Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DNA - FORMULA LETALE

All'interno del forum, per questo film:
DNA - Formula Letale
Dati:Anno: 1989Genere: thriller (colore)
Regia:George Eastman
Cast:Gene LeBrock, Catherine Baranov, Harry Cason, David Wicker, Jason Arnold, Stephen Brown, Tom Story, Anna Colonna, Wally Doyle, Laura Gemser, Serina Steinberg
Note:Aka "DNA Formula letale". Conosciuto all'estero come "Metamorphosis".
Visite:1524
Il film ricorda: La mosca (a Salbaccaro), Stati di allucinazione (a Kekkomereq)
Filmati:
Approfondimenti:1) ARISTIDE MASSACCESI: UNO, NESSUNO, CENTO GENERI
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/4/07 DAL BENEMERITO UNDYING POI DAVINOTTATO IL GIORNO 22/1/19
George Eastman (alias Luigi Montefiori) dirige la sua unica pellicola rimanendo sotto l'ala protettiva (la Filmirage) dell'amico Aristide Massaccesi, riprendendo in parte lo stile di questi ma senza riproporne la feroce furia splatter che aveva regalato un alone “cult” a film come BUIO OMEGA o ROSSO SANGUE. Qui il modello dichiarato è LA MOSCA di Cronenberg, al quale Eastman si avvicina lasciando che l'idea si contamini in parte con tracce del DELITTO POCO COMUNE di Deodato, uscito l'anno prima, nel quale si era saputo puntare in modo intelligente sul precoce invecchiamento del protagonista. Siamo nell'ambito degli esperimenti genetici e non si capisce perché durante la prima parte ci si dilunghi così nell'approfondimento degli studi condotti dal giovane dottor Peter Houseman (LeBrock); sarà presto chiaro che il genere a cui si va incontro è l'horror quindi sarebbe stato meglio riassumerle, le vicende scientifiche con relativi guai dovuti ai soliti professoroni che pretendono risultati tangibili dalle lunghe ricerche sul DNA di Houseman. Il momento chiave è quando il giovane protagonista si inietta il malefico siero che dovrebbe frenare l'invecchiamento delle cellule: comincia da qui a subire una prevedibile metamorfosi (che è poi il titolo inglese del film) proprio come accadde a Seth Brundle, ma senza i soldi che avevano reso agghiaccianti e memorabili gli effetti speciali del classico di Cronenberg: gli s'ingrossa la faccia, si copre di pustole e diventa in breve tempo carne in stato di avanzata putrefazione. Comincia allora ad errare per la città di notte spinto da un impulso di insopprimibile violenza, proprio come faceva l'Eastman attore in ROSSO SANGUE. Fa brutti sogni in cui piglia a pugni tutti (compresa una rediviva Laura Gemser, che incontrerà nuovamente nella scena al bar) e non riesce a esser dolce nemmeno con la donna con cui aveva cominciato a uscire. Il tutto è una scusa, naturalmente, per cercare di far montare una suspense che invece latita, nemmeno sostituita come detto da quello splatter che nelle pellicole precedenti di Massaccesi aveva salvato il salvabile. L'Eastman regista prova a puntare su una maggiore eleganza, ma ottiene solo di offrire dietro la mdp una prova corretta e poco più, pronto a dar vita nelle ultime scene a effetti baracconeschi che lasciano piuttosto interdetti, in cui se è vero che da una parte si dà così una sorprendente chiusura al decorso della malattia, dall'altro si rischia davvero di perdere ogni senso della misura. Recitazione accettabile, musiche "sintetizzate" non proprio virtuosisitiche e lunghe scene d'atmosfera che non convincono proprio.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 19/4/07 0:14 - 3875 commenti

Il Dr. Peter Houseman (Gene Le Brock) compie un passo enorme nella "manipolazione" del DNA: scopre come arrestare il processo di necrosi delle cellule, in altre parole rallenta l'invecchiamento dell'essere umano. L'invidia dei colleghi, la burocrazia ed altri ostacoli, inducono Peter a testare su se stesso il siero contenente il DNA modificato. Un errore di composizione del liquido avrà cause devastanti sul corpo (e la mente) dello scienziato. Prima (e unica) regia del braccio destro di Massaccesi (Joe D'Amato), in una produzione Filmirage.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Cotola 5/1/09 18:07 - 6867 commenti

Prima regia (ed anche unica) del celebre Montefiori (celebre per chi ama il genere horror, ovviamente) che confeziona un film che sebbene realizzato in maniera dignitosa, non presenta però sul piano narrativo alcuna novità di rilievo, riciclando una storia il cui assunto principale ha dato vita a decine e decine di pellicole. Nulla di valido per cui perdere il proprio detto anche se c’è di molto peggio.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Deepred89 16/1/19 22:57 - 3075 commenti

