Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CHE FAI, RUBI?

All'interno del forum, per questo film:
Che fai, rubi?
Titolo originale:What's up, Tiger Lily?
Dati:Anno: 1966Genere: commedia (colore)
Regia:Woody Allen, Senkichi Taniguchi
Cast:Tatsuya Mihashi, Akiko Wakabayashi, Mie Hama, Hideyo Amamoto, Susumu Kurobe, China Lee, Kumi Mizuno, Woody Allen, The Lovin' Spoonful
Note:Aka "Che fai rubi?", "What's up Tiger Lily?". Con spezzoni tratti dai film "Kokusai himitsu keisatsu: Kayaku no taru" (1964) e "Kokusai himitsu keisatsu: Kagi no kagi" (1965).
Visite:611
Il film ricorda:Kung pow! (a Ryo)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Un'operazione nata in modo intelligente, con l'idea di prendere un anonimo film di spionaggio giapponese e ridoppiarlo con dialoghi inventati ad hoc per trasformarlo in una sorta di parodia/commedia. E' Woody Allen in persona (che con Louise Lasser, Mickey Rose e altri ha riscritto ex novo la sceneggiatura) a presentare il film in un prologo esplicativo: giusto un paio di minuti per spiegare come si sia proceduto, specificando fantasiosamente che anche VIA COL VENTO venne concepito allo stesso modo! L'idea, in ogni caso, è buona, ma al di là di qualche momento azzeccato si punta a un umorismo troppo contenuto quando per farci sorbire senza noia un simile concentrato di lotte, scontri a fuoco e fughe col malloppo era necessario spingere di più sul versante parodistico. Trasformare la storia originale in una caccia alla misteriosa ricetta top secret per un'insalata all'uovo è un espediente che funziona nei primi minuti, successivamente si sgonfia per assumere un cattivo gusto poco comico. Poi, è ovvio, il ridoppiaggio italiano del ridoppiaggio americano comincia ad avere connotati grotteschi e l'effetto non è certamente lo stesso. Allen ritorna per un brevissimo intervento verso la metà del film (in cui, rimproverato del fatto che la trama sia difficile da seguire, risponde con un semplice “No”), poi si diverte a giocare alle ombre cinesi sullo schermo dopo aver fermato la pellicola e ricompare nell'epilogo, steso sul divano mentre una giapponesona si produce in uno striptease durante i titoli di coda (“Se state leggendoli invece che guardare lo strip, fatevi vedere dallo psichiatra”, recitano tra l'altro). Gli insert con un'esibizione live dei Lovin’ Spoonful li volle il produttore. Inutili.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 24/10/10 15:27 - 11009 commenti

L'idea di partenza di questo film da regista di Woody Allen è buona: il ridoppiaggio in chiave comica di un film precedente (in questo caso giapponese). La realizzazione non è sempre brillante come nelle premesse: momenti carini alternati a fasi francamente pleonastiche ed inutili dove la comicità non colpisce il segno. Ci si diverte così a corrente alternata.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Daniela 22/7/16 13:49 - 8332 commenti

Operazione sulla carta stuzzicante che anticipa quella dei livornesi del Nido del Cuculo: prendere un ordinario film giapponese di spionaggio e trasformarlo, grazie ad un doppiaggio completamente reinventato e qualche scena aggiunta, nella lotta senza esclusione di colpi per il possesso della ricetta di una insalata di pollo. Peccato che, anche se baciato da un discreto successo commerciale, il risultato sia fiacco e puerile, cosa di cui lo stesso Allen, qui all'esordio come regista, si rese conto. Divertimento a gocce, diluite in un mare di noia. Solo per allen-completisti curiosi.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Caesars 29/10/07 9:06 - 2502 commenti

Sulla carta poteva risultare divertente: l'idea di prendere un anonimo film di spionaggio giapponese e di ridoppiarlo con dialoghi che ne stravolgano il senso (in questa versione tutto ruota intorno ad una ricetta per l'insalata di uova) non era male. Peccato che il risultato finale sia desolante; umorismo di serie Z che solo raramente riesce a strappare un timido sorriso (di risate vere non se ne parla proprio). Fortunatamente Woody Allen saprà dimostrare, successivamente, ben altre capacità comiche. Da vedere solo come curiosità storica.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Harrys 21/10/10 10:40 - 679 commenti

