Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LE FATE

All'interno del forum, per questo film:
Le fate
Dati:Anno: 1966Genere: commedia (colore)
Regia:[4e] Luciano Salce, Mario Monicelli, Mauro Bolognini, A. Pietrangeli
Cast:Monica Vitti, Enrico Maria Salerno, Claudia Cardinale, Gastone Moschin, Raquel Welch, Jean Sorel, Pia Lindstrom, Alberto Sordi, Capucine, Olga Villi, Gigi Ballista, Anthony Steel
Note:Episodi: "Fata Sabina" (Vitti), "Fata Armenia" (Cardinale), "Fata Elena" (Welch), "Fata Marta" (Sordi)
Visite:1816
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 13
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 12/2/12 14:46 - 4483 commenti

Quattro episodi tutti stiracchiati, indipendentemente dallo loro lunghezza, perché tutti basati su una sola idea. Annoia presto quello con la Vitti e Salerno (*½), nonostante la bravura degli interpreti. Eccessivo quello con la Cardinale e Moschin (*½), con un riscatto nel finale all'aeroporto. Molto brutto quello con la Welch (stupenda) e Sorel: la cosa peggiore di Bolognini che io conosca (*½, pure scarso). Si salva quello con Sordi e Capucine (** abbondante), ma sa troppo di già visto, addirittura da un celeberrimo film di Chaplin.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Homesick 16/12/07 17:16 - 5737 commenti

Quattro episodi dedicati a vizi, debolezze e malizie del mondo femminile. Nonostante le regie professionali e l’impiego di interpreti di gran rilievo e carisma che danno il meglio di sé (soprattutto la Vitti e Sordi), ogni singolo segmento diventa presto monotono e stucchevole e nel complesso non si riesce a costruire una comicità brillante e coinvolgente.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 15/8/17 20:22 - 7078 commenti

Film, misogino, costituito da quattro episodi di qualità medio bassa: il migliore del lotto è l'ultimo(**!), grazie soprattutto ad un Sordi in gran forma, seguito dal primo (**) che pur stiracchiato presenta un finale abbastanza riuscito ed una Vitti pregevole. Nel mezzo l'episodio della Cardinale (*!) che, per quanto troppo esagitata, è la più bella delle fate, per chiudere con quello di Bolognini (*!) che è il peggiore di tutti e forse il punto più basso della carriera del regista. Considerati i grandi nomi coinvolti, una delusione.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 25/2/17 15:12 - 8229 commenti

Fra tutte le commedie antologiche del periodo, questa non è certo fra le più riuscite, nonostante i grossi nomi coinvolti. Se non va oltre la barzelletta sconcia il primo episodio di Salce con Vitti, quello di Monicelli risulta addirittura fastidioso per la prestazione esagitata di Cardinale. Occorre superare l'inconsistente duetto fra belli a firma Bolognini per scovare l'unico episodio degno di nota, diretto da Pietrangeli: anche qui il personaggio femminile fa una pessima figura, ma è affiancato da Sordi in forma smagliante nella parte del cameriere sedotto dalla glaciale padrona.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ancora in pigiama, Sordi serve la colazione a letto a Capucine.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Ciavazzaro 1/9/08 12:41 - 4729 commenti

Un altro ottimo film a episodi. Notevole sia sul versante registico che su quello degli attori (Sorel, Sordi) e delle attrici. Molto ben fatto l'episodio con Sordi autista che fa l'amore con la padrona quando lei è ubriaca. Curioso quello con Jean Sorel, ottimo il primo con la coppia Vitti-Salerno, abbastanza inutile quello con la Cardinale.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Markus 14/8/17 18:33 - 2953 commenti

Commedia a episodi dal fiato corto solamente sostenuta dalla bellezza delle attrici (le fate, appunto). "Fata Sabina" (*!): ennesima Vitti nevrotica per una storia poco convincente (si segnala però la presenza di Salerno); "Fata Armenia" (*!): la bellezza della Cardinale in parte salva una storia fiacchssima; "Fata Elena" (**): il bel Sorel alle prese con una spocchiosa Welch assume, nel corso della vicenda, uno sviluppo interessante; "Fata Marta" (**!): il migliore del lotto, con un Sordi cameriere sedotto e bidonato dalla sua padrona.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Rufus68 18/7/17 23:17 - 2691 commenti

