Cerca per genere
Attori/registi più presenti

VOGLIO LA TESTA DI GARCIA

All'interno del forum, per questo film:
Voglio la testa di Garcia
Titolo originale:Bring me the head of Alfredo Garcia
Dati:Anno: 1974Genere: western (colore)
Regia:Sam Peckinpah
Cast:Warren Oates, Isela Vega, Gig Young, Robert Webber, Kris Kristofferson, Emilio Fernandez
Visite:2109
Il film ricorda:Getaway! (a Homesick)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 24
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/4/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Il Gobbo 16/4/07 15:39 - 3011 commenti

Bennie è un desperado che accetta un incarico pazzesco: portare a un dispotico possidente messicano la testa di Alfredo Garcia, che gli ha messo incinta la figlia. All'inizio l'ordine è metaforico, ma poiché Garcia è morto Bennie decide di prenderlo alla lettera e di recapitare la capoccia, solo che non è l'unico in lizza... Straordinario "western" contemporaneo del grande Sam al culmine della sua rabbia: crudo, brutale, disperato, indimenticabile. Warren Oates giganteggia, ma il resto del cast non è da meno. Capolavoro.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Puppigallo 9/5/10 13:35 - 4357 commenti

L'inizio mi ha fregato. Sembrava un vecchio western in tutto e per tutto, ma poi, ecco decollare aerei e partire automobili. Si tratta di una singolare caccia (vista la sorte della preda), che il protagonista affronterà, prima con il solo scopo di spillare soldi, ma poi...La riuscita della pellicola è proprio dovuta al protagonista, che lo spettatore impara a conoscere poco alla volta, a ritmi non sempre sostenuti e con qualche lungaggine, ma con un epilogo che, pur sembrando un po' eccessivo (nonostante gli ultimi fotogrammi riportino alla realtà di una simile azione), darà più di una scossa.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Portaci la testa". E il protagonista: "Voglio 5000 dollari anticipati per le spese". Risposta: "Mica gli devi pagare il funerale".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 17/10/09 17:14 - 5737 commenti

Autoreferenziale e compilativo. Ad una prima parte, affetta da una lentezza prossima al torpore, si contrappone la seconda, assai animata per lo humour nero (le conversazioni con la testa mozzata) e per quelle scenografiche sparatorie che comunque nulla aggiungono a quanto già ammirato nelle precedenti opere di Peckinpah. Notevoli Oates, sbandato pianista votato al cupio dissolvi, il duo Webber-Young, e la fotografia del paesaggio messicano.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 14/5/08 23:47 - 7084 commenti

A tratti straordinario, specie nella bellissima seconda parte e con un finale epico e da antologia in pieno stile Peckinpah, il film sconta, purtroppo, una prima parte troppo lenta e "facile" che non è certo all'altezza del suo regista. Tuttavia, pur nella sua discontinuità, è un film piacevole e godibile con alcune scene, girate con la solita maestria, che non si dimenticano facilmente. Memorabili i "dialoghi" tra il protagonista e la testa di Al che viene portata "allegramente" in giro.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 23/5/10 15:21 - 1623 commenti

Peckinpah torna in Messico, ma l'aura di tragedia che incombeva sul Mucchio di Pike Bishop ha lasciato il posto al meschino arrivismo di un pianista fallito, che prova a fregare un possidente e i suoi scagnozzi. Inizio insostenibile per inutilità, svolgimento poco plausibile, personaggi improbabili (a parte la Vega, brava). Il tutto fino alla conclusione, che ha un suo fascino sinistro e, per me, inspiegabile. Un altro "let's go", un altro massacro. Qui la lealtà non va ai compagni o all'onore. Va alla testa mozzata di un balordo. Forse c'è un significato.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Caesars 9/7/12 9:12 - 2492 commenti

Peckinpah, pur ambientando la storia negli anni '70 (epoca in cui girò il film), ci ripropone l'ennesimo western moderno con tanto di protagonisti perdenti. La pellicola non è certo tra le meglio riuscite del grande regista, ma nel complesso è discreta e si segue con interesse, anche grazie alle interpretazioni di Oates e della Vega. Il ritmo lento viene ravvivato da alcuni momenti di violenza tipici del nostro. **!
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Deepred89 4/8/07 14:11 - 3116 commenti

Western moderno incredibilmente disperato e pessimista. Ottima l'interpretazione di Warren Oates, buono l'approfondimento dei personaggi, magistralmente dirette le sparatorie (come in tutti i film di Peckinpah) e memorabili i monologhi del protagonista di fronte al sacco. Peccato solo per la lentezza del ritmo (evidente soprattutto nel primo tempo) e per una sequenza (quella del tentato stupro) decisamente inutile nell'economia della storia. Con qualche accorgimento in più poteva diventare un capolavoro, così è soltanto un buon film.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Capannelle 26/10/11 12:25 - 3584 commenti

