Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LORNA

All'interno del forum, per questo film:
Lorna
Titolo originale:Lorna
Dati:Anno: 1964Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:Russ Meyer
Cast:Lorna Maitland, Mark Bradley, James Rucker, Hal Hopper, Ken Parker
Visite:1592
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 15
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/4/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 2/10/07 15:02 - 3875 commenti

Formalmente contenuto sull'esposizione di temi che, in seguito, saranno sviscerati con maggior determinazione da Russ Meyer: sesso e violenza (spesso grottesca e sfumata nella commedia). Il film soffre della realizzazione, effettuata in un clima storico (primi Anni Sessanta) ancora ostico al genere. Ad aggravare il risultato, comunque non del tutto trascurabile, l'utizzo del bianco e nero, che oscura il colore della pelle. Lorna è il vero nome dell'attrice "in carne" (Lorna Maitland), che si lascia riprendere in contesti piuttosto spinti.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Il Gobbo 28/4/07 17:01 - 3011 commenti

Lorna è giovane, bella e sessualmente insoddisfatta. Un giorno un evaso capita a casa sua e la stupra. Toh, scopre il piacere, ma il marito torna e... Russ Meyer prima maniera, non ancora senza freni, fornisce un efficace quadretto sudista, fra Faulkner e Flannery O'Connor, ottimamente fotografato, dall'atmosfera opprimente gravata di cupa sensualità e di senso del peccato (del resto la storia è narrata da un sinistro predicatore). Meritevole d'attenzione, anche se non ha il fascino-Z dei suoi più famosi.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Homesick 3/4/09 17:27 - 5737 commenti

Il Meyer più autoriale. Benché l’elemento erotico sia una presenza costante, questa prova in bianco e nero del regista – fotografata in uno scenario torrido e spoglio da western – sviluppa altre idee come la vitalità femminile, i tormenti maschili, la rivalità e l’amicizia virile, il razzismo, il puritanesimo, la violenza e l’"animi aegritudo" della provincia americana. Nel gran finale – della serie “Ho difeso il mio amore” – fa una rapida comparsa addirittura la Morte in persona, con tanto di cappa e falce. Cruciale il personaggio di Hopper.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 12/8/08 21:29 - 7105 commenti

Discreto film di Meyer in cui, come raramente accade nei film di questo regista, l'erotismo è più allusivo che mostrato ed è più sensuale e meno giocoso che in altre occasioni. Il risultato è comunque gradevole ed interessante per quanto inferiore ad altre sue opere. Si lascia guardare e scorre via senza intoppi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena in cui Lorna fa il bagno.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Ciavazzaro 20/6/19 1:33 - 4729 commenti

Buona pellicola di Meyer, con una notevole cura nella creazione dei personaggi e della loro psicologia. Si respirano in effetti aria da neorealismo (come nelle intenzioni del regista). Notevole (e non solo fisicamente) la protagonista, bravi anche i due trucidi compagni di lavoro del marito (fin dall'incipit). Bella ambientazione decadente, giusto il finale leggermente moralistico. Da segnalare lo stupro che si trasforma in orgasmo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo stupro nel bosco; Lorna fa il bagno; L'arrivo in anticipo del maritino; La prima scena di sesso con Lorna mezza addormentata; La lotta nella cava.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Capannelle 5/10/09 11:39 - 3587 commenti

Una storia di bifolchi invidiosi e di attenzioni mancate, quelle che la prorompente Lorna reclama da un marito ingenuo e che è pronta a ricevere dal primo che passa, guarda caso un evaso. Un po' di ruspante erotismo, una storia semplice e a tratti noiosa, dei personaggi interessanti perché "sporchi come si deve" ma che potevano essere scavati un attimo di più. Rimane uno dei suoi film più autoriali.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Matalo! 5/10/08 21:16 - 1362 commenti

Meyer prima maniera che assorbe i temi del neorealismo ma anche dei filmoni alla Tennessee Williams; le scelte figurative sono interessanti e talvolta si rimpiange questa prima maniera (specie la sequenza in penombra della protagonista) dove, pur tra la povertà dei mezzi, Meyer metteva in scena un universo periferico crudo e spietato. A pagare la naturalità della femmina, sempre ben compatibile col corso della natura. Lorna Maitland si intravede nuda mentre fa il bagno ma ciò basta a constatare che ha, ovviamente, due zinne da urlo.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

