Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SULLE MIE LABBRA

All'interno del forum, per questo film:
Sulle mie labbra
Titolo originale:Sur mes Levres
Dati:Anno: 2001Genere: thriller (colore)
Regia:Jacques Audiard
Cast:Vincent Cassel, Emmanuelle Devos, Olivier Gourmet, Olivier Perrier, Bernard Alane
Visite:908
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 17
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/10/07 DAL BENEMERITO LELE EMO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 7/6/15 7:48 - 10673 commenti

Inizia come una storia di ordinaria sopraffazione nei confronti di una donna disabile, continua come un efficace noir in cui viene rappresentato benissimo (e in modo molto realistico) l' intensificarsi dei rapporti tra due personaggi diversissimi tra loro che trovano in qualche modo una complementarietà sostenendosi reciprocamente. In qualche modo e a sorpresa è proprio il personaggio femminile che si rivela quello più dotato di risorse. Un film in cui tutte le scene sono funzionali ed è bandito il superfluo. Molto bravi i protagonisti.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Homesick 25/1/14 16:43 - 5737 commenti

La prima parte (***) è un piccolo, penetrante affresco sociale sulle difficoltà di vivere della non udente (che subisce insulti e mobbing) e dell’ex galeotto, all’interno del quale si inserisce un numero – il primo, disastroso approccio del neo assunto con il fax e la fotocopiatrice – degno di una comica; tuttavia nel seguito noir (**), la mano del regista non si mantiene altrettanto ferma e finisce col rinchiudere il film nelle ristrettezze e nell’ordinarietà di un genere a lui forse non troppo consono. Molto brava la Devos, giovane donna inacidita dalla solitudine e dall’handicap.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il primo approccio con il fax e la fotocopiatrice da parte di Paul; la vendetta sull’arrogante Keller.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 27/8/12 23:56 - 6773 commenti

Audiard scrive e dirige un bellissimo noir contemporaneo dai ritmi lenti e meditativi nella prima parte in cui si prende tutto il tempo necessario a descrivere ambienti e personaggi che risultano pienamente credibili nella loro progressione psicologica e nelle loro azioni. Progressivamente l'interesse dello spettatore cresce sempre di più fino ad arrivare agli ultimi 45 minuti sono molto avvincenti e pieni di tensione. Ottimo l'uso del sonoro. Una bella discesa negli oscuri meandri di persone normali e pregne di solitudine. Da applausi.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 17/5/11 16:41 - 7419 commenti

Impiegata repressa e tristanzuola, derisa dai colleghi fetenti a causa di un handicap auditivo che la obbliga all'uso di protesi acustiche, incontra un tipo da galera (letteralmente), più giovane e disinibito. Poteva scaturirne la solita vicenda trita di malamore vittima/carnefice da "donne al bivio", invece è una storia d'amore non convenzionale, con ruoli interscambiabili, inaspettatamente sensuale nonostante (o forse proprio per) l'aspetto volutamente dimesso sia di Devos che di Cassel, meno istrionico del consueto ma molto convincente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena in cui Devos "legge" sulle labbra .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 26/4/14 16:00 - 2072 commenti

Carla accede al mondo attraverso due protesi acustiche. Nella bolla del silenzio accudisce frustrazioni, ruba atteggiamenti, indizi, fraseologie per costruire l'identità fittizia con cui interagire con il reale. Nel mondo della malavita metterà a frutto la sua diversità. Per Audiard ogni inquadratura è foriera di significati e ulteriore complessità; il suo cinema è un corpo fluido, percettivo, sensoriale - non da ultimo, sensuale. Un'opera affascinante, anche quando la stratificazione psicologica fatica a collimare con la logica del noir - che da metà film impera.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Deepred89 21/5/16 11:56 - 3040 commenti

La prima parte pone le basi per un possibile filmone, offrendo il ritratto di un rapporto (in attesa di diventare) sentimentale che, al di là delle interpretazioni sicure e carismatiche dei due protagonisti, affascina evitando uno a uno tutti i possibili stereotipi. Poi il passaggio al noir, che doveva far spiccare il volo al film, riporta il tutto su territori più banali, cadendo talvolta in ripetitività e pesanti forzature (la risoluzione dell'intrigo), fino al finale che tutti si sarebbero aspettati. Non male, ma occasione sprecata.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Capannelle 8/2/13 8:50 - 3462 commenti

Audiard punta tutto sui due personaggi della Evans e di Cassell, su questo rapporto che era improbabile che nascesse ma che piano piano trasforma le vite dei due, permettendo loro di emergere da quella sfera angusta dove erano soliti muoversi. Una scommessa vinta a metà perchè se loro sono costruiti bene e guadagnano un tot di simpatia, va anche detto che lo schema richiede molta pazienza e non tutto appare credibile. Comunque godibile.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Herrkinski 5/8/08 20:53 - 3941 commenti

Interessante thriller europeo, che sfugge parzialmente ai canoni del cinema francese offrendo uno svolgimento teso e avvincente e riuscendo comunque a lasciare spazio anche a un'introspezione psicologica dei protagonisti. Molto bravi Cassel e la Devos e belle le ambientazioni di una Parigi inedita, per niente da cartolina. La vicenda è sviluppata con cura e tante sono le sequenze visivamente interessanti, che lasciano intravedere la buona capacità tecnica di Audiard. Moderno e disincantato, anni luce dal cinema americano. Niente male!
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Ghostship 9/10/09 13:06 - 394 commenti

