Cerca per genere
Attori/registi più presenti

RIUSCIRANNO I NOSTRI EROI A RITROVARE L'AMICO MISTERIOSAMENTE SCOMPARSO IN AFRICA?

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 34
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Grosso successo di pubblico per questo viaggio nell’Africa nera (in Angola, per la precisione) condotto da Ettore Scola su sceneggiatura di Age, Scarpelli e Scola stesso. Alberto Sordi, ricco editore romano, parte per l’Africa assieme al suo ragioniere Bernard Blier (sempre in giacca e cravatta, anche sotto il sole a picco) alla ricerca del cognato, di cui si erano perse le tracce da tempo. In realtà è una scusa di Sordi per affrancarsi dalla vita monotona dell’imprenditoria e infatti, quando sembra che abbiano trovato il cognato dopo nemmeno un giorno di ricerche, Sordi appare deluso. Per fortuna è solo un falso allarme. Scola indovina bene la coppia Sordi (fanfarone, finto poliglotta, logorroico come nelle sue migliori interpretazioni comiche)/Blier (timido, riservato, continuamente vessato da Sordi che su di lui scarica ogni colpa), trova un ambiente perfetto per le loro scorribande nei suggestivi paesaggi africani, ma indulge spesso in lunghe carrellate documentaristiche, minuti interi lasciati ai cori e alle urla dei bambini neri secondo un costume abusato dai nostri registi. In pratica, con la scusa di un soggetto poco articolato, Scola ci propina scorci di Africa già visti e stravisti, ricalcando ogni possibile stereotipo. La cosa appesantisce non poco il film (troppo lungo, oltre due ore!) che, se trova in alcuni momenti scenette deliziosamente comiche (la caccia fallita al leone, la rissa col portoghese che apostrofa Blier con un chiaro “petasso de cornudo”) valorizzate da un ottimo Sordi, altrove (diciamo per la stragrande maggioranza del tempo) si dilunga in particolari inutili. Insomma, seguire l’intero film (specie nel fastidioso, diluitissimo e prevedibile finale con Manfredi) è impresa ardua e, come spesso gli capita, Ettore Scola costruisce film ambiziosi senza saperlo fare completamente. Discreto.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 22/10/07 0:16 - 4426 commenti

Ipertrofico, talora persino noioso (si ha l'impressione che abbiano licenziato un prototipo nel quale, per errore, erano rimaste lunghe sequenze inutili...), salvato dalla coppia Alberto Sordi-Bernard Blier che risulta ben più azzeccata di quanto si potesse ipotizzare (nonostante il francese parli con cadenza marchigiana!). Tutto va a corrente alternata. Guardabile, ma nulla di più.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Titì, nun ce lascià!".
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 11/6/08 7:16 - 10903 commenti

Spassosa commedia diretta da Ettore Scola per una volta fuori (almeno in senso geografico) dai confini nazionali ed in trasferta in Africa, per una storia che prende di mira il provincialismo italiano e i luoghi comuni che abbondano (ancora oggi in parte) sul continente nero. Su una bella sceneggiatura scritta da Age & Scarpelli si muove una serie di riusciti personaggi, capitanati da Alberto Sordi in una delle migliori versioni dell'italiano cialtrone all'estero. Ottimo anche il resto del cast.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 23/11/08 10:39 - 7276 commenti

Due italiani vanno in Africa per rintracciare il cognato di uno dei due. Ovvero: l'Africa vista da due piccoli borghesi e dal loro provincialismo, un continente che si svela rimanendo incomprensibile ma sempre fascinoso. La coppia Sordi-Blier è impagabile nell'affrontare questa avventura on the road dagli imprevedibili risvolti e dagli esiti paradossali. Una commedia gustosa, forse un po' lunga per colpa di inutili tratti para-documentaristici, ma ugualmente apprezzabile.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Puppigallo 29/4/10 12:04 - 4317 commenti

