Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL MIO PICCOLO GENIO

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/8/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 30/9/08 6:49 - 11006 commenti

Il debutto alla regia di Jodie Foster coincide curiosamente con una storia quasi autobiografica, quella di un bambino prodigio che eccelle in tutti i campi ma si sente solo. Già essa stessa bambina prodigio, la Foster sa affrontare il tema con intelligenza, pudore e partecipazione, dirigendo un film ben fatto a partire dalla sceneggiatura e dai dialoghi mai banali e mostrando molta oculatezza nella scelta degli attori, specie il piccolo protagonista ma anche il personaggio della psicologa interpretata da Dianne West.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Il Gobbo 20/8/07 15:10 - 3011 commenti

Enfant prodige versato nella matematica e nelle arti ha, ovviamente, problemi relazionali; la mamma operaia si rivolge a una psicologa... Miss Simpatia Foster si cimenta anche con la regia e con il non inedito tema del bambino suoperdotato (forse un pizzico di velato autobiografismo?). Filmetto, condotto con una certa professionalità, con un attore bambino non insopportabile (rara avis) e che tiene a freno le possibili gigionerie. Dopodichè? C'è anche (a proposito di precoci) l'ex-crooner giovane Harry Connick
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Homesick 25/5/10 17:51 - 5737 commenti

L’esordio dietro alla macchina da presa della Foster è un film a suo modo autobiografico, raccontando la solitudine dell’enfant prodige e il suo sfruttamento da parte di psicologi e mass media. La meritevole regia si mantiene corretta e misurata – le uniche impennate si accennano nella creazione del vuoto che circonda il bambino mentre pensa o intuisce – ma non riesce a contenere il semplicismo di sceneggiatura e dialoghi (di Scott Frank), ricavati dagli stereotipi delle produzioni televisive con le loro emozioni superficiali e costruite a tavolino in vista del tipico lieto fine. Passeggero.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 29/10/09 23:36 - 7108 commenti

L’esordio di Jodie Foster dietro la macchina da presa è l’occasione per trattare in maniera delicata e sobria, ma senza particolare originalità e senza troppi guizzi, una storia parzialmente autobiografica: quella di un ragazzino prodigio. Buona la prova del terzetto di attori (in particolare quella di una poco simpatica Wiest).
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 9/11/16 14:03 - 8318 commenti

Molto precoce e estremamente dotato sia nelle arti che nella matematica, Fred è però un bambino malinconico, respinto dai compagni, afflitto da incubi notturni, sballottato fra una madre single amorevole ma incapace di comprenderne il potenziale ed una psicologa ambiziosa che lo esibilisce come mostro di bravura. Da una ex bimba prodigio una storia che, più della genialità in se stessa, parla delle difficoltà di integrazione di un bambino sensibile e bisognoso di affetto in un mondo che respinge i "diversi" di qualunque natura. Bel tema, affrontato però con una certa piattezza illustrativa.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Capannelle 1/10/08 13:23 - 3587 commenti

Non è il film che colpisce per originalità ma è comunque ben diretto e, per una esordiente, non è cosa da poco. I personaggi mantengono un certo stile e non regalano nulla all'inutile poesia, le situazioni tendono sì al pessimismo ma con la giusta misura. Buone le prestazioni della Wiest (la prof Grierson) e del piccolo Fred. Godibilità della storia a corrente alternata.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Sunchaser 27/9/08 15:06 - 127 commenti

Al suo esordio dietro la macchina da presa, l'ex enfant prodige Jodie Foster dirige una storia quasi autobiografica, dimostrandosi ottima nella direzione degli attori. Purtroppo dirige con taglio quasi televisivo e il film risulta godibile ma incapace di lasciare un segno duraturo.
I gusti di Sunchaser (Fantascienza - Musicale - Thriller)