Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ITALIANI! È SEVERAMENTE PROIBITO SERVIRSI DELLA TOILETTE DURANTE LE FERMATE...

All'interno del forum, per questo film:
Italiani! È severamente proibito servirsi della toilette durante le fermate...
Dati:Anno: 1969Genere: commedia (bianco e nero)
Regia:Vittorio Sindoni
Cast:Silvia Dionisio, Franco Acampora, Stefano Torossi, Sandro Dori, Maria Rosa Sclauzero, Ludovica Modugno, Pietro Tordi, Silvio Noto, Dante Maggio, Ernesto Colli, Flora Carosello, Patrizia De Clara, Gianni Diotaiuti, Andrea Fantasia, Pia Velsi
Note:Aka "Italiani! E' severamente proibito servirsi della toilette durante le fermate...".
Visite:1381
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/12/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Il Gobbo 5/12/07 19:42 - 3011 commenti

Patrizia sta con Benito, aspirante rivoluzionario che però fino a rivoluzione compiuta non vuole fare l'amore... Curiosissimo film sessantottesco girato in larga parte come una folle parodia del Carosello, del resto evocato già nella prima scena. Fra sperimentalismo (blando) e sgangheratezza, fra satira e commedia grottesca, uno dei reperti più singolari di quella irripetuta stagione cinematografica, con un finale da vedere. La canzone dei titoli ("Ma che bella giornata" di Ugolino) è la stessa di Due magnifici fresconi!
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Homesick 7/8/09 10:08 - 5737 commenti

Titolo allocutivo per una parabola sull’ipocrisia della contestazione sessantottina, pronta a sciogliersi dinanzi alle lusinghe del capitalismo borghese - anche in abito talare – che la reindirizza ai propri scopi conservatori. Dapprima scoordinata e dormiente, la sceneggiatura subisce uno scossone con gli inaspettati close-ups su capezzoli e ombelico della Dionisio e con l’entrata in scena del prete talent-scout Dori; la macchinosa vendetta finale chiude in bellezza. Patrizia De Clara fa le prove per La mazurka.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Dori che ascolta in auto la canzone di Acampora. Acampora in tenuta da rockstar.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Daidae 7/1/11 16:35 - 2598 commenti

Mediocre commedia sulla contestazione del 68. Cast non eccezionale inclusa la Dionisio, che perlomeno ci delizia al solito gli occhi. Per il resto è una commediola da nulla che passa inosservata. Direi quindi che 2 pallini sono più che sufficienti.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Dusso 4/11/11 10:23 - 1533 commenti

Il film ha un fascino tutto suo e la Dionisio (mia attrice preferita di sempre) se la cava molto bene; purtroppo l'ultima mezzora ha un grosso calo e anche il finale non mi ha soddisfatto molto; peccato, altrimenti gli davo ***. Deliziosi alcuni personaggi (la De Clara qui cugina della Dionisio, il personaggio di Garibaldi e Silvio Noto presentatore qui nella parte di se stesso) e alcune scene come la festa iniziale. Resta impressa anche Ludovica Modugno (che bella!)
I gusti di Dusso (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Panza   19/6/15 14:02 - 1423 commenti

Curiosa e originale parabola di un contestatore sessantottino raccontata da Sindoni, oggi purtroppo passato alle fiction Rai, con un tocco surreale (le prostitute con i cartelli, la messa beat, la presentazione alla stampa, il fascista con il braccio paralizzato...) tipico di una certa sperimentazione dell'epoca. Parte lentamente, ma carbura fino a una parte finale notevole. Numerosi i brani beat presenti nel corso del film, tra cui "Ma che bella giornata" di Ugolino, piazzato nei titoli di testa. Splendida la Dionisio.
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Ronax 12/9/09 2:14 - 833 commenti

Cinema di contestazione o parodia dello stesso? Probabilmente neanche Sindoni aveva le idee chiare e per tre quarti il film gira a ruota libera in cerca di un proprio perché. Il recupero arriva in zona Cesarini, quando cambia bruscamente registro e vira verso un truce finale alla Samperi/Faenza/Bellocchio prima maniera. Forse è una presa in giro anche quella, ma funziona. Insopportabile Franco Acampora, splendida la Dionisio negli ultimi minuti, con radicale cambio di look e di acconciatura a sottolineare la presa di coscienza rivoluzionaria.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le silenziose scene finali all'alba di fronte all'Apollon, una fabbrica che in quell'anno fu realmente a lungo occupata dagli operai.
I gusti di Ronax (Drammatico - Erotico - Thriller)

Motorship 21/6/12 23:34 - 567 commenti

Curioso film di Vittorio Sindoni sul 68 e il mito della rivoluzione da parte degli studenti. Protagonista è una delle mie attrici preferite: Silvia Dionisio, giovanissima ma già di una bellezza straordinaria, che interpreta il ruolo di Patrizia, un'estetista fidanzata con il marxista Benito (nome alquanto curioso per un marxista) che si rifiuta di fare sesso con la sua lei finquando la rivoluzione non sarà fatta. Il bianco e nero tardivo ma suggestivo dà risalto al film. Oltre alla Dionisio ci sono il musicista Torossi e la splendida Ludovica Modugno.
I gusti di Motorship (Comico - Drammatico - Western)