Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LACAPAGIRA

All'interno del forum, per questo film:
LaCapaGira
Dati:Anno: 2000Genere: drammatico (colore)
Regia:Alessandro Piva
Cast:Dino Abbrescia, Gianni Giannotti, Mino Barbarese, Dante Marmone, Nicola Pignataro, Flamour Beu, Armando Çaça, Paolo Sassanelli, Mimmo Mancini, Ionel Unguru
Note:Aka "La capa gira"
Visite:1108
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/5/07 DAL BENEMERITO GALBO


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 1/10/10 5:45 - 10960 commenti

Nonostante la forte connotazione regionale (è recitato in stretto barese ed è difficilmente comprensibile senza sottotitoli), La Capagira è un film piuttosto godibile; un tentativo riuscito di proporre uno spaccato della società meridionale più deteriore ma purtroppo drammaticamente reale adottando una cifra stilistica grottesca e una caratterizzazione ambientale di voluto squallore e povertà. Ottima la prova degli attori.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 10/10/10 9:00 - 7336 commenti

Un film piccolo ma davvero delizioso, perché si mantiene concentrato con umiltà su ciò che vuole raccontare (le disavventure di un gruppetto di piccoli spacciatori scalcagnati in una giornata piena di imprevisti) e lo fa con un sottile sostrato ironico, aiutato dall'uso del dialetto barese stretto, senza mai scadere nel grottesco, nel pittoresco o nel volgare. Insomma, la vicenda è cruda e "verista", ma fa sorridere amaramente nella perfetta delocalizzazione di una trama noir nella provincia mediterranea. Una bella opera prima.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Pinhead80 21/10/17 0:52 - 3487 commenti

In una specie di locale bar adibito a bisca clandestina e luogo di spaccio scorrono le vite di una serie di personaggi legati alla criminalità locale barese. A farla da padrone sono il degrado e la desolazione, elementi che sembrano addirittura giustificare in un certo qual senso, l'impossibilità di sopravvivere lavorando sodo e nella legalità. Piva sa dove mettere le mani per fotografare una realtà cruda e ci regala tante piccole istantanee di un mondo che sembra essere chiuso in se stesso. Tutto in lingua barese e sottotitolato in italiano.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Piero68 17/1/12 8:46 - 2663 commenti

Ci vuole coraggio a proporre un lungometraggio del genere. Evidentemente Piva ne ha da vendere, visto che come pochissimi in questi periodi riesce a proporre un vero film neorealistico. Esteticamente sporco per scelta, Lacapagira ha tutte le carte in regola per non essere criticato tecnicamente: regia, fotografia, OST. Tutto a buoni livelli. La sceneggiatura può non piacere, ma è una questione di gusti. Anche perché per quanto possa apparire una commedia, in realtà è uno spaccato tragico di alcune realtà pugliesi. Grandissimi Abbrescia e un po' tutto il cast.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Giùan 22/9/11 15:19 - 2651 commenti

Opera calata così profondamente nella realtà locale da poter aspirare a lanciare un messaggio universale proprio nella sua rozza naivetè, lontana da ogni sciocco minimalismo estetico-stilistico. Fatta la tara al mio spirito appulo partigiano, il film cerca di descrivere con sincerità un sottobosco che mi rendo conto ad alcuni potrebbe apparir bozzettistico, ma che più che criminale è in realtà più generalmente sociale. Sarebbe semmai da discutere sull'empatia nei riguardi di quell'ambiente, tale da inficiare il distacco critico. Grande Dante Marmone.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Myvincent 18/2/19 8:53 - 2317 commenti

Un gruppetto di delinquentelli amici e le loro gesta di microcriminalità, ruotano attorno a un baretto nelle visceri maleodoranti di Bari. C'è la droga, ci sono gli albanesi corrieri e poi i cellulari GSM: tutto sembra appartenere a un centinaio di anni fa. Il regista insiste sull'innocuità dei gesti, laddove c'è ancora spazio per una ruvida solidarietà fra maschi. Il dialetto barese stretto avrebbe meritato dei sottotitoli per i non meridionali.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'ispettore di polizia e la sua faccia che non si distingue da quella dei mariuoli.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Gabrius79 30/11/15 2:57 - 1117 commenti

Un film recitato in stretto dialetto barese (difatti ci sono i sottotitoli) e con un cast decisamente in forma. Il regista Piva con discreta bravura prova a descrivere in modo grottesco ma veritiero uno spaccato di vita quotidiana. Personalmente leggere i sottotitoli e seguire la storia non conoscendo bene il barese rimane un po' difficile e confusionario.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Pessoa 13/8/14 11:06 - 1003 commenti

Il regista Piva ha coinvolto i migliori caratteristi baresi che hanno accettato di partecipare gratis a questa scommessa. Ne è venuto fuori un piccolo capolavoro del Neorealismo italiano da 300 milioni di lire, con un sottobosco criminale fuori dagli stereotipi del genere e incredibilmente vero. L'uso del dialetto è senz'altro un plusvalore, fotografia "sporca" da Oscar, recitazione a livelli altissimi, regia impeccabile. Insomma, un piccolo capolavoro da riscoprire. Imprescindibile!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il dialogo fra Nicola e il poliziotto; La scena del dente; La scena a casa di Carrarmato.
I gusti di Pessoa (Gangster - Poliziesco - Western)

Macguffin 2/8/11 17:48 - 124 commenti

La piccola criminalità barese protagonista del film conduce un'esistenza mediocre in luoghi squallidi, ma viene raccontata con leggerezza. È questo contrasto (unitamente alla simpatia dei personaggi) a rendere piacevolmente agrodolce la pellicola: si sorride spesso ma con un'amarezza di fondo. I protagonisti sbarcano il lunario come possono e spesso lanciano minacce ma, perché qualcuno si faccia davvero male, deve arrivare gente "da fuori". E un treno che ti porta lontano forse è l'unica soluzione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Tramooooooon!".
I gusti di Macguffin (Horror - Poliziesco - Thriller)