Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MIO DIO, COME SONO CADUTA IN BASSO!

All'interno del forum, per questo film:
Mio Dio, come sono caduta in basso!
Dati:Anno: 1974Genere: commedia (colore)
Regia:Luigi Comencini
Cast:Laura Antonelli, Alberto Lionello, Michele Placido, Jean Rochefort, Ugo Pagliai, Rosemary Dexter, Karin Schubert, Michele Abruzzo
Note:Aka "Mio Dio come sono caduta in basso!"
Visite:1542
Il film ricorda:Il viaggio della sposa (a Ruber)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/6/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 7/6/07 18:31 - 4326 commenti

Sproporzionato. A leggere il cast si pensa ad una grande pellicola, ma il risultato finale è insoddisfacente. Commedia degli eccessi sin dall’assunto iniziale, non raggiunge risultati credibili né in divertimento né in fluidità. Ed è un peccato, perché ci sono gli attori, l’ambientazione, lo sforzo produttivo. Ma qua e là si salta troppo sopra le righe (diciamo pure dannunzianamente), a partire dallo stesso Lionello, continuando con alcuni (troppi) dialoghi, per finire con la figura della Schubert. Esiste un remake hard: "A Scent of Heather".

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'apparizione di D'Annunzio (solo il volto).
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 4/5/09 21:25 - 3875 commenti

Coppia di sposi, Eugenia e Raimondo, scopre dopo le nozze d'esser frutto dei medesimi genitori: fratello e sorella, dunque. Tacendo a tutti della scabrosa situazione, i due iniziano a "convivere" come tali, sino a quando le esigenze sessuali di Eugenia inducono quest'ultima tra le braccia del rozzo, ma piacente, autista di famiglia. Grandioso cast che però funziona malamente, osteggiato da una sceneggiatura troppo altalenante a causa di un ritmo ora "serioso", ora evasivo. Il film non prende mai posizione, al pari del successivo, e simile per risultato conseguito e per cast, Divina creatura.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 27/1/15 17:13 - 5737 commenti

Si sono prodigati in forbitezze linguistiche (si cita ripetutamente D'Annunzio), costumi e décor lussuosi per ricostruire un'atmosfera da Belle époque, ma aperto questo invitante involucro la materia è bassa, di stampo boccaccesco, e per di più svolta in modo pesante e impacciato, negligendo il brio richiesto dai tempi comici. Gli intenti di satira sulla sessuofobia e la perdita dell'onore dei siculi e sulla borghesia decadente colpiscono a vuoto, mentre i grossi nomi del cast si arrestano a prove di gran lunga inferiori a quelle altrove sostenute. Un Comencini flop.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lionello guarda rassegnato l'Antonelli in sottoveste la prima notte di nozze, dopo aver appreso che è sua sorella.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Caesars 15/4/11 8:53 - 2409 commenti

Deludente. Peccato perché il cast attoriale è di tutto rispetto e l'impegno a livello produttivo è assai elevato, ma il risultato finale è ben inferiore a quanto ci si possa aspettare. L'inizio è anche abbastanza convincente ma ben presto la situazione si fa statica e ripetitiva, con scene tirate troppo per le lunghe. Rimane la buona prova dei protagonisti, una cura realizzativa davvero encomiabile e, soprattutto, la bellezza della Antonelli: veramente mozzafiato.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Daidae 9/2/12 22:46 - 2537 commenti

Frizzante e divertente commedia ben diretta da Luigi Comencini. Nel cast la parte del leone la fa Laura Antonelli, con il suo fisico veramente da urlo, bene anche Michele Placido e soprattutto Alberto Lionello. Non è certo un capolavoro, ma un film che prende la piena sufficienza, da riscoprire.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Laura Antonelli: "Nettami! Purificami!".
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Stefania 21/7/11 16:41 - 1600 commenti

Uno spunto boccaccesco (giovane sposa costretta a restare vergine: come si regolerà?), linguaggio dannunziano portato volutamente sopra le righe con effetto parodistico, facce da commedia all'italiana: esiti non sgradevoli ma certo mediocri. Forse Comencini vuole raccontare, con tonalità farsesco-scollacciate, una storia di liberazione femminile, in un preciso contesto storico-geografico (le conquiste coloniali in Africa, la Sicilia ancora gattopardesca, la Parigi libertina), ma ciò che resta del film sono la polposa Antonelli e la solida, competente caratterizzazione di Placido. E' poco...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La voce narrante dell'Antonelli che chiosa la storia: lessico dannunziano, dizione sicilianissima!
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Faggi 19/12/18 23:00 - 1344 commenti

Incredibilmente deludente. Tutto fumo e niente arrosto (dove il fumo è l'apparato tecnico-produttivo, attori compresi; e l'arrosto è l'umorismo che ci si aspetta da una commedia). Quindi Comencini inciampa e cade; obnubilato da chissà quale intento. Regnano la scontatezza e la faciloneria da fotoromanzo, la noia fa spesso (molto spesso) capolino, non si ride (ed è grave); c'è del lezio (la voce off di Laura Antonelli, per esempio). Infine la domanda che ci si fa è quella che non ha bisogno di risposta: "Perché?".
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)