Cerca per genere
Attori/registi più presenti

I TRE CHE SCONVOLSERO IL WEST - VADO, VEDO E SPARO

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/5/07 DAL BENEMERITO HOMESICK

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 6/5/07 18:18 - 5737 commenti

Allegro e spensierato, riesce a dosare intelligentemente la parte avventurosa e quella comica, senza cadere nella banalità e nel cattivo gusto. Assistiamo così a situazioni divertenti (Wolff finto prete che nei suoi sermoni mescola Bibbia, Cicerone e Shakespeare, la moglie che fa rigar dritto il marito donnaiolo impenitente, il finale con la "funivia", scazzottate à la Spencer/Hill), ma anche a sparatorie dove non mancano le vittime. I modelli sono sia Leone che Giraldi.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Pinhead80 14/11/12 11:07 - 3489 commenti

I tre che sconvolsero il west sono Saxon, Wolff e Sabàto, un trio d'attori proprio niente male. Il problema però sta nella messa in scena allestita da Castellari. Pare di assistere a una brutta copia dei film di Bud Spencer e Terence Hill, in cui però neanche le scazzottate riescono a divertire a sufficienza. Che dire poi dell'insistito utilizzo dello sgangherato tema musicale che poco si addice agli eventi narrati. Con questo cast a disposizione Castellari aveva l'obbligo di fare qualcosa di più. Bocciato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ogni qualvolta si presenta una scena d'azione ecco immancabili decine e decine di piroette.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Lupoprezzo 18/11/12 13:48 - 635 commenti

Purtroppo, non solo i tre del titolo non sconvolgono per nulla, ma anche il cinema di Castellari resta sempre allo soglie della fanfaronata. Peccato, perché il tridente Sabàto-Wolff-Saxson a disposizione del regista prometteva bene, ma come al solito viene sprecato in una sceneggiatura ballerina e in una realizzazione abbastanza povera e inconcludente. L'ironia viene esasperata in un tripudio di capriole; le trovate burlesche sono spesso ridicole e stancanti (le "curiose" pistole); la buona volontà, annientata dall'approssimazione generale. Noioso.
I gusti di Lupoprezzo (Horror - Poliziesco - Western)