Cerca per genere
Attori/registi più presenti

HORLA - DIARIO SEGRETO DI UN PAZZO

All'interno del forum, per questo film:
Horla - Diario segreto di un pazzo
Titolo originale:Diary of a madman
Dati:Anno: 1963Genere: horror (colore)
Regia:Reginald Le Borg
Cast:Vincent Price, Nancy Kovack, Chris Warfield, Elaine Devry, Ian Wolfe, Stephen Roberts, Lewis Martin, Mary Adams, Edward Colmans, Nelson Olmsted, Harvey Stephens, Dick Wilson, Wayne Collier, Gloria Clark, Don Brodie, George Sawaya, Joseph Del Nostro Jr., Joseph Ruskin, Sayre Dearing, Stuart Holmes
Note:Tratto da un racconto di Guy De Maupassant
Visite:1066
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/6/07 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 30/6/07 1:19 - 4250 commenti

Filmetto che esplora i problemi mentali di un alienato. L'unico vero motivo di interesse (nonché di valore) della pellicola sta nel protagonista, l'inimitabile Vincent Price, capace con un'occhiata o con un gesto solenne di farsi guardare ed apprezzare. Per il resto… tutto è così così.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 18/1/09 16:18 - 3875 commenti

Simon Cordier, uomo di legge e scultore a tempo libero, resta sconvolto dall'omicidio involontario avvenuto in carcere, durante una visita d'ufficio ad un pazzo dichiaratosi posseduto da uno spirito malvagio. Quando riprende l'attività di scultore scopre che una delle sue modelle è stata uccisa: il dèmone si è traferito dal corpo del condannato a quello di Cordier. Ispirato da un racconto di Guy de Maupassant (L'Horla) si avvale dell'istrionica performance di un grande attore, qua lontano da nebbie e fumi londinesi, essendo l'ambientazione francese. Curiosa la "tradizionale" regia di Le Borg.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Puppigallo 8/3/11 17:27 - 4100 commenti

Price è bravo, ma non riesce a risollevare un copione traballante, dove il Maligno, o semplicemente la follia, gioca un brutto tiro a un giudice. La datazione si sente parecchio e il gusto, a differenza di un buon vino, non è dei migliori (la voce, gli oggetti volanti e la luce verde rendono il tutto quasi risibile). La prima parte non è male, con i sintomi che si manifestano, sconvolgendo il giudice, ma poi il tutto si affloscia, minato dalle parti con la nuova fiamma. Resta una pellicola vedibile, seppur carente di motivi d’interesse, a parte il sempre professionale e talentuoso Price.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il ritratto riappeso al muro e la scritta nella polvere.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Cotola 27/5/09 16:43 - 6728 commenti

Film hammeriano in cui il regista modifica in maniera sostanziale uno splendido racconto di Maupassant di cui vengono eliminate tutte le (riuscite) suggestioni. Il risultato è deludente e molto banale rispetto alla pagina scritta. La regia infatti è piuttosto grossolana così come pure la sceneggiatura e solo la presenza di Price ingentilisce un insieme claudicante e per nulla riuscito. Ovviamente ciò non basta a farne un buon film.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Ciavazzaro 29/6/07 15:07 - 4666 commenti

Horror di stile, tratto dall'immortale racconto di Guy De Maupassant, con l'interpretazione di Vincent Price che dà notevole spessore alla pellicola. Ottima l'idea dell follia che pian piano prende possesso del protagonista attraverso la diabolica HORLA. Bello il rogo finale. Da rivalutare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Giùan 24/2/12 18:47 - 2459 commenti

Classico film a misura d'attore, Horla è al contempo un banco di prova per la statuaria bravura di Vincent Price e l'occasione mancata di trasporre sullo schermo una versione vigorosa di uno dei più angoscianti contes di Maupassant, considerato dalla critica il passaggio definitivo dal naturalismo della maturità al fantastico "malato" che lo accompagnerà alla follia e alla morte. Le Borg non si lascia trascinar fuori di là (hors-là), non s'addentra nei meandri insani del diario, muovendosi invece rispettoso dei due mostri sacri con cui è a confronto.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Rufus68 3/3/18 12:04 - 2008 commenti

Benché dispiaccia il ricorrere all'aggettivo "noioso" questa è davvero la definizione appropriata per tale debolissima incursione nella follia. L'entità "altra" è sin troppo chiacchierona diluendo oltremisura l'inquietudine sottesa nel racconto di Maupassant: si ha così un semplice resoconto prosaico in cui il tema del doppelgangër non ha mai campo. Lodevole Price, ma non basta.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Von Leppe 4/10/11 13:25 - 873 commenti

Ci sono degli effetti poco riusciti, come la rosa che appassisce, oppure le scenografie scarne che poco caratterizano l'ambientazione francese (comunque ottocentesca e funzionale alla trama); malgrado ciò il film è buono a cominciare dall'ispirazione al racconto di Guy de Maupassant e all'idea del diario, per cui il protagonista racconta in prima persona la sua follia (o realtà?). La presenza di Vincent Price solleva di molto la qualità del film.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'odio è diabolico.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Manowar79 8/3/11 19:21 - 309 commenti

Probabilmente la cosa che rimane più impressa di questo film è il titolo originale, causa l'omonimia (non casuale) con il celeberrimo album di Ozzy Osbourne. Detto questo, ci troviamo di fronte a una riduzione da Maupassant che a stento si inserisce nel filone gotico con Price protagonista, lontana dalla consistenza dei lavori di Corman basati su Poe e Lovecraft. Buona la fotografia, ma i (pochi) effetti speciali sono degni di un horror anni '30 di serie B, su tutti l'anacronistica texture verde sugli occhi degli... spiritati. Mediocre.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La testa di Odette nascosta nella creta; la locandina del film che recita "the most terrifying picture ever created": ma dove?
I gusti di Manowar79 (Commedia - Fantascienza - Horror)