Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MA L'AMORE... Sì!

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/5/07 DAL BENEMERITO G.GODARDI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Non male, dopotutto a detta di:
    G.Godardi, Nando
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Galbo
  • Gravemente insufficiente! a detta di:
    Markus


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 25/3/16 6:58 - 11004 commenti

Commedia a forte connotazione regionale, racconta la storia di due fratelli il cui destino cambia dopo l’eredità paterna. Per certi versi ispirato alle pellicole di Almodovar, per le estreme caratterizzazioni dei personaggi e gli input passionali che li muovono, non ha la genialità di molte delle pellicole del regista spagnolo ma tende piuttosto a rifugiarsi in stereotipi dialettali solo in parte risollevati da valenti caratteristi come Tidona e Haber. Scadente la prova di recitazione degli attori più giovani.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Markus 5/12/16 16:51 - 2974 commenti

Agghiacciante ritratto di famiglia calabrese in trasferta romana per aprire un ristorante. Allo spettatore sono propinate tutta una serie di storie legate ai vari parenti con un occhio particolare ai giovani (francamente terribili) e al ruolo della Barbera (i suoi sproloqui non generano però molte risate). La sensazione del film povero traspare nelle squallide location e nella sciatteria della messinscena, ai limiti dell'amatoriale. Haber come al solito sprecato.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

G.Godardi 22/5/07 17:55 - 950 commenti

C'è molta carne al fuoco in questa commedia. Vi si narrano le avventure di una famiglia calabrese che causa una grossa eredità si trasferisce a Roma. Parte molto bene con un inizio alla Germi, personaggi, situazioni e ambienti sono caricaturali come nei suoi film. Quando si passa a Roma invece prende la strada di un Virzì, mix tra Caterina e Ovosodo, poi improvvisamente sprofonda in un grottesco-surreale alla Almodovar. Caratterizzato da una fotografia squillante, indubbiamente ben realizzato. Purtroppo i vari elementi non sono ben coagulati tra loro.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Barbera che scopre l'omosessualità del figlio, una bella prova drammatica. Il cameo dello stracultiano Ferri.
I gusti di G.Godardi (Horror - Poliziesco - Thriller)

Nando 16/5/11 11:48 - 3350 commenti

Commedia grottesca con risvolti sentimentali che punta sul macchiettistico edulcorato. Svariati i temi della narrazione che vanno dall'amore omosessuale giovanile sino all'arcaismo culturale del padre calabrese. Cast lievemente patinato ma discretamente omogeneo in cui Tidona emerge con battute in slang calabrese.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)