Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CASANOVA FAREBBE COSì!

All'interno del forum, per questo film:
Casanova farebbe così!
Dati:Anno: 1942Genere: commedia (bianco e nero)
Regia:Carlo Ludovico Bragaglia
Cast:Eduardo De Filippo, Peppino De Filippo, Clelia Matania, Giorgio De Rege, Gildo Bocci, Nietta Zocchi, Nicola Maldacea, Alberto Sordi
Visite:535
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Commedia teatrale scritta da Peppino De Filippo con Armando Curcio, è interpretata proprio da Peppino De Filippo, bravo come sempre, mattatore unico e spalleggiato, ma solo in tre o quattro scene (le migliori) da fratello Eduardo. E’ la storia di un galletto di provincia (Peppino) convinto di essere un Casanova, innamorato della moglie (Clelia Matania, semplice ma buona comprimaria) di un gelosissimo concittadino (Eduardo). Per convincere gli amici (tra i quali riconosciamo un giovanissimo Alberto Sordi, presente nel film molto più di quanto non si creda leggendo i titoli di testa in cui non compare: lo troviamo per la prima volta a un biliardo, poi diventerà parte integrante della vicenda intervenendo spesso quindi non limitandosi a una comparsata), il Casanova scommette diecimila lire che passerà con la sua amata (la quale non lo corrisponde) un'intera nottata. Spinge così il marito lontano da casa e si introduce nella di lei dimora fingendo d'aver ucciso un conoscente. Caso vuole che questi sia stato ucciso per davvero, trasformando la commedia in un “noir” che però, ben presto, tornerà a volgere in commedia. Non si ride troppo e il film è forse datato, ma la bravura dei De Filippo (maestri teatranti) non si discute e chi è affezionato a un certo tipo di commedia all'italiana non resterà deluso. Soprattutto nella seconda parte (la durata totale è di poco superiore all’ora) il film si rianima, con i duetti dei due fratelli e il precipitare degli eventi. Il bianco e nero è un po' impastato, ma non è certo questa un'opera di alto valore tecnico, perché anche il solitamente discreto Carlo Ludovico Bragaglia pare limitarsi a una scarna regia televisiva. Giorgio De Rege è Ernestino, l'amico scemo di Peppino.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 13/10/12 23:39 - 4251 commenti

Breve film (appena sopra i 60') del periodo bellico, non indimenticabile, ma non privo di una certa simpatìa, con i due fratelli De Filippo, ovviamente bravissimi. Alla fine dei conti la trovata è solamente una, ma è una di quelle che valgono. Da citare una giovanissima Clelia Matania e un già bravo Alberto Sordi (notare come, nel gruppo degli amici del protagonista, sia senz'altro il migliore nell'aggiungere alle non numerose battute vari piccoli gesti ed espressioni che riempiono il piccolo ruolo).
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Rambo90 10/12/10 16:19 - 5295 commenti

Quasi dimenticato film dei fratelli De Filippo. È una piccola commedia (dura molto poco e il valore della regia di Bragaglia è qui quasi nullo) dal ritmo molto spedito e dai dialoghi particolarmente veloci. Il vero protagonista è Peppino, perfetto nella parte del Casanova vanesio e bugiardo, mentre Eduardo si limita a quattro o cinque pose rubando ogni tanto la scena al fratello (soprattutto nel finale). Da riscoprire perché è un film che comunque ancora oggi risulta molto godibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il "fantasma" di Pachialone.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Rigoletto 1/9/15 19:36 - 1213 commenti

Altro film "di guerra" dei fratelli De Filippo, articolato in maniera curata e intelligente. Forse non divertentissimo anche a causa del ruolo più serioso interpretato da Eduardo ma comunque potabile, nella sua semplicità. La storia è di chiara derivazione teatrale e l'impostazione di Bragaglia lo conferma pienamente, lasciando libertà ai protagonisti senza aggiungere nulla di suo. Nel cast anche un giovanissimo Alberto Sordi.
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)

Tarchetti 3/2/17 18:45 - 34 commenti

Grande commedia dei fratelli De Filippo che gira intorno alle avventure di Peppino, benestante e farfallone, che vanta le sue qualità di latin-lover con gli amici (tra i quali un Alberto Sordi agli inizi e il mitico Giorgio De Rege, uno dei due "Fratelli De Rege", popolare duo comico di avanspettacolo Anni Trenta-Quaranta). Eduardo sarà la persona che metterà (almeno per il momento) fine alla carriera di farfallone di Peppino con un abile stratagemma e nel finale si svela anche il giallo dell'omicidio di un uomo del paese, in cui Peppino viene coinvolto.
I gusti di Tarchetti (Horror - Thriller - Western)