G.Godardi 8/7/08 14:57 - 950 commenti

Primo capolavoro di Meyer del suo primo periodo, quello che lui stesso definì "gotico". Influenzato dal neorealismo, soprattutto da Riso amaro (per sua stessa ammissione), è uno splendido film, a suo modo d' "autore" (vi sono anche numerose influenze dall'impressionismo francese) tanto che il regista si meritò anche l'epiteto di "Truffaut del Tennesse" (!). Quasi tutto giocato sui contrasti e i chiaroscuri della splendida fotografia (ma anche la musica non è da meno), è un film di rara bellezza, palpabile sulla pelle. Meno tette del solito, ma sempre cinico.
I gusti di G.Godardi (Horror - Poliziesco - Thriller)

Mco 6/5/14 0:01 - 2099 commenti

Meyer definisce il suo milieu cinematografico tratteggiando i contorni di un'opera che a suo modo scava il solco in terra gotica. Non possono mancare i seni fuori norma e il rapporto tra eros e thanatos (qui compare la morte impersonificata a far valere le sue ragioni). E si contempla anche una trascendenza di carattere religioso. La Maitland si mostra col petto pronto alla licenziosità (ri)trovata e è gaudente in situazioni normalmente da aborrire, avvicinando il tradimento al peccato originale e alle sue tragiche conseguenze. Interessante.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Pinhead80 20/9/09 13:22 - 3537 commenti

Tra i film del "bosomane" Russ Meyer, questo è forse quello dove l'erotismo rimane più velato e dove le rotondità dell'avvenente Lorna Maitland vengono calibrate in maniera più sobria rispetto ad altri film dello stesso regista. La trama è molto semplice, ma non sono presenti inutili lungaggini e il film si fa apprezzare per tutta la sua durata.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Lucius  14/5/10 20:58 - 2763 commenti

Lei è tanta e ha tanta voglia e questo ce la rende simpatica. È intrigante e maggiorata, sensibile e svampita. Russ Mayer realizza un film in un B/N che rende la pellicola demodè ma curiosa. Un film tutto "naturale" apprezzabile e peccaminoso, dove la protagonista è il film.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Giùan 17/6/11 13:15 - 2676 commenti

È un Meyer ancora lontano da quelle che poi diventeranno le vertigini straripanti della sua cifra stilitica (e forse della sua "maniera"), quello di Lorna. Un film (il primo realmente di successo) quasi arcadico-bucolico se confrontato con la sua futura produzione: melò rurale con pochi eccessi visivi e verbali, tutto costruito sulla delicata prorompenza di Lorna in contrasto e attrazione (come il meraviglioso b/n) con la brutalità degli uomini e la spoglia natura circostante. Formidabili le tette della Maitland.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il bagno di Lorna ovviamente.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Nicola81 2/7/19 21:57 - 1731 commenti

Un film molto breve (appena 76 minuti), girato in pochi giorni e in economia di mezzi, eppure non privo di una sua rozza efficacia, in cui il sesso funge da cartina di tornasole di un'America rurale retriva e maschilista. Guardando alla produzione successiva di Meyer, questa può essere considerata una pellicola relativamente sobria, ma agli spettatori del 1964 deve aver provocato più di un fremito. La prorompente protagonista Lorna Maitland è stata una meteora, ma avercene di meteore così...
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Luchi78 22/9/11 18:06 - 1521 commenti

Russ Meyer butta giù un film esemplare del suo stile: strane apparizioni di reverendi dall'aspetto biblico, paesaggi rurali sperduti nel nulla, strani personaggi dalle granitiche convinzioni (e dalle granitiche insinuazioni) e soprattutto grosse tette da impallare l'obiettivo della cinepresa. Immagino le espressioni del pubblico americano che a quei tempi si gustava nei cinema tale profusione di nudità femminile. Rimango comunque esterrefatto su come il cinema di Meyer sia caricaturale al punto da sembrare senza alcun senso...
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Giacomovie 19/6/10 18:36 - 1321 commenti

Tett(on)e, corna e sangue. Questo è il trinomio che riassume l'arte di Russ Meyer, il quale sa dare un contorno moralistico (grazie alla figura del "man of God" che cita passi biblici per commentare la trama) ad una vicenda troppo semplice, incentrata sulle corna del marito di Lorna. L'elegante e quasi boccacesca concezione erotica di Meyer lo distingue da altri modi più grossolani di trattare l'erotismo. Lorna Maitland, scelta per il ruolo fra oltre 100 candidate, fu una meteora. Da far vedere a chi fa coppia con donne troppo procaci. **!
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)