Quattro episodi sfiatati come una bottiglia di gassosa aperta da due giorni. I registi si dividono l'onere del fallimento in maniera equanime, anche se tra l'episodio di Salce (il più sconcertante nella sua vacuità) e l'ultimo di Pietrangeli (in cui è almeno abbozzata una storiella) esiste un qualche scarto qualitativo. Nel prix de beauté tra le fate vince la Cardinale, bellissima. Detestabili i cartoni animati a raccordo degli spezzoni.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Il Dandi 25/4/12 16:23 - 1604 commenti

Episodi a ben guardare tutti basati su un soggetto misogino e deboluccio, tuttavia aggraziati nella forma e ancora più che guardabili. Elementare quello d'apertura con la Vitti ninfomane, esasperante quello con Moschin in balìa dei capricci della Cardinale, freddo e vacuo (come gli sguardi dei protagonisti) quello con i pensieri di Jean Sorel e Raquel Welch; carino (ma ci si aspettava di più) quello finale con Sordi cameriere turbato dalla padrona, uno sketch sempreverde ripreso anche da Giannini in Sessomatto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La telefonata di Enrico Maria Salerno alla propria fidanzata, in presenza di una Vitti annoiata e incredula di non essere al centro dell'attenzione. .
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Stefania 14/4/12 2:51 - 1600 commenti

Fata Sabina è una ninfomane inconsapevole, e perciò pericolosissima; Fata Armenia è una zingara felice; Fata Elena è una Circe-Penelope; Fata Marta è un mistero buffo. Il primo episodio ha il pregio di essere breve e incisivo; il secondo stanca per l'agitazione della Cardinale e per l'esasperante passività di Moschin; il terzo riposa sugli allori della bellezza dei protagonisti, e di un finale ammiccante. E l'ultimo? Marta è una fata, ma Sordi un mago: cameriere miracolato dalla bella Capucine, non sbaglia una mossa nel valorizzare ogni sfumatura, candida e furbesca, del suo personaggio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La colazione di Capucine servita in camera da Alberto Sordi.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Alex75 27/8/19 13:43 - 611 commenti

Fiacco film collettivo, anche per la debolezza dell’idea di fondo: il contributo di Salce è poco più di uno sketch, salvato però da un felice duetto Vitti-Salerno, mentre Moschin e la Cardinale non riescono a ripetere il miracolo per l’episodio (esile, eppure dispersivo) di Monicelli. Inutile il segmento di Bolognini, il cui unico pregio è la brevità. Come spesso capita nei film di questo genere, il meglio viene da un gran finale con Sordi, qui in coppia con Capucine, diretto da Pietrangeli.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Salerno: "A Londra… ognuno si veste come vuole, chi senza scarpe, chi con la pelle di capra..." Vitti: “Come in Abruzzo”; Il caffettino a letto.
I gusti di Alex75 (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Vitgar 14/3/17 9:10 - 586 commenti

Quattro illustri registi per l'ennesimo film a episodi tipico del periodo. Il genere in sé non mi è mai piaciuto troppo e questa produzione mi sembra ancora più fragile e scialba. Quasi rappresentazioni filmiche di barzellette. Un cast di attori, sceneggiatori, registi da kolossal per una cosa da niente. Bellissime, more solito, la Cardinale e Welch, seducente Capucine, fuori ruolo la Vitti.
I gusti di Vitgar (Commedia - Thriller - Western)

Alex1988 18/7/16 18:48 - 560 commenti

Ennesima commedia all'italiana a episodi dal valore altalenante, dove stavolta la fanno da padrone le donne. La qualità delle storie non è granché, ma gli episodi con la Vitti e quello con Sordi sono forse i migliori. Non che gli altri due siano proprio inguardabili, ma si sarebbe potuto far di meglio. Discreto.
I gusti di Alex1988 (Azione - Poliziesco - Western)

Liv 24/10/16 13:20 - 237 commenti

Una pellicola di basso consumo che conta su grossi calibr i quali, tuttavia, sembrano poco interessati a perdere tempo con i quattro episodi boccacceschi dotati di trama esile esile. L'unico a impegnarsi è Alberto Sordi, nell'ultimo episodio, che sembra voler salvare le sorti di un lavoro che, a dirla tutta, non verrà nessuna voglia di rivedere.
I gusti di Liv (Animazione - Avventura - Commedia)