Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA ORCA

All'interno del forum, per questo film:
La orca
Dati:Anno: 1976Genere: drammatico (colore)
Regia:Eriprando Visconti
Cast:Michele Placido, Rena Niehaus, Flavio Bucci, Bruno Corazzari, Vittorio Mezzogiorno, Adriano Amidei Migliano, Livia Cerini, Anna Canzi
Note:Ha avuto un sequel: "Oedipus Orca"
Visite:4388
Filmati:
Approfondimenti:1) LA MOSTRA PERMANENTE DEI 45 GIRI DI LUCIUS
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 14
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/5/07 DAL BENEMERITO HOMESICK POI DAVINOTTATO IL GIORNO 12/7/07


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 25/3/09 1:30 - 3875 commenti

Gino, Paolo e Michele (calabrese emigrato a Pavia) sono tre spiantati sequestratori alla ricerca di soldi facili. Per raggiungere lo scopo rapiscono Alice, figlia d'un ricco industriale. Segregata in uno squallido cascinale, la ragazza avvia un gioco di seduzione perverso con Michele, deputato a sorvegliarla. Tra carceriere e prigioniera si forma un controverso rapporto d'amore/odio. Un dramma dalle tinte fosche, ben orchestrato da Visconti che può avvalersi, in questo caso, di un'ottima coppia d'interpreti, calati con perversa coscienza nelle parti (intercambiabili) di vittima e carnefice.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: l'espletamento dei bisogni fisiologici di Alice, sotto gli occhi dell'aguzzino/amante.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 18/5/07 18:40 - 5737 commenti

Labili considerazioni sul condizionamento (anche psicologico) della borghesia pingue sulla classe proletaria intervallano un rapporto vittima-carnefice messo in scena in modo crudo e ipernaturalistico con netta prevalenza dell'effetto scabroso delle immagini (espletazione di bisogni corporali e masturbazioni incluse) sugli infrequenti dialoghi. Ben delineati ma volatili i personaggi: la ninfetta Niehaus terribile come il cetaceo, l’incerto Bucci, l’irruente Corazzari e il debole Placido con le sue rêveries erotico-marinaresche, in cui spicca la vena più autoriale del nipote di Luchino.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Placido che masturba la Niehaus, sedata e dormiente; l'investimento del cieco.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 6/5/12 0:32 - 7009 commenti

Quel che si dice, “sbobba” d’autore. Prevedibilissimo (ed è un eufemismo) negli sviluppi narrativi (con finale, ma non solo, che si capisce già a metà pellicola); pedestre nel modo di trattare la tematica principale (quella del rapporto vittima-carnefice); risibile e qualunquistico nel tratteggiare i personaggi ed il loro “ambiente”. Non basta chiamarsi Visconti per fare del buon cinema. Trascurabile.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Capannelle 1/10/10 15:00 - 3570 commenti

Da un soggetto classico (il rapporto tra rapita e carceriere) che poteva risultare interessante per ambientazioni e attori impiegati, un film che la regia non ha saputo ravvivare lasciando l'impressione di fatti slegati fra loro e ripresi in modo troppo statico. Diciamo che una visione non è assolutamente sprecata perché non è un racconto banale e percorre più il psicologico che l'azione; con il personaggio di Placido che tenta di elevarsi dagli schemi. Però nel complesso il film non è coinvolgente. Bruttino il doppiaggio della Niehaus. **
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Herrkinski 21/9/13 1:48 - 4401 commenti

Strano film, incerto tra dramma autoriale e noir provinciale. Azzeccatissime le grigie location di una uggiosa Pavia settantiana e della rispettiva provincia, nonchè l'ambientazione tetra e scarna della casa di campagna, che mette gli attori in una situazione da pièce teatrale; non male Placido, ambigua la Niehaus (doppiata però in modo davvero discutibile), sempre bravo Bucci. A parte due o tre scene forti però il film non ha grandi sviluppi e alla fine della visione non lascia particolarmente convinti, pur senza annoiare troppo. Singolare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La masturbazione; Il finale.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Daidae 6/12/09 9:34 - 2589 commenti

Buon dramma psicologico che si incentra tutto sul rapporto vittima-carnefice anche se Placido è veramente ridicolo nei panni di un carceriere che sembra più una tata. Il film è comunque buono, perfetta la prova della Niehaus, bene anche il cast maschile. Forse Placido un po' fuori ruolo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale, la masturbazione.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Pinhead80 4/11/15 17:20 - 3454 commenti