Buon thriller francese che ha la sua forza nell'approfondimento della personalità dei personaggi principali, che peraltro forniscono ottime interpretazioni e nella rappresentazione di due mondi contrpposti. La tensione viene creata gradualmente ed il film è sempre in crescendo, supportato da una regia dinamica ed una fotografia notturna e contrastata. Tuttavia non si comprendo alcune scelte (le derive nella vita privata del tutore di Cassel).
I gusti di Ghostship (Giallo - Horror - Thriller)

Lele Emo 23/10/07 8:59 - 173 commenti

Si tratta di un film dichiaratamente lento, un po' fosco, tipicamente francese. Nonostante ciò il film non manca d'azione e di suspance, Vincent Cassel è ottimo interprete di una parte che gli si addice e che già aveva testato in film come Dobermann; la scorrevolezza invece risente delle "caustiche riprese" d'interno e la Parigi ritratta è realmente com'è: molto spesso grigia. Comunque il film va visto, è un ottimo esempio di thriller all'europea, molto meglio di tanti "filmacci" italiani, tedeschi o spagnoli.
I gusti di Lele Emo (Drammatico - Erotico - Musicale)

Lucius  1/3/10 20:38 - 2642 commenti

Incredibilmente affascinante e valido, questo thriller francese dalle atmosfere particolari. Grande esempio di cinema che si differenzia anni luce dal cinema francese tipico. Tensione e personaggi ben caratterizzati, uniti da una storia al fulmicotone, narrata da una regia paradossalmente lenta, ne fanno un vero cult. La fotografia notturna corona il tutto.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Paulaster 25/5/16 9:28 - 1948 commenti

Dall’unione di due personalità con handicap fisici o “civili” si sviluppa un'intesa che riesce a farsi valere nella società. Analisi dei personaggi che morbidamente va a fondo con piccoli spunti leggeri che creano empatia. Stile registico non inedito ma che sa dosare bene le parti emozionali senza eccedere in violenza o thrilling. Il prefinale è costruito molto bene ma l'epilogo risulta quasi gratuito (poteva essere invece liberatorio, se sviluppato in altro modo).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le botte per avere l'appalto; Le prove delle scarpe davanti allo specchio; Il finto monologo di lei prima di uscire con lui.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Mickes2 1/5/12 0:40 - 1550 commenti

Storie borderline legate a filo doppio tra disagi sociali, problemi lavorativi e interpersonali; storia di due anime in preda alla solitudine che l’autore francese utilizza rimescolando i generi, rovesciandoli, plasmandoli con stile asciutto e deciso. Psicologie sviscerate andando a cesellare sensazioni ed emozioni, scambiando i ruoli, ruotando gli schemi dello sviluppo narrativo mordendo sulle evoluzioni dei protagonisti. Ciò che prima era forzata impotenza, ora è perfetta anormalità. Ciò che prima era paura, ora è diventato amore. Stupendo.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Disorder 23/12/11 9:57 - 1376 commenti

Il bello di questo film è che riesce a dribblare un po' tutti i luoghi comuni del genere thriller (sottogenere: "amore maledetto") prendendo ogni volta una direzione che non ti aspetti e risultando del tutto imprevedibile, dall'inizio alla fine. Decisamente bravi entrambi i protagonisti, ispirata la regia; un po' debole invece la trama di fondo. Forse un po' troppo lungo e lento, è comunque decisamente un buon film.
I gusti di Disorder (Avventura - Commedia - Drammatico)

Giacomovie 27/11/11 11:52 - 1293 commenti

Particolare thriller di intrattenimento ideale per chi preferisce vicende abbastanza originali con discreta suspence. I due protagonisti recitano bene in una storia di quasi-amore, un legame che in ogni momento sembra dover sfociare nella fisicità ma che invece sfocia nella complicità criminale. La sceneggiatura offre l'occasione per affrontare l'argomento dell'emarginazione che devono subire i portatori di handicap e per evidenziare le risorse compensative di cui sono dotati.
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)

Kinodrop 13/7/14 13:59 - 836 commenti

Non è un semplice thriller di azione e di suspance; il regista disegna egregiamente la psicologia dei due protagonisti, emarginati per motivi molto diversi. Trama anticonvenzionale soprattutto nel personaggio di lei, che si rivela più spregiudicato e forte nonostante la chiusura oggettiva e che fa dell'handicap la sua forza. Viceversa Paul, dal passato oscuro, appare via via più umano e fragile. Nonostante l'ambiente violento, il film rifugge con perizia le immagini crude e sanguinose.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scenografia notturna; La frenesia in discoteca e la lettura labiale nel momento clou della suspance.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Bizzu 10/4/14 0:56 - 210 commenti

Un bel noir "aggiornato" alla contemporaneità. Con ritmo lento ma non noioso Audiard prima si prende il tempo necessario per creare dei bei personaggi (lei un eroina inedita), poi li fa giocare fra di loro e alla fine conclude come un classico thriller. Piu dei risvolti da crime story (fra l'altro un po forzati, soprattutto nel finale) è interessante l'evolversi della relazione tra i due: l'elemento thriller sembra infatti più un pretesto per costruire una rappresentazione del rapporto di coppia con tutte le incomprensioni, le lotte e i giochi del caso.
I gusti di Bizzu (Drammatico - Fantascienza - Horror)