A tratti documentaristico, con un Sordi spesso un po' troppo macchietta, è un film non completamente riuscito, che alterna momenti simpatici, grazie agli strambi personaggi incontrati strada facendo, a parti più tediose e eccessivamente parlate, nonostante la spalla di Sordi (il povero pacato ragioniere quasi Fantozziano, che subisce) non sfiguri. Manfredi, in versione stregone (Titì) non è male, come non male è la pellicola, che forse, per un film del genere ha più che altro il difetto di durare troppo. P.S. Sordi, in versione grande cacciatore, è paragonabile a Totò che arriva a Milano.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sordi: "Gli indigeni sono taciturni, riservati e un po' stronzi"; L'italiano caciarone che canta: "Amore baciami!"; Gli indigeni: "Titì nun ce lassà!".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Daniela 7/3/16 10:38 - 8008 commenti

Il titolo più famoso del Sordi all'estero, anche se non il migliore: troppo sottolineato il contrasto fra la noia della routine alto-borghese e la vitalità dell'Africa, peraltro per buona parte della pellicola presentata nei suoi aspetti più turistici, ad uso e consumo del bianco in cerca di distrazioni, anche se poi Scola regala ai due protagonisti un soprassalto di umanità di fronte al razzismo più bieco. Se il film merita comunque la visione, il merito è tutto dei duetti Sordi-Blier, con il secondo che sarebbe limitativo definire spalla.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Caesars 30/10/07 10:23 - 2456 commenti

Scola non convince appieno con questo film che risulta poco incisivo, appesantito per di più da lunghe ed inutili riprese semi documentaristiche. La cosa più riuscita è il titolo, seguita a ruota dall'interpretazione dei due protagonisti (Blier meglio di Sordi). Il regista riuscirà a fare di meglio, e molto, negli anni '70. Un'occhiata si può dargliela.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Matalo! 11/1/10 14:27 - 1351 commenti

Versione commedia di "Cuore di Tenebra" di Conrad (citato nel corso del film). Ovvio, non c'è il tono pumbleo del racconto (che si trova tutto in Apocalypse now) ma il film è sapido e meno scemo della media delle commedie itliote dei 70. Sordi fanfarone funziona spalleggiato benissimo da Blier marchigiano. Manfredi è a tratti magnetico. Un on the road divertente pieno di battute, nel suo piccolo, memorabile minikolossal di un regista sempre tra serietà e romanità bonaria, talvolta arguto talvolta irritante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Didì nun ce lassa!". Il menù detto dal "Pantera". Sordi e Blier girano girano e son sempre nello stesso punto. "Petasso de cornudo ce sarai tu!".
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Cangaceiro 20/1/09 20:39 - 982 commenti

Il titolo "wertmullerianamente" chilometrico è fedele all'eccessiva lunghezza del film stesso, all'interno del quale non ho trovato particolari significati esistenziali. È piuttosto uno show "di" Sordi che gigioneggia dal primo all'ultimo minuto con Blier che fa dimessamente da spalla rassegnata. Manfredi entra in scena tardissimo, quando la noia si è già impossessata dello spettatore, ma nella manciata di minuti a sua disposizione riesce a lasciare il segno da grande fuoriclasse che è stato. Non male, ma nemmeno memorabile.
I gusti di Cangaceiro (Commedia - Gangster - Western)

Gugly 17/1/09 23:50 - 971 commenti

Desiderio di fuga che si risolve in un'altra commedia sul (mal)costume italiano: Sordi in Africa tratteggia un italiano di rara bastardaggine che si rivaluta solo a tratti (il diverbio coi portoghesi dopo il passaggio sul ponte). Le disavventure sono divertenti, ma slegate tra di loro ed il complesso del film risulta disomogeneo e un po' troppo lungo. Curiosa, ma riuscita, l'interpretazione di Mandredi. Le riprese angolane potrebbero costituire un documentario a sè.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo sguardo intenso di Titino (Manfredi) quando la sua tribù lo vede andare via.
I gusti di Gugly (Commedia - Horror - Teatro)

