Cerca per genere
Attori/registi più presenti

O' CANGACEIRO

All'interno del forum, per questo film:
O' Cangaceiro
Dati:Anno: 1970Genere: spaghetti western (colore)
Regia:Giovanni Fago
Cast:Tomas Milian, Ugo Pagliai, Eduardo Fajardo, Leo Anchˇriz, Alfredo Santacruz, Jes˙s Guzmßn, Claudio Scarchilli, JosÚ Carlos, Howard Ross
Note:E non "O' gangaceiro".
Visite:2041
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
I cangaceiros erano banditi, sanguinari fuorilegge che infestavano il nordest del Brasile. Il film di Giovani Fago prova a immaginare la storia di uno di loro, chiamato il Redentore (un convincente e spontaneo Tomas Milian, per una volta con la sua voce originale): salvatosi dal massacro che il perfido governatore Branco (Eduardo Fajardo) ordina per il suo villaggio, crescerÓ ascoltado il Vangelo e si convincerÓ d'essere una sorta di Messia, che assieme ai suoi "apostoli" ruba ai ricchi per dare ai poveri. Non sa ancora che nella zona sotto il suo "controllo" l'olandese Vincenzo Helfen (un Ugo Pagliai all'epoca quasi sosia di Gene Wilder) sa esservi un enorme giacimento di petrolio che ha intenzione di sfruttare insieme al governatore. Le due parti proveranno a venire a patti. Tra begli squarci di (finto) Brasile, fotografati molto bene da Alejandro Ulloa, un western mascherato da avventura rivoluzionaria, con un eroe ingenuo e un po' matto che lascia giÓ intravedere il carattere profondamente popolare dei personaggi interpretati dal miglior Tomas Milian. I viaggi e gli accampamenti nel verde, gli scontri a fuoco, la colonna sonora di ovvia matrice brasiliana firmata da Riz Ortolani, la misura nella recitazione di Pagliai sono tutte peculiaritÓ di un film che avrebbe meritato una regia pi¨ spigliata, con qualche taglio in pi¨ al montaggio e forse ancor maggior concentrazione sulla figura del protagonista, cui Milian infonde una vis non comune. Evidente, nella scenenggiatura (tra gli altri) di Bernardino Zapponi, la simpatia per gli ideali rivoluzionari.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 5/12/08 9:32 - 5737 commenti

Western rivoluzionario sul Brasile dei cangašeiros, pervaso da ideali cristiano-marxisti. L'energica esuberanza di Milian - che ripropone sostanzialmente il peone-guerrigliero Cuchillo dei film di Sollima, assai pi¨ interessanti - Ŕ bilanciata dalla compostezza di Pagliai e Fajardo. Sufficiente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Espedito alla festa.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Matalo! 29/7/13 10:30 - 1341 commenti

Alla fine ci˛ che vince Ŕ la bellissima fotografia di Ulloa, uno dei miei assi dell'esposimetro per gli spags. Il film ha una confezione di qualitÓ e al contrario di come dicono certi critici, non Ŕ girato in "ciociaria" ma a Bahia e si vede. ╚ la storia che Ŕ una sotto-corbucciata, con il solito straniero mercenario che risveglia il peon (siamo in Brasile ma resta un western). Qui il tutto per˛ Ŕ svolto in maniera debolissima, senza incidere. Le scene d'azione sono scarse, il finale sbrigativo, Milian si ripete, Pagliai Ŕ come sempre preso dalla dizione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Redentor obbliga Herfel a leggere un libro intero (a proposito: che libro Ŕ?).
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Enzus79 19/4/09 10:22 - 1540 commenti

Film sulla rivoluzione tenuta dai cangaceiros in Brasile contro il governatore che vuole aprire, ad insaputa dei banditi, pozzi di petrolio. Un western con gli stesso ideali dei film di Sollima; ma forse qui manca proprio uno come lui, cioŔ un regista all'altezza, che avrebbe potuto portare sullo schermo meglio questa sceneggiatura di tutto rispetto. Tomas Milian (simpatico col capellone) non Ŕ accompagnato da un cast del suo rango. Belle le musiche di Ortolani.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 19/4/09 9:47 - 635 commenti

Un peone brasiliano convinto di essere un redentore tenta e riesce a porre giustizia e vendetta nel territorio del cangasso. Quando per˛ arriva la mentalitÓ occidentale si creano un po' di problemi. Politica e storia giÓ usati in precedenza. Bravo comunque Milian, che dÓ al personaggio quella simpatia giÓ vista in altri suoi ruoli del passato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Vincenzo Helfen che legge l'intero libro al peone.
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Pinhead80 16/5/11 16:19 - 3390 commenti

Una piccola/grande perla del genere spaghetti western con un ispirato Tomas Milian nelle vesti di Espedito il "redentore". L'ambientazione Ŕ quella del sertao brasileiro (idea che viene fortificata da una colonna sonora ad hoc di Riz Ortolani), tra scorribande di cangaceiros e governatori dispotici. Milian Ŕ calato alla perfeione nel ruolo e dona alla pellicola la necessaria frschezza. Sottovalutato.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Jdelarge 29/9/15 23:43 - 705 commenti

Film strano, questo di Fago, sia per il modo in cui Ŕ girato, sia a causa di un montaggio piuttosto sconclusionato. Il ritmo, infatti, non la fa da padrone e l'elemento pi¨ riuscito del film (oltre alla bellissima prova di Milian) Ŕ rappresentato dalle atmosfere create dagli ambienti e dalla fantastica colonna sonora di Riz Ortolani. La sceneggiatura, invece, presenta pi¨ di una pecca, non riuscendo praticamente ad approfondire nessun altro carattere oltre a quello del protagonista Espedito.
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)

Maik271 11/11/14 8:02 - 436 commenti

Strana contaminazione di generi in questo spaghetti western ambientato in Brasile, che vede un istrionico Milian nei panni di Espedito il redentore, una sorta di Robin Hood sudamericano. Film divertente a ritmo di samba e musiche tradizionali ben composte da Ortolani. Il finale Ŕ scontato ma tant'Ŕ, cosý doveva finire. Stranissimo sentire la vera voce di Milian che doppia se stesso.
I gusti di Maik271 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Manowar79 2/3/11 14:27 - 309 commenti

Immaginate un protagonista a metÓ tra Ges¨ e Beauregard Bennet, acconciatelo come Attila/Abatantuono, lasciategli vivere la vastitÓ del Sertao a modo suo, da uomo libero, letteralmente invasato dai prorpi ideali: questo Ŕ l'ennesimo personaggio con cui lo straordinario Milian entra in perfetta sintonia fin dai primi minuti di girato. Se poi la spalla si chiama Ugo Pagliai dovreste avere giÓ tutto chiaro. Spettacolo visivo meticoloso e ricercato, sorretto da una regia di indubbia qualitÓ; il folk brasilero pervade la soundtrack. Un grande film!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il discorso di Espedito ai suoi "apostoli"; la stanza decorata con i caratteristici azulejos; espedito chiede all'olandese di leggergli un libro...
I gusti di Manowar79 (Commedia - Fantascienza - Horror)