Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL RITRATTO DI DORIAN GRAY

All'interno del forum, per questo film:
Il ritratto di Dorian Gray
Titolo originale:The Picture Of Dorian Gray
Dati:Anno: 1945Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:Albert Lewin
Cast:Hurd Hatfield, George Sanders, Angela Lansbury, Donna Reed, Peter Lawford, Lowell Gilmore, Richard Fraser, Douglas Walton, Morton Lowry, Miles Mander, Lydia Bilbrook, Mary Forbes, Moyna Mac Gill, Lillian Bond
Note:Vi sono inserti a colori.
Visite:981
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/7/07 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 3/1/15


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Il Gobbo 23/2/08 10:04 - 3005 commenti

Versione decorosa ma terribilmente invecchiata del celebre romanzo di Wilde, parzialmente rovinata da un fiacchissimo protagonista (Dorian Gray ce lo si aspetterebbe diverso da un Tyrone Power dei poveri), e che, dovendo rinunciare a parte del fuoco di fila stilistico (tranne quando è in scena Lord Henry/Sanders, perfetto, e doppiato da Cigoli) mette a nudo l'impalcatura da feuilleton della discesa di Gray in "abissi" che paiono risibili già per i vittoriani. Qualche bel taglio espressionista, ma il film si vede con fatica.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Daniela 26/4/11 9:13 - 7347 commenti

Trasposizione elegante dell'opera di Wilde, impreziosita da due presenze notevoli: Sanders risulta perfetto nella parte del lord cinico ed altero amico di Dorian Gray, e Landbury, che l'anno prima aveva interpretato con tanta efficacia la parte di una servetta sfacciata, qui è una fanciulla dolce e compassionevole. Meno felice invece la scelta di Hatfield, che dà l'impressione di essere stato intinto nell'amido. Accettabile quanto è immobile, ma goffo in movimento, privo di fascino, compromette la riuscita del film comunque interessante, per quanto piuttosto datato.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Ciavazzaro 26/7/07 12:39 - 4666 commenti

Secondo il mio parere la migliore versione mai realizzata del capolavoro letterario di Oscar Wilde. Hurd Hatfield si dimostra un perfetto Dorian Gray e nel cast si fa notare anche la giovanissima Angela Lansbury (che canta pure) nominata all'Oscar per questo ruolo. Curiosa e azzeccata l'idea degli inserti a colori nelle scene in cui il dipinto viene inquadrato.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Lucius  15/2/14 12:48 - 2625 commenti

Un'esistenza imprigionata in un limbo di eterna giovinezza, una sorta di ibernazione esistenziale che porta alla noia di vivere e, come si sa, per vincere la noia si possono commettere anche inenarrabili "sciocchezze". Una trasposizione dell'opera di Wilde caratterizzata da una raffinata eleganza formale e da un cast ispirato (discutibile la scelta del protagonista effeminato, comunque in grado di far trasparire la tristezza e il travaglio interiore di aver espresso un desiderio divenuto suo malgrado realtà). Una maledizione che diventa reale. Muori!
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Giùan 27/4/11 12:55 - 2459 commenti

Quello che di meglio si può chiedere ad un bel vecchio classico: storia solida (il capolavoro di Oscar Wilde), regia misurata (il sottovalutato Albert Lewin), attori in parte (bravo il mentore Georges Sand, credibile la soubrettina interpretata dalla giovanissima Angela Lansbury, perfetto Hurd Hatfield nella sua bellezza inerte e per questo raccapricciante). Certo la voce fuori campo può risultar fastidiosa e lo stile manierato ma avercene. Riusciti i momenti espressionisti (l'assasinio del pittore Basil, il rendez vous in taverna).
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Rufus68 1/3/18 17:26 - 2008 commenti

La mancanza d'eccessi lo ha preservato intatto. Lewin attinge con parsimonia da Wilde confezionando un'opera elegante, con dialoghi perfetti, capace di accumulare tensione e "orrore" proprio per ciò che tace o rivela in filigrana (il punto debole è proprio la visione esplicita del ritratto). Grandiosa l'accoppiata Sanders-Cigoli nella prima parte; col passare dei minuti s'impone, però, il sottovalutato Hatfield la cui fissità, insidiata da un ghigno che mai appare, ha il pregio di alludere a qualcosa che solo la "nostra" immoralità può creare.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Stefania 18/8/10 14:45 - 1600 commenti

Notevole quell'alter-ego di Dorian recluso nella soffitta, quel ritratto mostruoso, policromo di sangue e di peccati, variopinto memento di colpe irreparabili tra i polverosi giocattoli dell'infanzia, retaggio di un'innocenza dimenticata. Scintilla, quel ritratto, nel grigiore di un film, tutto sommato, pedante, come la vita di Dorian, condannato all'ergastolo dell'eterna giovinezza. Un film fedele al romanzo di Wilde, versione vittoriana del mito di Faust, con un protagonista che, più che bello, dannato e scapigliato, è damerino ingessato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incontro nella bettola tra Dorian e il fratello di Sybil.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)