Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• 6. TUTTOTOTò: TOTò CIAK

All'interno del forum, per questo film:
• 6. Tuttototò: Totò ciak
Dati:Anno: 1967Genere: comico (bianco e nero)
Regia:Daniele D'Anza
Cast:Totò, Gordon Mitchell, Ubaldo Lay, Mario Castellani, Gianni Morandi, Bobby Solo, Anna Identici, Margherita Guzzinati, Gidiuli, Richard Anthony, Daniele Vargas
Note:telefilm di 50minuti; della serie "Tuttotò". Aka "Totò ciac".
Visite:819
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Trasmesso per la prima volta sul Programma Nazionale l’8 giugno 1967 alle 21:00, TOTO’ CIAK fa parte della serie televisiva TUTTOTOTO’ ma non è una vera e propria farsa come in quasi tutti gli altri casi. E’ invece una sorta di “special” (la durata è sempre di 50 minuti) che, presentato da Margherita Guzzinati, analizza attraverso qualche finta intervista per la strada i gusti cinematografici degli italiani individuando tre filoni cinematografici da parodiare. Il primo è quello spionistico: ecco allora Totò novello 007 che, in un lussuoso albergo con piscina preso di peso da GOLDFINGER, incontra il “collega” tenente Sheridan (Ubaldo Lai) per una missione. Dovrà recuperare un microfilm in possesso di un uomo di Pechino (da cui il facile equivoco col cane “pechinese”). Sono due o tre sketch di scadente fattura, intervallati da numeri musicali o prolungate sparatorie tra gli avversari di Totò/007. Si passa poi al filone dei cosiddetti musicarelli, giustamente definiti senza trama e rappresentati da un'unica esibizione canora di Gianni Morandi. L'altra parodia riguarda gli spaghetti western. Introdotta da Maurizio Graf che canta “Angel face” di Morricone (da UNA PISTOLA PER RINGO), ci mostra subito Totò in tenuta da attempato cowboy che, dopo una “conta” con gli altri fratelli McGregor (primo breve sketch) va nel saloon a trovare Ringo (Gordon Mitchell) per sfidarlo a duello (vi troviamo la gag classica delle pallottole fermate con i denti, le orecchie...). Un livello generale bassissimo, con un Totò palesemente stanco e fuori forma, doppiato in alcuni momenti da un rozzo imitatore dalla voce ben più bassa. Chiude Bobby Solo che canta in abiti western. Resta buona l'idea di mostrare Totò vestito da James Bond o da pistolero.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Il Gobbo 27/9/09 18:46 - 3004 commenti

Peccato: titolo fondamentale (sulla carta) in chiave storica, colmando una grave lacuna nel filone parodistico di Totò (appunto gli spy e lo spaghetti-western) ma con una certa penuria di idee, e del resto il principe ormai è allo stremo delle forze (e Croccolo stavolta doppia maluccio). Però è bello vedere Graf che canta "Angel face", e un certo rimpianto per il mancato "Totò contro Ringo" c'è.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Minitina80 15/4/15 10:00 - 1638 commenti

In questo episodio Totò fa il verso, in due distinte situazioni, al celebre 007 e successivamente allo spaghetti western. Entrambi gli sketch sono intervallati da brani musicali, ma poco importa perché è tutto alquanto disarmante e povero. Le parodie non fanno affatto ridere e non hanno nulla di interessante per cui valga la pena vederle. Da evitare.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Dusso 20/1/14 12:38 - 1523 commenti

Purtroppo un episodio molto mediocre, con qualcosa da salvare (l'incontro con Ubaldo Lay e il finale con Gordon Mitchell). Esibizioni musicali volendo anche interessanti, ma forse si poteva fare di più o cambiare qualcosa nella terrificante resa dei conti tra le due gang rivali e anche nel lungo monologo di Totò ai suoi fratelli.
I gusti di Dusso (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Gabrius79 11/7/14 0:13 - 1042 commenti

Oramai Totò era sul viale del tramonto e anche questo episodio testimonia la stanchezza dell'attore, che regala piccole gag che tutto sommato sono deboli e di scarso mordente. A fargli da contorno le presenze di Lay, Mitchell e Castellani e alcuni giovani cantanti di successo tra cui Morandi e Bobby Solo, ma tutto ciò serve a ben poco. Peccato.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Smoker85 24/7/10 15:08 - 314 commenti

Come per Totò a Napoli, un episodio atipico, con Totò presente sono in alcune fasi, come intermezzo rispetto ai contenuti documentaristici-giornalistici. A differenza dell'altro epsiodio citato, ci si annoia di meno perché il Principe è presente di più, con numeri eterogenei che fanno il verso a western e film di spionaggio. Il risultato è comunque modesto.
I gusti di Smoker85 (Commedia - Drammatico - Fantastico)