Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL SOLCO DI PESCA

All'interno del forum, per questo film:
Il solco di pesca
Dati:Anno: 1976Genere: erotico (colore)
Regia:Maurizio Liverani
Cast:Martine Brochard, Gloria Guida, Alberto Terracina, Emilio Cigoli, Roy Bosier, Rita Corradini
Visite:3998
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/5/07 DAL BENEMERITO HOMESICK

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 1/11/08 1:19 - 4452 commenti

Pretenzioso, ma anche più tedioso che pretenzioso. Occorre sopportare frasi come "Da quando mi hanno tolto le tonsille non ti amo più" (poteva forse dirlo la Lovelace...) o dialoghi tipo "Non è ancora sazio?" "Civis romanus sum!". Lo si guarda fino in fondo, nonostante l'inespressività di Alberto Terracina, grazie alle fantastiche grazie della Guida (qui demi vierge) e alla ancor più fantastica voce del grandissimo Emilio Cigoli, zio prete! Tutto il resto è noia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ogni apparizione di Cigoli: con quella voce, può dire quel che vuole.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 13/11/07 2:12 - 3875 commenti

Maurizio Liverani, alla seconda (e ultima) regia, mette in essere un "suicidio artistico". Regista colto, intellettuale ed estraneo alla -apertis verbis- "volgarità". Così, mentre il tema erotico viene messo alla berlina, l'ilarità si ammanta di toni bassi (stonati) e alti (nelle corde dell'autore). Il "solco di pesca" che più viene assaporato, scrutato, rapito dall'obiettivo è quello della bionda (ma dal pelo nero) ventunenne (all'epoca) Gloria Guida, in grado di mettere in fila una lunga serie di méntule erette...
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 22/5/07 18:42 - 5737 commenti

"Gluteologico" e continuamente sospeso tra piacere carnale e sensi di colpa, è un bel saggio del particolare stile registico di Liverani, molto coreografico, teatrale, ironico, satirico, con frequente accompagnamento musicale. Splendide la Brochard e soprattutto la Guida, che offre generosamente il suo irresistibile "solco di pesca" (e tutto il resto...); memorabile Cigoli nei panni del prete non troppo casto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La grottesca sequenza del teatro d'avanguardia, tratta da uno spettacolo di Quadrucci e Camilleri.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Vstringer 5/12/09 2:25 - 349 commenti

Velleitario saggio sulla pigofilia e sul senso di colpa generato dalla trasgressione, fino ad una scelta radicale. Grandi ambizioni (mal riposte, però) per Liverani, che infarcisce la pellicola di riferimenti colti troppo abbandonati a loro stessi per non cadere nel fuori luogo. Il film, per giunta, è interpretato dalla coppia Terracina-Brochard che non brilla per le doti interpretative; non brilla neanche la Guida, ma è splendida e ci si può passare sopra. In definitiva, una noia mortale.
I gusti di Vstringer (Commedia - Drammatico - Musicale)

Markus 6/12/09 17:18 - 2902 commenti

Noioso quanto basta per fermare il dvd dopo pochi minuti. Tuttavia, stoicamente e anche masochisticamente, lo si può guardare. La bella Guida con una conturbante guêpière nera da me tanto apprezzata, fa alzare d'un punto la pellicola. È chiaro che senza quella meravigliosa presenza Il solco di pesca sarebbe da considerarsi estremamente mediocre (cosa che in effetti è). Dialoghi fintamente colti e con citazioni da incarto di cioccolatino, tanto per giustificare la bella inquadratura d’un deretano femminile... ma bastava? Nei meravigliosi Anni Settanta sì.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Saintgifts 26/12/15 0:15 - 4099 commenti

Forse Liverani voleva dire qualcosa che non fosse incentrato solo sul solco di pesca (omaggio a una delle parti anatomiche femminili più importanti, usata e messa in mostra come arma di seduzione), ma se così è non l'ho capito. Tra citazioni (fino alla fine), ambienti monastici (dove viene coinvolto anche Emilio Cigoli, unica presenza simpatica maschile), commedie d'avanguardia e deflorazioni rituali, il caos è totale. La Brochard si mostra con parsimonia, la Guida rimedia alla grande e si merita l'esclamativo.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Lucius  1/2/15 16:36 - 2747 commenti

Il tono leggero è l'unica cosa che ho apprezzato, impedisce di far cadere tutto in volgarità. Trattasi di un film-omaggio al deretano, descritto sempre con toni lievi. Un amore per il fondoschiena che prevarica l'inesistente sceneggiatura. Si dribblano quindi cadute di tono e facili battute, ma il senso di tutto ciò qual è? Un'operazione come questa troverà estimatori solo tra i voyeur. Ancora una volta tanta pellicola sprecata...
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Faggi 31/3/16 20:05 - 1400 commenti

Erotico-grottesco malamente rovinato, tra l'altro, dall'accozzaglia di citazioni "colte" (o pseudo-tali) presenti nei dialoghi (da soli sull'onda del senza senso). Come dire che è tutto troppo parlato; sarebbe bastato sfoltire e preferire le immagini alla scrittura per farne un film a suo modo curioso, strano e interessante. Così come ci è stato consegnato è un prodotto per cultori della sbarazzina Gloria Guida e quasi (mi riferisco alla Brochard), niente di più.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Dopo i trent'anni si perdono neuroni ma gli artisti acquistano in neutroni" (il marito della Brochard).
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Enricottta 6/12/09 17:20 - 507 commenti

Difficile arte è il parlar d'amore, figuriamoci di erotismo. Evitando accuratamente tematiche alla Impero dei sensi, sconfinamenti noir alla Baise moi o pecorecci d'antan, l'unico tentativo "sano" di trattare l'erotismo in penna d'oca. Il solco di pesca è l'assoluto oggetto del desiderio, le due attrici del film Brochard e Guida le degne rappresentanti. Il lessico usato, forse affettato e anacronistico, appesantisce il tutto ma, per me, rappresenta il vero punto di forza. La mèntula, signori.
I gusti di Enricottta (Erotico - Giallo - Musicale)