L'esordio registico di Woody Allen fa già presagire grandi cose. Un'idea brillante (ridoppiare e risonorizzare una sgangherata pellicola spionistica giapponese rendendola una commedia) e una risoluzione leggermente rozza. Le stoccate necessitano ancora di calibrazione: emergono una spropositata misoginia ed una insistita propensione al sesso, che solamente nelle seguenti opere riusciranno a trovare il giusto freno. Presente in copiose dosi una oramai consolidata satira meta-cinematografica (vedasi Zelig). Iniziatico. ***
I gusti di Harrys (Comico - Fantastico - Horror)

Fabbiu 15/5/12 13:37 - 1896 commenti

Avrà avuto un suo perché in quegli anni, ma è improponibile oggi (di doppiaggi comici Youtube ne è saturo). A mio parere alla malriuscita generale contribuisce anche il fatto che l'originale in questione (il film giapponese) non è nemmeno di per sè troppo serio, ma è anch'esso chiramente una commedia, cosicchè il gioco risulta sconclusionato. Poi chiaramente in Italia hanno ben pensato di doppiare il doppiaggio, così il prodotto finale ne esce ancora piu indebolito. Sono davvero poche le battute azzeccate (...Lincoln) e il film è decisamente noioso.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Paulaster 8/2/19 10:05 - 2399 commenti

Un film giapponese viene ridotto a parodia di spionaggio. Cambio di dialoghi che suscita simpatia ma che riesce a interessare solo per qualche battuta. La storiella della ricetta è abbastanza sciocca, ma l'aggravante è il doversi sorbire le vicende dei personaggi. Allen non morde ancora e sfrutta le avventure di questi simil-James Bond del Sol Levante; probabilmente avrà apprezzato le grazie delle signorine di turno (il finale).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La madre prostituta; Lo scambio dei soldi e la ricetta; I titoli di coda.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Minitina80 21/2/17 11:34 - 2080 commenti

Lodevole e pionieristica l’intuizione di doppiare ex novo un’insignificante pellicola di spionaggio giapponese stravolgendone il significato e cercando di buttarla sulla parodia. Qualche timido segnale di quello che verrà si intravede pure, ma è ancora tutto allo stadio embrionale e trattasi di un progetto decisamente particolare utile soltanto per affilare i denti e prendere le misure con il cinema. Ogni tanto si sorride pure, ma è riservato a chi non può proprio fare a meno di Woody Allen e vuole conoscerne ogni singolo passo.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Ryo 7/4/13 17:16 - 1926 commenti

Operazione geniale di Woody Allen. Il suo primo film per il cinema è una strampalata quanto vincente operazione, che vede lo "smontaggio", rimontaggio e doppiaggio di un film giapponese di spionaggio. Il risultato è un'improbabile parodia alla James Bond in cui la missione del protagonista è il ritrovamento di una ricetta per fare un insalata alle uova. Geniale fantasia del regista nel rendere quest'opera divertente e brillante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Vuole spiegarci meglio la trama? NO!; "I matrimoni mi fanno sempre commuovere"; Così si trattano le mamme!; Abbiamo organizzato la tua fuga...
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

R.f.e. 21/10/10 18:28 - 819 commenti

In effetti, il risultato di questa goliardata - ridoppiaggio farsesco curato da Allen di un poliziesco giapponese di Taniguchi - non è proprio il massimo della raffinatezza. A me comunque non è dispiaciuto, forse in virtù di taluni stuzzicanti particolari marginali: l'esotismo anni '60, la presenza delle due medesime attrici (Wakabayashi e Hama) del coevo Agente 007: si vive solo due volte e i titoli di coda con il casto strip-tease di China Lee, prima playmate asiatica di Playboy (nel numero d'agosto 1964).
I gusti di R.f.e. (Avventura - Azione - Erotico)