Hackett 10/5/09 17:39 - 1597 commenti

La sostanziale impressione che il film dà è quella di essere troppo lungo. Nonostante i bravi attori e l'ambientazione intrigante la pellicola non riesce a decollare del tutto, trascinandosi spesso in dialoghi superflui. L'ispirazione ad un classico come "Cuore di tenebra" di Conrad è più che accennata, anche se il medesimo libro ispirerà film di ben altro calibro.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Lovejoy 21/7/08 14:18 - 1825 commenti

Discreta commediola on the road diretta da uno Scola non particolarmente in forma. Ma la colpa è sopratutto di un copione che, dopo lo spunto iniziale, finisce per arenarsi su situazioni e battute gia ampiamente viste e sentite. Personaggi interessanti fino a un certo punto e ritmo altalenante. Bravi e affiatati Sordi e Blier. Manfredi così così. Insomma, un'occasione in parte sprecata.
I gusti di Lovejoy (Comico - Horror - Western)

Enzus79 6/9/10 19:14 - 1548 commenti

Non male questo film diretto da Ettore Scola, che nonostante la sovrabbondanza di scene piuttosto noisose ed immagini documentariste, diverte. Sordi e Blier sono la classica coppia che fa veramente ridere. La commedia italiana ha prodotto comunque certamente di meglio...
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 17/7/10 16:56 - 635 commenti

Questo è un film che non stanca nonostante le tante riprese solitarie del deserto africano. La morale nei film di Sordi la fa sempre da padrone e il faccione del romano è sempre convincente. Qui è alla ricerca del cognato disperso nel continente nero. Avvincente e comico e drammatico allo stesso tempo. Ettore Scola lavora bene.
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Rambo90 7/9/11 3:23 - 5772 commenti

Intramontabile classico della commedia all'italiana: anche se si inceppa in qualche passaggio e ogni tanto sembra troppo lungo, è supportato da una storia avvincente e da paesaggi veramenti resi al meglio dalla splendida fotografia. Sordi e Blier in coppia sono molto spassosi e i loro scambi di battute strappano tante risate, ma ancora più grande è Manfredi vestito da santone africano! Bella la colonna sonora, bravi i caratteristi e finale commovente. Grande.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "L'ha letto Jack London?".
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Pinhead80 18/7/12 15:06 - 3427 commenti

Nonostante la presenza dell'ottimo Manfredi, i veri due mattatori della pellicola sono Sordi e Blier. Durante il loro viaggio (forse esagerato l'uso di immagini di repertorio) riescono a insaporire la vicenda con i loro battibecchi, i loro musi e le loro trovate. La storia di un viaggio quindi ma anche la critica a una società borghese che ha perso il contatto con la realtà e con il piacere delle cose vere. Lungaggini a parte è un film che si vede molto volentieri.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo scontro verbale e fisico del duo Sordi-Blier con il turista portoghese che gli ha offerto un passaggio.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Nando 6/9/10 16:30 - 3292 commenti

Sordi e Blier partono per l'Africa alla ricerca del cognato scomparso. Durante il lungo viaggio i due s'imbattono in varie vicende (irresistibile la parlata umbro-marchigiana di Blier), fin quando non incontrano uno pseudo santone (convincente e malinconico Manfredi) che non è altri che il ricercato. Analisi sulla vita agiata e consumistica ed il senso reale della stessa tra gli indigeni africani. Un discreto affresco.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Piero68 18/8/11 14:34 - 2639 commenti

Scola mette insieme una coppia inedita (Sordi-Blier) per questo classico della comicità anni 60. E tutto sommato l'idea è buona visto che di tutto il film quello che più funziona è proprio il rapporto-scontro ed i dialoghi tra i due. Buono anche l'apporto di Manfredi. Un grandissimo come sempre. Anche quando viene relegato negli ultimi minuti riesce sempre a trovare l'ispirazione per immedesimarsi nel personaggio. Niente di eccezionale ovviamente. Eppure, come era solito fare il cinema dell'epoca, ci sono comunque ottimi spunti per riflettere.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Rufus68 7/5/18 23:14 - 2618 commenti