Tutti la cercano questa benedetta testa, ma va detto che fino a quando anche lei decide di prendere posto in macchina il film viaggia su binari abbastanza noiosi. Il tono è scanzonato (come i vestiti del protagonista), i personaggi non son male ma lo sviluppo della storia traballa. Nell'ultima mezzora si risolleva, specie per i dialoghi tra Bennie e la testa stessa e il finale è buono.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Matalo! 25/8/08 20:06 - 1360 commenti

Chi crederebbe che questo film all'epoca venne classificato come uno dei dieci peggiori mai girati nella storia? Certo, in Peckinpah e specie in questo film il ridicolo, per accumulo di esasperazione, sembra sempre lì lì a venire ma Oates (carattere qui elevato a protagonista) fornisce le spoglie di una figura tragica e dolente con riscatto finale. Storia paradigmatica di ogni loser che si rispetti.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Lovejoy 18/12/07 23:44 - 1825 commenti

Insieme a Il Mucchio Selvaggio il punto più alto toccato dall'indimenticabile Sam Peckinpah nella sua carriera. Diretta con gran senso dell'azione, sopratutto nelle varie scene di sparatorie e stragi, la pellicola è una sorta di storia d'amore tra Bennie, un disperato suonatore di pianobar e la sua fidanzata. Warren Oates nei panni di Bennie è semplicemente straordinario e offre la sua più bella interpretazione di sempre. Al suo fianco bravissimi anche la Vega e, sopratutto, Gig Young e Webber.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Bennie e la sua donna al cimitero; Bennie che bracca e fa fuori i suoi rivali; La strage dei parenti di Garcia e quella successiva; Il drammatico finale.
I gusti di Lovejoy (Comico - Horror - Western)

Patrick78 12/1/09 19:51 - 357 commenti

Assoluto capolavoro di Bloody Sam. Una discesa negli inferi senza ritorno anche grazie alla magistrale prova attoriale del grande Warren Oates che imitò persino nel vestire proprio Peckinpah. Molto probabilmente nella storia del cinema non si è mai visto un Messico così impolverato, sporco e pieno di uomini senza scrupoli fare da sfondo ad una vicenda che definire da brividi è un eufemismo. A mio avviso un "horror" on the road con molte scene da antologia. Forse il miglior film di Sam Peckinpah!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Quando Benny (Warren Oates) mette del ghiaccio nel sacco contenente la testa piena di mosche.
I gusti di Patrick78 (Animali assassini - Azione - Horror)

Trivex 19/5/10 22:39 - 1422 commenti

Commento con gioia questo particolarissimo e furibondo prodotto. Ci sono elementi d'avanguardia, nascosti nella storia di passione "latina". La vendetta, facile sulla carta, poi diventa un disastro. Recitato con stile ossessivo, necessario per caricare il finale come un grilletto, che al termine della sua corsa, scarica l'inverosimile. Anche se il proiettile cade, infine, i danni sono fatti ed è la fine di tutto. Ci sono tutti gli ingredienti per costruire armi e munizioni: regia impeccabile, trama convincente, professionisti della recitazione... bang!
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Enzus79 19/7/11 16:06 - 1589 commenti

Sottospecie di western. Sam Peckinpah ha girato ottimi film e difficilmente ha deluso. Voglio la testa di Garcia è una bellissima storia di vendetta, amore e pentimento. Grande tecnica nella regia, azione ai massimi livelli. Warren Oates è bravissimo.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rambo90 2/9/10 17:20 - 5944 commenti

Western moderno con una prima parte lenta che serve a far appassionare alla storia e a un personaggio classico di uomo avido senza nulla (o quasi) da perdere. La seconda, poi, è completamente d'azione, violenta e veloce come nel classico stile di Peckinpah e il montaggio serrato dà al tutto uno stile ancora più duro. Memorabile l'interpretazione di Oates così come il finale teso e violento. Buone comparsate per Kristofferson, Young e Webber.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Sono morte 16 persone per te, per lui e per me... e ad una di queste volevo molto bene".
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Minitina80 7/7/17 9:37 - 2028 commenti

Tra i film più grotteschi realizzati da Peckinpah; non solo per la follia della storia ma anche e soprattutto per il modo in cui essa viene raccontata. Il protagonista è ancora una volta un antieroe che cerca nella maniera più assurda di riscattare la propria esistenza. Nella seconda parte, in particolare, viene fuori il marcio più degenerato che solo un Peckinpah poteva avere il coraggio di affrontare e gestire in assoluta autonomia. La chiusura non poteva avere un esito differente e chiude il cerchio in maniera ineluttabile.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Mickes2 2/4/13 9:02 - 1551 commenti

Antimitico e antieroico spaccato di vite dove Peckinpah pedina e racconta la miseria sottoforma di percorso e ballata on the road trasognante, violenta e passionale. La deriva di Bennie è nefandezza e orgoglio, opportunismo e vendetta, disillusione e illusione (spezzata) d’amore. Sguardo sporchissimo e spietato, senza speranza, su un’umanità mossa solo da inganni, cinismo e avidità; un’umanità putrefatta e ricoperta di polvere e terra dove comanda solo la legge del più scaltro. Otes maschera “da canaglia” perfetta. Gran film.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Giacomovie 2/6/11 11:50 - 1320 commenti

