Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL COMMISSARIO MAIGRET

All'interno del forum, per questo film:
Il commissario Maigret
Titolo originale:Maigret tend un piege
Dati:Anno: 1958Genere: poliziesco (bianco e nero)
Regia:Jean Delannoy
Cast:Jean Gabin, Annie Girardot, Jean Desailly, Lino Ventura, Jean Debucourt, Olivier Hussenat
Visite:621
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/4/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 17/12/09 5:46 - 10958 commenti

Tratto dal romanzo "La trappola di Maigret", vede il celeberrimo personaggio di George Simenon interpretato da una vera e propria icona del cinema francese, Jean Gabin. Il risultato è un film molto godibile grazie alla prova dell'attore (affiancato da ottimi caratteristi) e ad una vicenda sufficientemente coinvolgente che non fa rimpiangere molto la pagina scritta.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Il Gobbo 23/4/07 8:39 - 3011 commenti

Omicidi in serie con vittime femminili in Place des Vosges. Maigret, come dice il titolo originale, tende un tranello... Per noi Maigret è Gino Cervi, bonario, teatrale, pepponiano. Al cinema però se entra in scena Jean Gabin è difficile, dopo solo pochi minuti, negare che Maigret c'est lui: il ruolo gli calza come un guanto, le atmosfere (perfettamente rese, sembra di sentire l'odore di cipolla) sono quelle dei suoi film migliori e la sfida lo stimola. Gigante (anche se il doppiaggio di Cigoli poco si addice). Classico.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Cotola 14/12/09 23:45 - 7045 commenti

Cinematograficamente parlando, il miglior Maigret in assoluto. Ben scritto e diretto, può contare sulla grande interpretazione di Gabin, su un valente cast di contorno e su una confezione curata e professionale. Anche la storia è interessante ed abbastanza coinvolgente. Da vedere a patto di non fare troppi paragoni con la pagina scritta.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 22/2/11 7:02 - 8145 commenti

Indagando sugli omicidi di alcune donne, Maigret si imbatte in un cocco di mamma a cui la moglie mette le corna: è lui l'assassino? La prima apparizione di Jean Gabin nei panni del Commissario coincide con la migliore trasposizione sullo schermo delle sue indagini, grazie ad una solida sceneggiatura, ambientazioni perfette e un cast ottimo anche nei ruoli di fianco. Lo scioglimento dell'indagine, quando i nodi vengono al pettine, risulta particolarmente riuscito. Imperdibile per chi ama Simenon, consigliabile per tutti, invecchiato con stile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Chi delle due lo ama di più?" .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Saintgifts 28/10/12 15:31 - 4099 commenti

Che il Maigret cinematografico sia Jean Gabin non ci sono dubbi, non fosse altro perché è francese, ma non è l'unica prerogativa. La Parigi di questo serial killer (come lo chiamerebbero oggi) è la più popolare e non si teme di girare tra sporchi vicoli e vecchie tubature di scarichi. Le manovre all'interno degli uffici di polizia sono esatte e il padrone di casa è lui, il commissario. A parte una certa lentezza, l'unico appunto lo farei alla non coerenza della personalità dell'assassino prima di essere scoperto e dopo. Bella e brava la Girardot.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La moglie di Maigret solidale con la Girardot; La cintura dei pantaloni di Maigret, slacciata.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Rufus68 22/2/16 9:28 - 2660 commenti

Jean Gabin possiede la ruvida solidità buona per interpretare Maigret; è privo, tuttavia, dell'ostinazione bovina, dell'astuzia provinciale e dei silenzi propri del commissario di Simenon (risultando sin troppo ciarliero e gigione). E anche al film manca qualcosa: il realismo atmosferico tipico dell'incedere del grande belga - uno stile perfetto nel caratterizzare situazioni, ambienti e personaggi e che qui svanisce per far largo alle esigenze di una narrazione sin troppo minuta.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Nicola81 20/7/19 15:07 - 1695 commenti

Per noi italiani Maigret è Gino Cervi, ma per i francesi non può che essere Jean Gabin, che qui veste per la prima volta (e manco a dirlo egregiamente) i panni del celebre commissario parigino. Un film abbastanza lento nel suo incedere, ma invecchiato decisamente bene e in cui funziona l'amalgama tra le ambientazioni e le atmosfere noir tanto care alla penna di Simenon e la figura del maniaco omicida in preda alle turbe psichiche, che caratterizzerà invece innumerevoli thriller degli anni a venire. da ricordare anche Desailly e la Girardot.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Rocchiola 6/7/19 7:19 - 651 commenti

Probabilmente la miglior versione filmata dell’universo simenoniano. Gabin è un Maigret guascone e burbero sicuramente più aderente al personaggio letterario dei suo successori cine-televisivi. Ottimamente ambientato in una Parigi afosa terrorizzata dalla presenza di un serial killer ante-litteram, è un giallo forse eccessivamente dialogato ma pervaso da una bella atmosfera noir. E anche nel tratteggio dell’assassino traumatizzato nell’infanzia e difeso dalla famiglia il film si dimostra piuttosto moderno anticipando certe figure argentiane.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'omicidio iniziale memore nelle atmosfere di Jack lo squartatore; L'interrogatorio della madre e della moglie di Marcel; Il bottone strappato.
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)

Supervigno 10/8/07 8:13 - 229 commenti

Non c'è niente di più godibile di un film di Gabin nei panni del commissario Maigret. A differenza degli sceneggiati "nostrani" con Gino Cervi, che pare fosse il Maigret preferito di Simenon, il film non è invecchiato, lo stile di recitazione tiene il passo coi tempi, l'atmosfera d'altri tempi regala al film quel qualcosa in più che fa venir voglia di rivederlo. Gabin è Maigret, per noi. Anche quando leggiamo i libri di Simenon, è a lui che pensiamo, figurandoci il commissario. Un classico.
I gusti di Supervigno (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Mtine 18/12/09 14:39 - 220 commenti

Nonostante sia un po' lento (ma dobbbiamo calcolare anche la provenienza della pellicola), il film si basa su una solida sceneggiatura, con un fantastico Jean Gabin che dà il suo meglio, nonostante il suo Maigret risulti troppo trasandato (come disse lo stesso autore). Vedendo questo film sembra quasi di leggere un libro di Simenon, tanta è l'aderenza al testo originale. Bella regia, anche se troppo dilatate le indagini e i dialoghi. Ma, d'altro canto, il successo dei romanzi di Maigret sta proprio in questo... Belle musiche, ottima scenografia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena finale.
I gusti di Mtine (Comico - Giallo - Thriller)