Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CORPO D'AMORE

All'interno del forum, per questo film:
Corpo d'amore
Dati:Anno: 1973Genere: drammatico (colore)
Regia:Fabio Carpi
Cast:Mimsy Farmer, Franšois Simon, Giovanni Rosselli, Lino Capolicchio, Vittorio Fanfoni, Amleto Fattori, Teresa Josca, Gianni Pulone
Visite:817
Il film ricorda:L'avventura (a Homesick)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/10/07 DAL BENEMERITO HOMESICK

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Homesick
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Marcolino1
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Lucius
  • Gravemente insufficiente! a detta di:
    Fauno


ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 19/10/07 18:08 - 5737 commenti

In un semideserto paesaggio marino fotografato da Storaro con toni caldi ed avvolgenti, Carpi mette in scena un'opera colta e sensuale - echeggiante Antonioni e Bergman - sull'incomunicabilitÓ tra padre e figlio, prima opposti e lontani, poi rivali in amore e complici nel delitto. I dialoghi, dominatori dei titoli di testa, cedono spesso il posto a lunghi silenzi, monologhi interiori e intensi primi piani del volto delicato della Farmer, che si esprime in una lingua sconosciuta. Volti opportunamente comuni quelli dei due protagonisti; fulminea ma incisiva la presenza di Capolicchio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il figlio che ripete i paradigmi latini e il padre nozioni di entomologia.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Lucius  22/11/14 15:42 - 2741 commenti

Un esordio cosý pretenziosamente autoriale e mal riuscito da far preferire quasi la visione senza audio. Fanno pi¨ scena la Farmer muta e il cameo di Capolicchio in tuta da sub che tutto il resto (le spiagge ovviamente brillano di luce propria). I dialoghi sono estenuanti, ripetitivi. Nessun significato metaforico, solo un film indecifrabile, frutto di una regia acerba. Il regista farÓ molto di meglio nelle future opere, quando abbraccerÓ tematiche esistenzialiste. Da rivedere.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Fauno 8/8/12 22:02 - 1808 commenti

Come film non mente, ma se il premio Nobel della psicanalisi gli desse un bel voto, io non lo imiterei. Se la fotografia pu˛ compensare la staticitÓ del film, la cultura non solo non potrebbe tappare le falle di un individuo carente in tutti gli ambiti (pur essendo cattedrattico), ma ne uscirebbe ridicolizzata, a pezzi. Fra l'altro il comportamento che ha e trasmette al figlio verso questa straniera, mette in luce la frustrazione per un sogno irrealizzabile, se non tramite una violenza ancora pi¨ ridicola. Se lui Ŕ un debole, non doveva neanche riprodursi.
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Marcolino1 14/3/17 18:41 - 387 commenti

La linearitÓ sobria e temporalmente sospesa del teatro naturalistico, rimando alla classicitÓ greco-romana e alle origini dell'uomo, riflessa negli eventi dal sapore di tragedia ellenica, contrasta con la verbositÓ barocca. I latinismi entomologici (la farfalla Ŕ il diafano animo femminile) e le poesie stilnovistiche creano un vocabolario filmico frastornante, sovraccarico, stridente. Anche l'incomunicabilitÓ padre-figlio si serve di dialoghi forzati, artificiosi, pretestuosi. Tolto questo surplus, si sente il soffio lieve della poesia iconografica.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le maledizioni meditate contro la Farmer e Capolicchio; La comunicazione a schermo nero, interrotta a tratti, tra padre e figlio.
I gusti di Marcolino1 (Documentario - Fantascienza - Musicale)