Un gruppo di balordi rapisce una giovanissima studentessa per chiedere in riscatto un cospicuo numero di quattrini. Le cose prenderanno una piega imprevedibile. Il film è praticamente girato quasi tutto all'interno del capanno dove viene custodita la giovane vittima, ma la trama non ne risente, anzi. La cosa che mi ha colpito maggiormente è che si tratta di una storia di poveracci che vivono di espedienti ma che si trovano di fronte a qualcosa di più grande di loro. Visconti riesce nel tentativo di dare umanità a una storia di per sé crudele.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Fauno 8/6/11 10:42 - 1815 commenti

No... zero più zero uguale a zero e finale ovvio... Quando in un film impostato su un rapimento e una prigionia l'unica cosa che tocca (il suo giusto!) è il racconto su di una bambina con l'otite purulenta da rischiare la sordità, vuol dire che il film fa acqua da tutte le parti. Lasciam perdere il nudo e le scene simil-hard, ma anche se il cambiamento di espressione della Niehaus è memorabile, non può risollevare da solo le sorti di un film davvero scadente. Per fortuna il seguito sarà molto migliore...
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Nicola81 28/7/14 13:56 - 1676 commenti

Più ambizioso che effettivamente riuscito, questo dramma psicologico incentrato sul rapporto che si instaura tra una ragazza rapita e il suo carceriere. Visconti dirige con apprezzabile realismo, ma a lungo andare la sceneggiatura diventa ripetitiva e l'unica componente che poteva vivacizzarla (quella poliziesca) viene liquidata in poche battute. Dialoghi scarni, ambientazioni fatiscenti e un buon cast in cui spicca Rena Niehaus, spesso nuda e capace di passare con disinvoltura dall'innocenza perversa alla spietatezza.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'investimento del boss cieco; Il finale.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Stefania 5/12/10 2:28 - 1600 commenti

Il lusso discreto della borsetta in coccodrillo di Alice: al suo interno, foto di una vacanza in barca a vela... Placido, sequestratore-sequestrato (non può allontanarsi dal covo), sogna il mare della sua adolescenza, un orizzonte di libertà si spalanca nel claustrofobico grigiore del nascondiglio. Quest'unica sequenza impreziosisce il film, buona crime-story con regia d'autore, storia di una manipolazione psicologica, di un odio muto e di un amore illusorio come il sogno di una rinascita. Storia maledetta e maledettamente prevedibile, proprio come certi destini.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Molto bella la scena - violentissima - dell'uccisione del boss cieco, investito con un'auto.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Dusso 7/5/11 11:19 - 1533 commenti

Indubbiamente un film non facile, poiché il semplice soggetto era adattissimo per un film di "genere" con inseguimenti ecc. mentre Eriprando Visconti punta in alto ed il film risulta un pochino lento con tante cose non spiegate ma con un suo fascino molto particolare.
I gusti di Dusso (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Motorship 8/5/14 17:52 - 567 commenti

Discreto dramma psicologico incentrato soprattutto sul tema del rapporto vittima-carnefice. Il film ha un ritmo abbastanza blando che però non toglie affatto interesse alla pellicola, in quanto ci sono anche scene molto cruente e forti che rimangono impresse nonché un'atmosfera fosca e quasi torva. Poche le scene d'azione, buona la prova della bellissima e quasi sempre nuda Rena Niehaus (che ha le physique du role per la parte), poco convincente Bucci, ancor meno Placido, benissimo invece Corazzari.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena della masturbazione; Il finale.
I gusti di Motorship (Comico - Drammatico - Western)

Samdalmas 7/6/15 13:22 - 284 commenti

Se non fosse stato diretto dal nipote di Visconti probabilmente oggi nessuno si ricorderebbe di La Orca, che ebbe anche un sequel. La storia morbosa di una ricca ragazza del Nord (Rena Niehaus) e il suo carceriere meridionale (Placido) avrebbe meritato un maggiore approfondimento. Eriprando Visconti è indeciso tra velleità d'autore e thriller erotico. Non aiutano dialoghi come: "Ti chiami Alice, come le alici...". La Nienhaus fu una vera rivelazione. Musiche del Guardiano del Faro.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Placido che masturba la ragazza nel sonno.
I gusti di Samdalmas (Musicale - Poliziesco - Thriller)

Victorvega 3/6/15 15:38 - 183 commenti

Ambizioso film drammatico che cerca una sua originalità sviluppando i rapporti psicologici tra rapito e rapitore invece di indugiare sull'azione. L'andamento è però disomogeneo: a una prima fase prettamente d'azione (la migliore) ne segue una centrale troppo lenta e uno sviluppo finale sviluppato in maniera debole con un cambio di prospettiva che lascia irrisolte e non sviluppate cose abbozzate all'inizio (vedi i dettagli sulla famiglia di Bucci). Buon realismo, attori nella parte.
I gusti di Victorvega (Giallo - Poliziesco - Thriller)