Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UNA SQUILLO PER L'ISPETTORE KLUTE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 13
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 22/1/13 0:35 - 4468 commenti

Solitamente definito thriller (o noir), mi pare più che altro un film "psicologico", perché la trama è in realtà al servizio della personalità della protagonista, con particolare riguardo non a quando recita (o come interprete teatrale o come squillo), ma quando apre la mente nelle fondamentali sedute con la psicologa. I due attori principali sono perfetti per il ruolo, con la Fonda che qui assume un raro fascino e Sutherland che fa bene la sua parte. Le divagazioni (per esempio l'acquisto della frutta) descrivono il curioso rapporto tra i due.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 6/10/08 5:56 - 10960 commenti

Buon thriller segnato dalla personalissima regia di Pakula che riesce a supplire ad una sceneggiatura non originale con un ritmo in crescendo, belle atmosfere noir e un'eccellente direzione degli attori; si segnala in particolare la prova della Fonda, sicuramente ad uno dei migliori ruoli in carriera e che le fruttò un meritato Oscar. Ma anche Donald Sutherland non le è da meno.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Cotola 4/3/08 0:32 - 7045 commenti

Discreto noir metropolitano che nonostante un plot non eccezionale deve la sua buona riuscita a diversi ingredienti: la bella fotografia, la notevole interpretazione di Jane Fonda che venne premiata con l’Oscar ma soprattutto l’inusuale regia di Pakula che prima di intraprendere la buia strada delle pellicole alimentari riusciva a regalarci film non banali.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 1/6/13 13:00 - 1621 commenti

Un investigatore privato cerca uno scomparso, che forse aveva una doppia vita legata a una prostituta. L'intreccio giallo lascia subito il posto allo scavo psicologico, visto che il colpevole non è difficile da intuire. La coppia Sutherland-Fonda è la cosa migliore del film, insieme a un uso interessante dell'ambientazione newyorchese. Il resto è invecchiato male, dagli effetti sonori al montaggio frammentato tipico dell'epoca, come nota il Mereghetti. Il titolista italiano opera un cambio di prospettiva, mettendo la parola "squillo" nel titolo...
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 21/5/18 7:52 - 8153 commenti

Per indagare sulla scomparsa di un uomo, la famiglia ed il suo socio d'affari ingaggiano un ex poliziotto divenuto investigatore privato... Di modesto interesse come thriller, il film di Pakula vale come quadro d'ambiente e soprattutto come ritratto di una donna problematica, la cui fragilità psicologica si cela dietro un'illusione di controllo nei rapporti sessuali legata ad un distacco emotivo che l'incontro con un uomo pacato e gentile rischia di mettere in crisi. Ottima la prova della coppia protagonista, ma anche i comprimari, a partire dal pappone Schreider, hanno le facce giuste.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Caesars 18/6/18 9:23 - 2474 commenti

Fondamentale per la riuscita del film l'apporto di Donald Sutherland (una recitazione molto misurata la sua) e soprattutto di Jane Fonda. E' grazie a loro se il film riesce a conquistare spessore, visto che la sceneggiatura non è gran cosa in quanto riescono a rendere molto umani e credibili i rispettivi personaggi. Pakula dal canto suo dirige con mano sicura seguendo stilemi registici tipici degli anni '70. Buona la fotografia di Gordon Willis e la colonna sonora (debitrice del Morricone dell'esordio argentiano).
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Deepred89 6/3/08 13:43 - 3112 commenti

Una pellicola non perfetta ma sicuramente interessante. Il ritmo è lentissimo e la storia thriller, banale e risaputa, lascia presto il posto ad una discreta analisi (soprattutto psicologica) dei personaggi. Seguire la storia con attenzione dall'inizio alla fine non è facilissimo, causa delle troppe divagazioni e di una regia elegantissima ma certamente non lineare, che gioca spesso con il rapporto sonoro/immagini finendo talvolta per spaesare lo spettatore. Notevole la fotografia e belle le musiche da thriller argentiano. Ottimo cast.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Rambo90 27/10/11 0:31 - 5891 commenti

È un giallo atipico perché la sceneggiatura più che puntare sull'indagine (che è banale e resta un mero pretesto per far conoscere i protagonisti) punta sul rapporto fra i personaggi, la loro atipica storia d'amore e sul carattere della prostituta e i suoi dubbi. È molto lento, zeppo di punti morti, ma comunque vedibile grazie anche alle prove di Jane Fonda e Donald Sutherland, molto bravi e misurati. Le musiche mi hanno ricordato i film di Dario Argento. Buono.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 24/1/15 23:58 - 4099 commenti

A Bree piace fare la squillo, è una vera professionista; le piace perché durante il lavoro è lei la protagonista, è lei a condurre il gioco. Qualcosa però non va, frequenta una strizzacervelli. A complicare le cose arriva per lei una novità: il sentimento. Il thriller è un pretesto, anche se poi non rimane troppo sullo sfondo, in verità è un "film d'amore". Tutto è prevedibile, si sa chi è l'assassino e si sa come andrà tra i due, ma non importa, l'attenzione è centrata su lei, Bree la prostituta, che ha perso tutte le sue presunte sicurezze.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Myvincent 21/3/15 8:59 - 2317 commenti

La storia in sé non è poi niente di speciale, dal momento che c'è di mezzo il mondo della prostituzione femminile, ma è sul come viene resa che si gioca la partita con successo. Jane Fonda è perfetta nel dare voce alla psicologia di una squillo col cervello, contrapposta a un Donald Sutherland, nei panni inusuali di detective gigione e tenerissimo. Il finale è "non si sa se", come imprevedibile è la vita.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le musiche "cantilenate" alla Dario Argento quando si va vivo l'assassino...
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Didda23 22/7/15 10:57 - 2126 commenti

I memorabili chiaroscuri di uno strepitoso Gordon Willis donano alla pellicola la giusta atmosfera alla vicenda, in perenne bilico fra il dramma psicologico e il thriller. Pakula segue bene l'incedere dei protagonisti giocando con il ritmo: la dilatazione per creare spessore si alterna magnificamente bene a punti più tesi dove i movimenti di macchina si fanno più frenetici. Ottimo il contrasto fra la pacatezza di un sommesso Sutherland e la vivacità di una bellissima Fonda. Un film che non vola altissimo per colpa di una sceneggiatura non del tutto brillante e corrosiva.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Stefania 30/3/10 0:03 - 1600 commenti

Eroico cavaliere salva donzella in pericolo. L'eroico cavaliere è un provinciale (professione: detective, ma sempre provinciale) a New York, la donzella è una squillo di lusso. Ma il meccanismo è quello, perciò si innamorano. E questo film lo si ricorda come noir (storia d'inganni, cinismo e tradimento), come thriller, ma soprattutto come una storia d'amore che sorprende nonostante la prevedibilità dei suoi presupposti. Bree è complicata, alienata e vitale: bel personaggio, ottima Jane Fonda.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Samdalmas 15/9/15 15:37 - 288 commenti

Thriller psicologico che vede protagonista Jane Fonda in una delle sue migliori interpretazioni; quella di Bree Daniels, aspirante attrice e prostituta di professione. Accanto a lei Donald Sutherland, detective privato chiamato a cercare uno dei suoi clienti, misteriosamente scomparso. La storia è essenziale, tutta giocata sui chiaroscuri e la bravura dei protagonisti. Pakula dirige con uno stile rarefatto impreziosito dalle musiche di Michael Small.
I gusti di Samdalmas (Musicale - Poliziesco - Thriller)