Film difettoso (l'esotismo) e facile nei caratteri secondari (e nel finale), ma reso memorabile dal duetto comico fra Sordi e Blier. Le sopraffazioni classiste di Sordi e i bofonchiamenti marchigiani di Blier si susseguono senza requie stravolgendo comicamente termini neutri come "dottore" e "ragioniere" che i Nostri si rinfacciano e rimpallano per tutta la durata con esiti irresistibili. A distanza di mezzo secolo un divertimento immarcescibile. Solo Manfredi è un po' in sordina.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Ryo 12/10/18 22:00 - 1875 commenti

Divertentissima commedia che racconta una parodia del borghese alle prese con la povertà di un paese del terzo mondo. Ricco di battute e gag memorabili, sfoggia al contempo eccezionali riprese del luogo. Strepitoso Nino Manfredi nella parte dello stregone improvvisato, geniale Alberto Sordi dotato di una memorabile spalla che gli regge sempre il gioco.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "E facciamoci sempre riconoscere da tutti!"; "Ce l'hai 'na madre? Sì? A gran fijo de na mignotta!".
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Il Dandi 9/9/12 22:16 - 1579 commenti

Uno Scola post-Jacopettiano, che sposta il terreno della commedia all'italiana su scenari di poderosa (per lo screen cinematografico dell'epoca) resa documentaristico-spettacolare (che Sordi, con mano meno felice, cercherà di riproporre in tutte le sue cartolinesche regìe). Prolisso, con qualche caduta ma nessuna imperdonabile. Il confronto finale tra Sordi e Manfredi è sapientemente ritardato, ma quando ci si arriva si viene ripagati. Ottimo Blier.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La rissa con il negriero portoghese: "Vergogna, due contro uno", e la replica di Sordi: "e se eravamo tre, te menavamo in tre!".
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Rigoletto 17/1/14 17:10 - 1399 commenti

L'accoppiata Sordi-Manfredi ritorna in questa avventura africana, decisamente più riuscita della trasferta veneziana. Uno dei meriti va sicuramente al lato più avventuroso e meno melenso del film, ma credo che un grande merito vada a Bernard Blier, splendida spalla di Sordi; i due, di fatto, portano avanti il film battibeccando su ogni cosa. L'unico neo un po' penalizzante è la durata eccessiva; per il resto, accorciato di una ventina di minuti, sarebbe stato un film molto più godibile. ***
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)

Jandileida 20/6/14 10:15 - 1122 commenti

Divertente viaggio in Africa della coppia Sordi-Blier alla ricerca del Manfredi scomparso: forse qui e lì un po' prolisso ma comunque capace di intrattenere e, sporadicamente, far riflettere sulle problematiche di un'Africa che a quel tempo, appena uscita (si fa per dire) dal colonialismo, doveva veramente essere un oggetto misterioso per lo spettatore medio italiano, imborghesito dal recente boom. Sordi fa il suo, forse calcando a volte un po' troppo, Blier è un'ottima spalla ma, al solito, Manfredi quando entra in scena la ruba. Non male, dopotutto.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Gabrius79 6/9/13 19:03 - 1101 commenti

Interessante commedia diretta da Ettore Scola con la coppia Sordi-Blier da antologia impreziosita dal "cameone" di Nino Manfredi. Il film, girato per la maggior parte in Africa, è una vera chicca, anche se a volte qualche momento di cedimento c'è. Spassosi i duetti tra Sordi e Blier (splendidamente doppiato) che sono piccole perle disseminate qua e là.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Pessoa 29/6/17 15:34 - 1003 commenti

