Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MAI CON LA LUNA PIENA

All'interno del forum, per questo film:
Mai con la luna piena
Titolo originale:The Boy Who Cried Werewolf
Dati:Anno: 1973Genere: horror (colore)
Regia:Nathan Juran
Cast:Kerwin Matthews, Elaine Devry, Scott Sealey, Robert J. Wilke, Susan Foster, Jack Lucas, Loretta Temple, George Gaynes, Paul Baxley
Note:Ultimo film del regista, morto nel 2002 per cause naturali
Visite:762
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/6/07 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Ciavazzaro
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Undying
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Puppigallo


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 6/4/09 3:00 - 3875 commenti

Sulla via del divorzio Robert (Kerwin Matthews) s'appresta a passare il fine settimana in compagnia del figlio, in una casetta perduta tra i boschi. Durante una passeggiata un licantropo ferisce l'uomo, accorso in difesa del bambino (l'unico che sostiene trattarsi di lupo mannaro). Quando un gruppo di Jesus Freaks s'accampa nei paraggi, durante le notti di Luna piena Robert avrà di ché divertirsi. Due sono i temi dell'epoca trattati tangenzialmente all'horror: la contestazione (il gruppo di pacifisti) e il divorzio (cagionato dall'emancipazione femminile); affrontati però in maniera ridicola.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Puppigallo 29/3/09 12:09 - 4319 commenti

Tirato come una gomma da masticare, per colpa di una sceneggiatura palesemente da telefilm, si avvale almeno di una regia quasi dignitosa, che però non riesce a salvare la pochezza di una storia, dove l'unico motivo di un certo interesse è il rapporto tra padre e figlio, prima di affetto e poi di paura, da parte di quest'ultimo, nel momento in cui scopre che il padre è decisamente cambiato. Il make-up del licantropo lascia parecchio a desiderare, soprattutto perchè, in alcune inquadrature, assume più le fattezze di un babbuino mannaro. Velo pietoso sul predicatore hippy (una macchietta).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il licantropo, stile Hulk, fa schiantare auto e ribalta una mega roulotte.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Ciavazzaro 17/6/07 17:47 - 4722 commenti

Horror licantropesco, molto bistrattato, è invece un più che dignitoso horror, che però sbaglia nell'usare l'ambientazione con gli hippie. Comunque Nuran dirige con cura e la sequenza iniziale, col licantropo Paul Baxley, è da vedere. Buona la musica, finale assai scontato.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)