Fanta-horror derivativo (difficile non pensare a La mosca, ma pure a Un delitto poco comune) ma piuttosto intrigante, che cala in un secondo tempo incapace di gestire il ritmo e i limiti di budget (discutibili gli effetti speciali, con tanto di make-up alla dottor Freudstein). Montefiori regista punta su una confezione all'americana (come i coevi prodotti Filmirage) e offre una regia dignitosa, mentre il cast tutto sommato regge (degna di nota Catherine Baranov, qui al suo unico film). Finale scontato, con scontro da slasher e colpo di coda.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Herrkinski 9/1/11 17:17 - 4216 commenti

Unica regia "ufficiale" di Montefiori, che realizza un film fantascientifico non certo memorabile. Tra influenze contemporanee di film americani tipo Alterazione genetica (tanto per dirne uno) e palesi richiami al "cinema delle mutazioni" di Cronenberg (su tutti, La mosca), il film sconta una certa povertà di mezzi e di idee; il cast di semi-esordienti, con le loro facce anonime, non aiuta. Si denota comunque una certa professionalità nel mettere insieme il prodotto e un taglio internazionale lungimirante, purtroppo non sviluppato in seguito.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Kekkomereq 17/1/12 20:33 - 359 commenti

Apprezzo Eastman come attore, ma il suo unico peccato con la regia, DNA formula letale, è inguardabile. I film della Filmirage sono tutti simili e anche questo, a causa del basso budget, ha dei problemi: regia monotona, sceneggiatura banale e attori alle prime armi. Per non contare poi l'oscurità delle scene, la recitazione trash e le musiche sintetizzate. Dal dinosauro finale si capisce il budget, dato che sembra Denver. Neanche una sceneggiatura più realistica e una migliore regia sarebbero riusciti a migliorarlo.
I gusti di Kekkomereq (Azione - Horror - Thriller)

Ale56 30/7/09 15:13 - 225 commenti

Metamorphosis (titolo internazionale per Dna-Formula letale) è un discreto thriller che sfocia nel fantascientifico. Bisogna dire che se la sceneggiatura fosse stata un po' più curata sopratutto tra il primo ed il secondo tempo ne sarebbe venuto fuori un bel film, ma non è stato così. Buona regia, una buona recitazione di Gene Le Brock (attore in La casa 5) e dei buoni effetti sanguinolenti (nonostante siano quasi tutti simili). Nonostante tutto ci sono delle scene disturbanti (la siringa nell'occhio) e ci sono film peggiori di questo. Vedibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo zampino della Filmirage: spunta come prostituta Laura Gemser.
I gusti di Ale56 (Comico - Horror - Thriller)

Uomomite 19/8/13 1:47 - 175 commenti

Il film, come molti altri prodotti italiani di genere, degli anni '80, è ambientato in America, girato un po' all'americana (ma con grandi sprazzi di italianità folle), con attori americani e ovviamente con un budget ridotto. Montefiori gioca con il tema del Mad Doctor che usa se stesso come cavia, però non si rifà direttamente ai classici ma al Cronenberg che intellettualizza il classico L'esperimento del dottor K, trashizzandolo. Il risultato di questi triplo salto mortale con avvitamento è una fetecchia, però molto divertente.
I gusti di Uomomite (Fantascienza - Horror - Poliziesco)

Kazanian 8/10/12 12:19 - 48 commenti

Fanta horror diretto dal grandissimo George Eastman. Ovviamente la produzione di Joe D'Amato si vede tutta, dalla messa in scena alle location, e manca quasi totalmente di tensione. Il protagonista se la cava, come gli altri attori, ma alla fine il risultato è deludente. Sbiadito.
I gusti di Kazanian (Giallo - Horror - Thriller)

Keoma 15/12/07 9:00 - 34 commenti

DNA è un horror dall'impianto fantascientifico riuscito a metà. Montefiori gira anche con eleganza la classica storia stevensoniana del bene che sfocia nel male, contaminando un po' il Dottor Jeckyll e Mister Hyde con echi della Mosca di Cronenberg, ma purtroppo la sceneggiatura, da interessante nel primo tempo, cade nel banale ridicolo proprio nel finale che dovrebbe essere il piatto forte. Un film che paga un bugdet risicato e che potrebbe essere remarkizzato dagli americani con successo.
I gusti di Keoma (Azione - Horror - Western)