Commedia "all'africana" di Scola che con la sua ironia amara punta i riflettori sui mali della società industrializzata contrapponendogli una splendida Africa ricca di suggestioni non solo visive. Il messaggio coglie nel segno e il finale molto poetico sembra la giusta conclusione di una vicenda piena di disavventure, colpi di scena, rivalse e confronti culturali. Sordi (che ritornerà in Angola qualche anno dopo con intenti più bellicosi), Blier e Manfredi sono perfetti nei loro ruoli, il ritmo non è avvincente ma si fa seguire. Molto buono!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I battibecchi fra Sordi e Blier; Sordi e Blier che si azzuffano col Portoghese; Gli angolani che parlano con l'accento brasiliano; Il finale.
I gusti di Pessoa (Gangster - Poliziesco - Western)

Lupoprezzo 24/7/12 11:46 - 635 commenti

Divertente ritratto del borghesotto di città in terra straniera, tanto arrogante quanto inadatto a qualsiasi situazione che lo veda protagonista al di fuori del suo mondo. Il film si sofferma anche, ma in tono minore, sul bisogno di fuga dal soffocante trantran moderno. Qualche lungaggine di troppo (le parentesi che vedono il furfantello portoghese all'opera) e stereotipi a iosa. Immenso come sempre Alberto Sordi, qui intento a dare vita ad un vero e proprio scontro classista col proletario (e suo sottoposto) Bernard Blier. Piccola parte per Manfredi.
I gusti di Lupoprezzo (Horror - Poliziesco - Western)

Graf 4/9/13 21:37 - 624 commenti

Il cinema di Scola diventa maggiorenne. Il regista, così attento alle tematiche sociali e politiche, manca il ’68 perché è in Africa a girare questo film en plein air tra foreste, savane, leoni e indigeni. L'opera gode di un ampio respiro narrativo e ha un ritmo disteso e maestoso; fa centro dal punto di vista spettacolare e scenografico ma in sostanza fallisce l’intento di aggiornare lo stato delle cose tra la società occidentale e dei consumi e il terzo mondo appena uscito dal giogo coloniale. Tutto si risolve in qualche battuta sarcastica di Sordi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'arrogante editore Sordi e il servizievole segretario Blair fanno scintille e il loro rapporto è l'elemento più interessante e divertente del film.
I gusti di Graf (Commedia - Poliziesco - Thriller)

Alex75 2/9/16 9:43 - 595 commenti

Variazione sul tema dell’italiano all’estero, che si fa riconoscere per il suo gretto provincialismo anche nel cuore del Continente Nero. A conferire una certa originalità a un argomento piuttosto sfruttato contribuisce, oltre all’ambientazione, la critica alla società dei consumi, resa più sferzante dall’alchimia tra Sordi (l’attore più adatto per un film del genere) e il mite Blier, anche se Manfredi, pur vedendosi poco, ruba la scena a tutti. Unico limite, una certa prolissità.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Titino-Manfredi vestito da stregone.
I gusti di Alex75 (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Rocchiola 21/11/18 9:29 - 584 commenti

Il primo successo dello Scola regista dopo alcuni film di scarso rilievo. Una sorta di versione leggera del "Cuore di tenebra" di Conrad con Sordi e Manfredi nei panni di Marlow e Kurtz, anche se alcuni hanno notato somiglianze anche con la storia Disney "Topolino e il Pippotarzan". La critica al provincialismo italico e alla società del benessere sono blande, l’ambientazione africana è da cartolina, non ci sono cattivi, ma ci si diverte parecchio soprattutto grazie a una spalla come Blier, la vera forza del film, mentre Sordi tende a eccedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Benedetto Campi il camionista canterino; Il sussulto d’orgoglio antirazzista; I duetti tra Sordi e Blier; Sordi respinto dalla giovane di colore.
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)

