Cerca per genere
Attori/registi più presenti

I RUGGENTI ANNI 20

All'interno del forum, per questo film:
I ruggenti anni 20
Titolo originale:The Roaring Twenties
Dati:Anno: 1939Genere: gangster/noir (bianco e nero)
Regia:Raoul Walsh
Cast:James Cagney, Priscilla Lane, Humphrey Bogart, Gladys George, Jeffrey Lynn, Frank McHugh, Paul Kelly, Elisabeth Risdon, Edward Keane, Joe Sawyer, Joseph Crehan, George Meeker, John Hamilton, Robert Elliott, Eddy Chandler
Visite:856
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/5/07 DAL BENEMERITO FLAZICH

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 28/2/11 18:19 - 10732 commenti

Uno dei migliori "gangster movies" realizzati dal cinema americano; la storia di tre reduci della prima guerra mondiale che prendono strade diverse tra giustizia e delinquenza è narrata dal regista Raoul Walsh con un grandissimo ritmo ma nello stesso tempo con una notevole attenzione alla caratterizzazione dei personaggi. Ottimo il cast con i grandi Cagney e Bogart.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Cotola 12/7/08 17:17 - 6835 commenti

Film sul gangsterismo dal ritmo molto veloce (forse anche un filino troppo) e godibile la cui pecca però è quella di non coinvolgere eccessivamente lo spettatore. Se si pensa al nome del regista (un grande) sicuramente abbastanza deludente anche perché va detto che gli anni non sono passati invano, per questa pellicola. Anche la sceneggiatura non funziona alla perfezione. In ogni caso uno spettacolo decisamente valido.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 24/1/19 9:57 - 7558 commenti

Tornati in patria, tre reduci si trovano a vario titolo invischiati nel traffico di alcolici, diventato fonte di enormi guadagni dopo l'emanazione di leggi restrittive sul suo consumo... Walsh dirige un gangsteristico classico con piglio quasi documentario, mettendo bene in risalto sia le difficoltà di reinserimento degli ex soldati che le conseguenze nefaste del proibizionismo. Il protagonista assoluto è Cagney, uomo onesto spinto a delinquere per la mancanza di prospettive, mentre Bogart interpreta il ruolo del malvivente infido e senza scrupoli, per lui abituale ad inizio carriera.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Flazich 13/5/07 14:06 - 658 commenti

Gli anni 20 visti attraverso gli occhi di un reduce che diventa gangster per caso. L'amore, il proibizionismo, il potere lo fanno sentire onnipotente e non si accorge della fragilità della situazione. Il crollo di Wall Street nel '29 ridimensionerà tutto. Orrimo film che getta uno sguardo, seppur breve, nell'America del proibizionismo. Grande cast: immenso James Cagney nei panni del gangster. Bravissima Priscilla Lane. Sicuramente da vedere.
I gusti di Flazich (Fantascienza - Poliziesco - Thriller)

Rambo90 8/6/17 17:26 - 5477 commenti

Gangster movie di grande impatto, invecchiato abbastanza bene negli anni soprattutto grazie al ritmo molto veloce imposto dalla regia di Walsh. Il personaggio di Cagney è caratterizzato molto bene e interpretato ancora meglio, funge da vero e proprio catalizzatore per il coinvolgimento emotivo dello spettatore, contrapposto al canagliesco Bogart un po' come anni dopo accadrà in C'era una volta in America. Un po' inutili gli intermezzi canori, ma sicuramente un film ancora oggi notevole.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 12/5/11 0:07 - 4099 commenti

Iniziato da Anatole Litvak, quello che è considerato l'ultimo dei gangster movie prima di passare ai noir anni '40 '50. Portare a casa la pelle dalle trincee della Grande Guerra per poi non essere minimamente considerati in patria. Questi, assieme al proibizionismo, vero nucleo di tutta la storia, fino al crollo delle borse del '29, sono l'ambiente e la realtà che condizionerà il comportamento dei protagonisti. Ottimi interpreti con un perfetto Cagney cattivo-buono e un Bogart, vero cattivo e ancora comprimario. Regia svelta e buona sceneggiatura.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)