Il tema del riscatto dei perdenti sembra caro a Peckinpah, che già in Cane di paglia aveva chiuso con una escalation di violenza. Qui la rende più impulsiva e la inserisce in un contesto di western moderno, con una conduzione sempre d'autore ma che nella prima parte soffre di diverse pause d'intensità. Nella seconda il ritmo cresce e sostiene la lunga serie di sconclusionate sparatorie, che però non riescono ad aumentare la tensione. Tra gli attori molto bene Isela Vega.
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)

Jandileida 10/4/10 17:58 - 1143 commenti

Ad un certo punto ho cominciato a sentire un odore pungente dentro casa e mi è venuta una strana voglia di Tequila tanta è stata la bravura di Peckinpah nel disegnare un Messico anni '70 violento e maschilista. Grande la prova di Oates che dà vita ad un personaggio amaro e destinato alla sconfitta ma che non rinuncia mai alla propria dignità. Ottimo film che cresce e diventa via via più profondo e doloroso (tra deliri e teste mozzate). Una via di mezzo tra la convulsione (eccessiva) del Mucchio selvaggio e la violenta misoginia del Cane di paglia.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Rocchiola 26/4/17 11:59 - 679 commenti

Il film più cupo e disperato di Peckinpah. Un western moderno ambientato in un Messico sordido lontano dalla stereotipata immagine da cartolina, metafora di una società ormai dominata dal Dio denaro. La incertezze della prima parte sono ampiamente superate dal macabro regolamento di conti on the road della seconda. Grande Oates che dopo una vita da caratterista diventa protagonista assoluto grazie al suo regista di culto (un po' come il John Lithgow di Doppia personalità per DePalma). Perfetta anche la coppia Webber-Young con connotazioni gay.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale con la bocca del fucile che continua a sparare in primo piano; Le grazie della Vega; I deliranti dialoghi tra il protagonista e la testa.
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)

Vito 10/4/17 18:07 - 612 commenti

Uno dei film di cui Peckinpah si vantava di aver avuto il controllo completo. Un western moderno calato in un'atmosfera macabra, sporca e pessimista con improvvise esplosioni di violenza e sparatorie sanguinose e spietate. Ambientato nella patria spirituale del regista (il Messico) e con un Warren Oates straordinario che regge tutto sulle sue spalle. Tra i migliori lavori del grande Bloody Sam.
I gusti di Vito (Fantastico - Horror - Western)

Vitgar 22/7/14 9:10 - 586 commenti

Potente film alla Peckinpah dove si vive come si uccide, estemporaneamente. Un western dei tempi moderni dove un "fazenderos" messicano offre un milione di dollari per la testa di colui che ha ingravidato la figlia. Il racconto scorre vie liscio e appassionante. Fantastica l'idea della testa che viene portata dovunque come cosa viva. Buono Oates e particolare la parte di "Elita", ben interpretata da Isela Vega.
I gusti di Vitgar (Commedia - Thriller - Western)

Ercardo85 13/12/08 14:43 - 81 commenti

Film truculento, misogino, eccessivo e geniale; sotto la scorza di una violenza estrema e (per molti) insostenibile nasconde l'anima segreta di Peckinpah: quella romantica. Lo sporco antieroe interpretato splendidamente da Warren Oates alla fine si riscatterà, come de resto si era riscattato il mucchio selvaggio morendo in una battaglia assolutamente impari. La violenza è soltanto la malinconica risposta del protagonista che sa di appartenere ad un mondo in via di sparizione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La "testa" di questa strada è qui... Dovete prendervela!
I gusti di Ercardo85 (Commedia - Gangster - Western)

Max renn 28/3/12 20:39 - 80 commenti

3/4 dei film di Peckinpah meritano un posto nel firmamento cinematografico; le sue pellicole non si sono mai piegate al buonismo, il più delle volte ipocrita, che già ai quei tempi insudiciava il cinema Usa. I compromessi non sono stati il suo forte e forse per questo il qui presente film non ha mai riscosso le lodi che merita. Esso è forse il più estremo, disilluso e violento tentativo di mettere in immagini quell'universo borderline comune a tutte le produzioni del regista. Amaro, nostalgico, decadente... o lo si ama o lo si odia. Io amo.
I gusti di Max renn (Fantascienza - Horror - Western)

Cinevision 13/5/07 11:40 - 72 commenti

Grande western in chiave moderna di Sam Peckimpah, uno di quei registi che non sbagliava mai e sfornava capolavori a profusione. Qui assistiamo alla vicenda di un signorotto messicano il quale, quando scopre la figlia incinta, chiede ai suoi uomini la testa dell'autore del fattaccio offrendo una lauta ricompensa; un suonatore da pianobar dall'oscuro passato accetta il compito diciamo... fin troppo alla lettera. Violento,sporco,mai noioso,con un Warren Oates ora stronzo ora romantico..CAPOLAVORO.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli esilaranti ma anche tragici dialoghi con la testa.
I gusti di Cinevision (Fantascienza - Horror - Poliziesco)