Motorship 6/4/13 17:07 - 567 commenti

Bella commedia di Ettore Scola sulla voglia di scappare dalla routine borghese, con tratti di aspra critica alla società alto borghese. Un film caratterizzato da una sceneggiatura perfetta, da una regia asciutta, ma anche da un ottimo cast al massimo della funzionalità: Sordi è strabordante e molto divertente, mentre Blier (doppiato in marchigiano) è una spalla assai funzionale. Molto bene anche Manfredi: appare poco, ma quando appare è impagabile. Bei paesaggi africani e bellissima Ost del M° Trovaioli. ***

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sordi: "Gli indigeni sono taciturni riservati... e anche un po' stronzi"; Il camionista italiano che canta "Amore scusami"; Titì nun ce lassà.
I gusti di Motorship (Comico - Drammatico - Western)

Enricottta 12/1/10 22:58 - 507 commenti

A volte il cinema è alchimia pura. Un piccolo gioiello sarà alla fine questo film. Tutte le componenti (location, cast, regia, sceneggiatura, musiche) sono miscelate sapientemente e anche molto bilanciate. Manfredi e Sordi giovani e superlativi. Godibilissimo. Una sorta di fuga dalla realtà in salsa Amatriciana.
I gusti di Enricottta (Erotico - Giallo - Musicale)

Samuel1979   28/4/12 1:36 - 450 commenti

Dalla mente di Scola una buona commedia che, al di là della semplice trama, cela al suo interno problematiche molto più importanti quali l'agiatezza e la noia della vita borghese nonchè lo sfruttamento coloniale in Africa. Sugli attori nulla da dire; tra l'altro il film ruota attorno al binomio Sordi- Blier (coppia già rodata in Crimen) e l'attore romano qui sfoggia tutto il suo repertorio caratterizzato da battute e tempi recitativi fuori dal comune. Piccola parte per Nino Manfredi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Alberto Sordi cita D'Annunzio: "O falce di luna calante, qual mèsse di sogni ondeggia al tuo mite chiaror qua giù!".
I gusti di Samuel1979 (Avventura - Comico - Commedia)

Ianrufus 18/8/08 21:42 - 139 commenti

Contestualizzando il film in anni di documentari e di vari "Africa addio", il paesaggio africano, incontrando la commedia italiana, non poteva che regalare notevoli incassi. Sordi si replica in giro per il Continente Nero, mentre Manfredi è una piacevole sorpresa, con tanto di treccine e perline. Il finale e la musica hanno fatto di questo film un cult in anni di repliche televisive. Pensare che questi erano i "cinepanettoni" di quarant'anni fa... sigh! (nostalgia).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "ARIDANGHE ROMPI COIOTA!".
I gusti di Ianrufus (Commedia - Poliziesco - Western)

Squash 9/9/14 16:32 - 35 commenti

Sordi italiano in Africa. Dopo averlo visto ne I due nemici e in Finchè c'è guerra c'è speranza, Sordi non manca di far ridere alle prese con le difficoltà del paese africano, ben diverso dalla nostra patria. Non rimane immune però al fascino del paese tuttavia gli mancheranno come sempre gli spaghetti ben cucinati e la sicurezza della civiltà che seppure stressante sarà per lui irrinunciabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ragioniere guardi che cieli, guardi che colori, guardi che natura!" (Boom! Tonfo della Jeep che prende una buca). "Ragioniere guardi avanti"!
I gusti di Squash (Comico - Commedia - Horror)

Karim 17/7/10 21:24 - 22 commenti

Al di là della lunghezza del film e del titolo, in certi passaggi è una commedia veramente esilarante! Sordi è sempre Sordi e in compagnia di Blier, doppiato con un azzeccatissimo accento marchigiano, sembrano una coppia di vecchi coniugi in viaggio sempre a litigare ma sempre pronti a darsi una mano! La colonna sonora di Trovajoli dà ai paesaggi africani un respiro di grandezza e libertà. Ottimo anche Manfredi in veste di inusuale santone.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Pedaso de cornuto ce sarai tu!".
I gusti di Karim (Fantascienza - Horror - Thriller)