Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UNA SERA C'INCONTRAMMO

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/11/07 DAL BENEMERITO TOMASMILIA POI DAVINOTTATO IL GIORNO 16/12/10


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 30/9/12 23:54 - 4483 commenti

Dal romanzo di Terzoli e Vaime, parodia di Love story. Produzione media/carina di un decennio d'oro del cinema tricolore. Perde un po' nel finale, ma l'assunto e alcune trovate sono gradevoli, come i due interpreti principali (Dorelli e la Fullenwider). Divertenti alcune ambientazioni della Milano che (ormai) fu. Si lascia guardare, spesso movendo al sorriso. Notevole l'inno verdiano (pre-Lega Nord...) all'inizio del turno lavorativo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Siete di Chicago?" "No: di Parabiago".
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 10/9/10 7:10 - 10984 commenti

Tratto da un romanzo di Terzoli e Vaime, un film dalla forte caratterizzazione lombarda, che rappresenta una sorta di satira (o garbata presa in giro) delle pellicole del genere Love story e simili, con il contrastato amore tra una cicciona americana e un operaio italiano. Pur non essendo un capolavoro, il film scorre piacevolmente grazie alla buona sceneggiatura e alla simpatia di tutti gli interpreti.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Markus 29/4/10 21:44 - 2954 commenti

Il “sofisticato” Johnny Dorelli nella parte di un operaio che ha una relazione con una ragazza obesa americana ricchissima (Fran Fullenwider). Una vicenda piuttosto divertente, godibile, nostalgica, rafforzata da un ottimo cast di caratteristi dalla parlata milanese che lo rende anche particolare, tranne il coinquilino di Dorelli in una cascina, che invece è napoletano. Ambientazione (ovviamente) a Milano e provincia. Un eccesso di surrealismo enfatizzato ai fini dello spettacolo, ma ci sta tutto. A suo modo un classico.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Herrkinski 3/8/08 20:01 - 4482 commenti

Divertente ma garbata satira sulle classi sociali, con interprete un Dorelli sopra le righe, indubbiamente nel suo periodo migliore. Questa commedia agrodolce in puro stile anni '70 si distingue per una sceneggiatura scorrevole, belle location, dialoghi brillanti e sagaci, talvolta resi tali anche dal frequente uso di dialetto milanese e interpreti di contorno azzeccati e ben tratteggiati. Molto interessante anche come ritratto di un'Italia che tutto sommato non esiste più (o esiste in forma differente). Consigliato.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Saintgifts 19/5/15 16:27 - 4099 commenti

A riempire lo schermo ci pensa la simpatica Fran Fullenwider (quando si dice che un nome si adatta alla persona); Dorelli le sta accanto nella parte di un onesto operaio "calciatore", di principi talmente retti da non sembrare veri. Siamo in un'Italia dove si sogna di avere un vero bagno (camera), si va al lavoro con la schiscetta, in bicicletta e con il bus e la tv riempie la testa di slogan pubblicitari. La love story si perde in un ritratto proletario-borghese dove si parla milanese e non solo. Cronaca di un'Italia che fu. Ancora vedibile.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Vitgar 16/5/17 14:32 - 586 commenti

Gradevole commedia brillante con tutti i crismi degli anni 70. Sceneggiatura frizzante con dialoghi simpatici e mai noiosi, magari a volte un po' rustici ma ci sta, nel contesto. Di fondo c'è una visione bonaria dell'epoca. Schivazappa (già tra gli sceneggiatori della mitica Odissea firmata RAI) dimostra di essere a proprio agio dietro la mdp. Buona interpretazione di Dorelli.
I gusti di Vitgar (Commedia - Thriller - Western)

Alex1988 20/6/19 18:18 - 561 commenti

Commediola leggera leggera, senza particolari pretese, tratta da Terzoli e Vaime, sull'amore tra diverse classi sociali; il tema era di particolare attualità nel 1975, anno di uscita del film. Dorelli si mostra brioso senza esagerare. Da menzionare anche il cast di contorno, da Ugo D'Alessio (Agnello) visto nello sketch della fontana di Trevi accanto a Totò, a Ugo Bologna. Ben "fotografata" anche la Milano anni '70. Da riscoprire.
I gusti di Alex1988 (Azione - Poliziesco - Western)

Metuant 24/4/18 13:14 - 453 commenti

Forse Johnny Dorelli potrebbe non avere la faccia da commedia come un Renato Pozzetto qualsiasi, ma in questo film funziona: il personaggio disincantato e pure un po' imbranato protagonista di una strana e curiosa storia d'amore diverte e intrattiene lungo tutto la durata del film. Forse si esagera un pochino nella pubblicità neanche tanto occulta, ma ci si può passare sopra. In definitiva non certo un capolavoro, ma una simpatica e godibile commedia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il pranzo dalla spasimante, un vero concentrato di spot mal camuffati!
I gusti di Metuant (Commedia - Giallo - Horror)

TomasMilia 23/11/07 20:28 - 157 commenti

Parodia di Love Story che strizza l’occhio anche ai melò “aziendal-proletari” come Romanzo Popolare, Straziami ma di baci saziami o Dramma della Gelosia. Delicato e garbato (scritto da Terzoli e Vaime, autori anche del libro "Amare Significa", da cui il film è tratto) con un Dorelli in stato di grazia (anche se è poco credibile nella parte del proletario che vive in una stalla) e i due quintali di simpatia della Fullenwider. Brava anche la Tanzi, arrapante impiegata che mira dritto al portafoglio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La madre della Tanzi che parla a suon di slogan pubblicitari e le partite di calcio.
I gusti di TomasMilia (Comico - Commedia - Giallo)