Cerca per genere
Attori/registi più presenti

STORIA DE FRATELLI E DE CORTELLI

All'interno del forum, per questo film:
Storia de fratelli e de cortelli
Dati:Anno: 1974Genere: drammatico (colore)
Regia:Mario Amendola
Cast:Maurizio Arena, Guido Mannari, Tina Aumont, Ninetto Davoli, Franco Citti, Toni Ucci, Vittorio De Sica, Carla Mancini, Elena Veronese
Visite:1744
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/9/07 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 27/10/12 21:49 - 11004 commenti

Mario Amendola dirige una storia di borgate romane ambientata nei primi anni del '900. Se il contesto ambientale di inizio secolo è nel complesso ben ricostruito e rappresentato, la storia risulta troppo tirata per le lunghe, i personaggi sono stereotipati e la sceneggiatura infarcita di luoghi comuni. Buona la prova del cast.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Ciavazzaro 8/9/07 12:09 - 4729 commenti

Film sul classico tema della rivalità tra fratelli che sfocia in tragedia, Nonostante nel cast figuri qualche nome interessante (la Aumont, De Sica...), la messa in onda è molto modesta e il ritmo noioso. Apprezzabile tuttavia la canzone "Roma non fa la stupida stasera" di Armando Trovaioli sui titoli di testa.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Markus 28/6/10 13:45 - 2974 commenti

Melodrammone d’ambientazione romana nei primi anni del secolo scorso. L’esistenza di due baldi giovani trasteverini (che vivono con l’anziana madre) è sconvolta dall’entrata, nella vita di uno dei due fratelli, di una provocante ballerina d'avanspettacolo con tendenze da sciacquetta d’alto bordo la quale fa perdere il lume della ragione al giovine. Film nel complesso ben realizzato, che si avvale di ottimi caratteristi ed attori d’un certo rilievo che ci mostra a spanne una certa romanità d’altri tempi. Presenza di De Sica a fronte di danaro.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Il Dandi 28/6/16 2:49 - 1609 commenti

Sulla scia di Er più, da cui riprende sottotitolo e ambientazione. Il soggetto (tratto dal "Fattaccio di via del Moro" di Amerigo Giuliani) e il bel cast pasoliniano (Mannari, Citti, Davoli) promettono un film coraggioso; invece Amendola quel coraggio non ce l'ha e sceglie, inopportunamente, addirittura di buttarla sul comico, con schiaffoni da western e corse ciclistiche fantozziane, sprecando perfino la Valli e De Sica. Anche l'imbolsito Arena era già vecchio per la parte e può fare poco. Davvero un'occasione persa.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il pugile vitellone doveva essere un personaggio tragico come il fratello di Rocco, ma dopo un match interminabile va ko come Roncato nei Pompieri.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Pessoa 1/8/17 21:38 - 1003 commenti

Film di Amendola che si colloca del breve revival trasteverino che partì probabilmente dal film di Tozzi. Si racconta di una famiglia di popolani romani in cui due fratelli orfani di padre e cresciuti fra mille ristrettezze ripercorrono le vicende di Caino e Abele. L'ambientazione è discreta e la storia (con i suoi limiti) funziona. Il livello del cast è accettabile, anche perché la sceneggiatura lascia aperte parecchie falle che gli attori devono riempire di mestiere. Un onesto prodotto di genere che si può guardare senza troppo impegno.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La corsa in bicicletta; L'incontro di pugilato.
I gusti di Pessoa (Gangster - Poliziesco - Western)

Multimic80 12/1/13 0:51 - 48 commenti

Le debolezze umane fanno talvolta perdere il lume della ragione, al punto da spezzare anche la salda catena dell'amore familiare. Bellissima trama, ma il film assume inizialmente i toni di una gradevole commedia (l'abbuffata di Nino nell'osteria, Gigi che si improvvisa pugile), per poi scivolare troppo nel dramma con il conseguente finale. Buona l'interpretazione di Vittorio De Sica in una delle sue ultime pellicole, ma il personaggio che interpreta diventa troppo secondario.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La "gara" di Nino all'osteria; L'incontro di boxe; Il cane di nome Fulmine; La corsa ciclistica; Lo scontro con i coltelli dopo la "zecchinetta".
I gusti di Multimic80 (Azione - Comico - Western)