediante il proprio stile, fatto di sobrietà e naturalezza registica, Olmi riflette sulle prime crepe di una società nata sull'onda del boom economico del dopoguerra. Le dinamiche che muovono la pubblicità, incredibilmente, sono ancora attuali. Nella seconda parte il racconto si fa più intimo e ci mostra le difficoltà di un uomo alle prese con un avvenimento che lo segnerà per il resto della propria vita. Quasi tutto girato in interni, eccezion fatta per brevi capatine in Toscana, sul Lago di Garda e nel Bresciano. Ottimi gli interpreti. Buono.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Alex75 17/8/17 9:36 - 611 commenti

Lo sguardo sul mondo del lavoro (qui il soggetto è l’allora modernissimo e tuttora attuale settore pubblicitario, con la ricerca di prodotti nuovi per bisogni innati) offre a Olmi lo spunto per una sommessa meditazione sull’imprevedibilità del nostro “transito terrestre” che può essere rimesso in discussione, per quanto granitiche possano sembrare le nostre certezze, in ogni momento. Lavoro formalmente pulito, con l’unica pecca di un eccessivo ricorso al flashback.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Tutta la vita (…) si ripresenta da noi in quegli ultimi istanti, per essere giudicata da noi (…) unici responsabii di come l’abbiamo vissuta".
I gusti di Alex75 (Drammatico - Poliziesco - Thriller)