Cerca per genere
Attori/registi più presenti

VINCERE INSIEME

All'interno del forum, per questo film:
Vincere insieme
Titolo originale:The Cutting Edge
Dati:Anno: 1992Genere: sentimentale (colore)
Regia:Paul Michael Glaser
Cast:D.B. Sweeney, Moira Kelly, Roy Dotrice, Terry O'Quinn, Dwier Brown, Chris Benson, Kevin Peeks, Michael Hogan
Visite:334
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/4/07 DAL DAVINOTTI
Per chi ama il pattinaggio artistico su ghiaccio. Ma anche no, visto che a livello spettacolare le esibizioni sono molto contenute e abbondano i primi piani sui pattini evitando di mostrare troppo gli attori alle prese con figure non certo facili. In fondo quello che conta è il rapporto tra i due protagonisti, costruito su solide basi romantiche comuni a mille commedie sentimentali analoghe (non solo a sfondo sportivo). Tra i due la più simpatica e brava è Moira Kelly, spigliata, brillante anche se costretta al ruolo della bisbetica intrattabile. È su di lei che il regista Paul Michael Glaser ha costruito il film; sulla sua espressività, sulla sua capacità di cambiare facilmente umore e sulla sua naturalezza che la rende molto più umana di quanto possa apparire il personaggio. D.B. Sweeney la asseconda senza brillare particolarmente ma nemmeno demeritare, così come il padre Terry O’Quinn (forse sarebbe più giusto dire il… PATRIGNO Terry O’Quinn). Sviluppi prevedibilissimi fino all'ultima esibizione, alle Olimpiadi di Albertville, ma una volta tanto un finale che si conclude meritoriamente senza inutili epiloghi. Dando forse l'impressione che il film sia tirato via ma anche che ogni tanto si possa chiudere senza necessariamente allungare insostenibilmente l'ultima parte. Film prevalentemente per il pubblico femminile (non solo per il tipo di sport) ma potabile un po' per tutti. Regia vispa, dialoghi piuttosto ben articolati. Si vola abbastanza bassi, comunque.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Tomastich 12/5/11 10:51 - 1203 commenti

Se Spalle larghe aveva indagato in modo interessante il mondo dell'hockey su ghiaccio, qui spostiamo il tiro e ci "accontentiamo" del pattinaggio artistico. I due protagonisti sono attori semi-cani che rendono il film un prodottino di genere (io per esempio l'ho visto dopo aver letto i credits di una buona colonna sonora) ma comunque legato ad una logica televisiva anni '90.
I gusti di Tomastich (Animali assassini - Horror - Thriller)