Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• [4.01] POIROT: LA SERIE INFERNALE

All'interno del forum, per questo film:
• [4.01] Poirot: La serie infernale
Titolo originale:Poirot: The ABC Murders
Dati:Anno: 1992Genere: fiction (colore)
Regia:Andrew Grieve
Cast:David Suchet (Hercule Poirot), Hugh Fraser, Philip Jackson, Donald Douglas, Pippa Guard, Cathryn Bradshaw, Nina Marc, Vivienne Burgess, Miranda Forbes, Michael Mellinger
Note:E' il primo episodio della quarta serie.
Visite:617
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/7/07 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 17/5/18
Un'omicida uccide seguendo semplicemente l'alfabeto (THE ABC MURDERS è il titolo originale), scegliendo cioè le proprie vittime e le città dove agire in base alle iniziali delle stesse, partendo dalla A e sfidando Poirot (Suchet) prima di ogni delitto a risolvere l'enigma anticipandogli via posta luogo e giorno in cui verrà commesso. L'investigatore belga, che questa volta indaga assieme all'amico Hastings (Fraser), ha il suo bel daffare per trovare il filo conduttore di omicidi che sembrano totalmente slegati l'uno dall'altro se non per via dell'alfabeto, né aiuta il fatto che accanto ai cadaveri venga sempre ritrovato il libro dell'orario ferroviario. Solo vezzi, apparentemente, domande senza risposta che Poirot dovrà risolvere facendosi aiutare di volta in volta da parenti e conoscenti dei freschi defunti. La Christie offre nel suo romanzo una soluzione piuttosto ingegnosa (per quanto non esattamente originale) e che sa come stupire, ma il film televisivo diretto da Andrew Grieve, che ne sfrutta i punti di forza intelligentemente, deve gestire una parte centrale molto debole e sonnacchiosa, in cui l'arenarsi delle indagini coincide con l'apparire di un personaggio curioso su cui inevitabilmente si accentreranno molti dei sospetti. Non è in fondo così complessa la vicenda, e il tempo impiegato nel ritrovamento dei cadaveri sembra eccessivo rispetto a quello che sarebbe invece stato più interessante veder dedicato agli sviluppi dell'indagine. Piuttosto anonimi i personaggi, non esaltati da un cast che non lascia il segno, e ingombrante la presenza di Hastings (nel libro è pure il narratore), che si presenta a Poirot regalandogli un coccodrillo impagliato ricordo di un viaggio esotico. Sufficientemente di qualità la confezione, soprattutto in considerazione che si tratta di un prodotto televisivo, così come la ricostruzione d'epoca. Sceneggiatura impostata seguendo la consueta professionalità e solita impeccabile performance di David Suchet, ironico al punto giusto e nell'immaginario di molti il Poirot per eccellenza (superato forse solo dall'Ustinov cinematografico). Un romanzo che comunque meriterebbe - in virtù di una certa modernità - una trasposizione più vivace e brillante.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 11/3/11 22:54 - 7009 commenti

Un buon episodio della serie in cui Poirot si misura con una catena di delitti dietro alla quale c’è una spiegazione davvero diabolica. Il ritmo è discreto e superiore alla media, il colpo di scena di finale è riuscito e Suchet è sempre molto godibile nell’impersonare il grande ispettore belga.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 23/1/16 18:20 - 8087 commenti

Poirot riceve una serie di lettere in cui un misterioso assassino preannuncia data e luogo del prossimo delitto, che poi puntualmente si verifica. Le vittime sembrano scelte unicamente per l'iniziale del loro nome e la polizia sospetti si tratti dell'opera di un folle, ma Poirot saprà svelare il piano che si cela dietro l'apparente casualità... Buon episodio per la trama particolarmente complessa, al solito condito con piccoli tocchi umoristici (il coccodrillo), con Suchet impeccabile come sempre.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Ciavazzaro 29/7/07 12:18 - 4723 commenti

Buon episodio della serie con Poirot circondato dai suoi stretti collaboratori. La storia, tratta da un romanzo della christie, è perfetta (omicidi in serie che sembrano opera di un serial-killer ma in realtà nascondono una diabolica macchinazione), le musiche ottime, la tensione palpabile.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Rambo90 2/7/14 18:16 - 5823 commenti

Nelle trame lunghe il gioco funziona di più, si entra maggiormente nella storia e il colpo di scena sull'identità dell'assassino funziona (anche per come viene gettato fumo negli occhi dello spettatore). Buona la ricostruzione d'epoca ed eccellenti le interpretazioni dei soliti protagonisti, ma anche dei comprimari (in particolare il tratteggio del presunto assassino). Notevole.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 27/5/12 16:48 - 4099 commenti

In una perfetta ambientazione inglese tra le due guerre, un "serial killer" sfida Poirot annunciando, con lettere, la data dei suoi assassinii. Assieme al suo amico, il divertente capitano Hastings, il famoso investigatore belga inizia a lavorare su un caso che si rivelerà poi su di un altro piano rispetto alle prime deduzioni. La sceneggiatura fila piuttosto liscia, non confondendo mai lo spettatore e lasciandolo all'oscuro quel tanto necessario per un finale tutt'altro che fiacco. Suchet è un buon Poirot e il resto del cast è all'altezza.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Belfagor 27/12/14 18:59 - 2593 commenti

Episodio decisamente riuscito; merito della durata lunga (che permette al mistero di dipanarsi con le giuste tempistiche) e, soprattutto, della qualità del testo originale, del quale abbiamo una trasposizione fedele ma non pedissequa. Suchet si conferma un Poirot eccellente, questa volta alle prese con un serial killer che segue l'ordine alfabetico per i propri delitti. La complessità del caso è resa con efficacia dal punto di vista sia investigativo che emotivo, grazie anche a dei personaggi di contorno ben caratterizzati.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)