Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ROSE ROSSE PER IL DEMONIO

All'interno del forum, per questo film:
Rose rosse per il demonio
Titolo originale:Demons of the mind
Dati:Anno: 1972Genere: horror (colore)
Regia:Peter Sykes
Cast:Paul Jones, Patrick Magee, Gillian Hills, Robert Hardy, Michael Hordern, Yvonne Mitchell, Kenneth J. Warren, Robert Brown, Barry Stanton
Note:Aka "I demoni della mente". La versione integrale è uscita inedita finora in Inghilterra, in dvd
Visite:1361
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 12
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/4/07 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 29/12/08 23:51 - 3875 commenti

La Hammer, sul "viale del tramonto", tenta di esplorare nuovi orizzonti. La pellicola di Sykes rientra, assieme ad un altro lotto di titoli, in questa fase. I Dèmoni non sono solo quelli della mente ma sono NELLA MENTE. E allora bàndo alle streghe, ai mostri ed ai satanassi. Spazio, invece, ad un cervello contorto e deviato, che ha nel sangue (blu) la sua maledizione. E se i figli di nobile casata, segregati perché potenzialmente incestuosi, possono dare scandalo, nulla come il delitto della progènie merita il castigo divino, non a caso inflitto da un prete peregrino. Bravissimo Patrick Magee.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Il Gobbo 22/7/09 10:46 - 3011 commenti

Hammer ultima maniera, dalle atmosfere malate e morbosette e l'erotismo pulsante che rappresentavano la specialità della casa. L'elegante confezione però racchiude quasi niente, il passo è incerto, i personaggi un po' slavati, gli interpreti (a parte il buon Magee improbabile antesignano del dottor Freud dai metodi un po' rudimentali) abbastanza anonimi. Così così.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Homesick 19/4/14 16:09 - 5737 commenti

Il marchio di fabbrica di casa Hammer è bene impresso nelle consuete atmosfere gotiche e nel suggestivo incipit visionario, mentre i risvolti malsani e incestuosi della vicenda spargono morbosità; la sceneggiatura è per contro piuttosto cedevole e passa attraverso i vari luoghi comuni del genere, quantunque in dirittura d’arrivo si scrolli rifiutando quello che poteva essere uno scontato finale conciliante. Pallidi gli interpreti, ad eccezione del sempre efficace Patrick Magee.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La fuga nel bosco e l’assalto della folla inferocita guidata dal prete pazzoide. .
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 8/6/09 23:52 - 7006 commenti

Discreto film gotico di marca hammeriana che in alcuni punti riesce a creare anche una "bella" tensione grazie ad una storia non del tutto scontata. Peccato che il ritmo e il coinvolgimento non siano omogenei per l'intera durata della pellicola. Confezione impeccabile.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Ciavazzaro 13/4/07 21:52 - 4723 commenti

Buon horror della Hammer, con un'ottima atmosfera, in alcuni punti anche inquietante (i flashback col sangue). Tra gli attori c'è il caratterista Hardy, presente anche in Oscar insanguinato.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Deepred89 6/3/09 21:25 - 3107 commenti

Passabile gotico della Hammer. Il soggetto trova il suo massimo punto di forza nella componente psicoanalitica mentre il resto della trama, dalla storiella gialla alla maledizione, lascia parecchio a desiderare. Registicamente un po' impreciso, con qualche primo piano di troppo e qualche piccolo errore e recitato mediamente in maniera discreta. Non mancano un po' di nudo (anche integrale) e di sangue, serviti entrambi con classe e quindi un discreto valore aggiunto. Fotografia e ambientazioni bellissime e di grande fascino. Non male.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Lucius  3/11/12 1:34 - 2747 commenti

Sconclusionato, privo di atmosfera, con dialoghi banali e un plot debole nella sua essenza. Spicca su tutto lo splendido maniero, quasi sprecato per una pellicola del genere. Per nulla originale lo script, artefatto, debole, disomogeneo. L'anormalità regna sovrana, anche nella mente di chi ha concepito l'idea alla base della sceneggiatura. Consigliabile solo agli appassionati, ma non aspettatevi granchè.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Rufus68 16/4/17 23:50 - 2626 commenti

Discreto goticuzzo che bandisce gli orrori più evidenti e stereotipati a favore di quelli psicologici. Incesti, reclusioni, nobili sciroccati, preti fanatici: non mancano certo gli ingredienti al calderone anche se, alla fine, gli dei ex machina son sempre dei popolani vendicativi al lume di fiaccola (come Hammer insegna). Bravo, al solito, McGee.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Nicola81 21/10/18 22:59 - 1676 commenti

Quale oscuro segreto unisce i due figli di un barone? E che legame c'è con gli omicidi che stanno funestando il vicino villaggio? Approcciato senza particolari aspettative, si rivela migliore del previsto. Nulla di straordinario, intendiamoci, ma alla consueta eleganza delle produzioni Hammer abbina contenuti più originali del solito, privilegiando orrori psicologici molto più concreti e reali (incesto, tare ereditarie) rispetto a quelli tipici del gotico. Attori nella media, finale di una violenza e di un pessimismo davvero inaspettati.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Von Leppe 23/3/14 13:28 - 934 commenti

Nuove tematiche per la Hammer nel 1972: l'incesto e tare mentali ereditarie. Le location sono perlopiù reali: non più i castelli posticci - e ottimi - dei vecchi classici della casa produttrice inglese, ma un vero maniero che - insieme ai costumi ottocenteschi - dona al film una riuscita atmosfera gotico/romantica. Non male, con un buon finale che contiene una certa dose di violenza.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Ronax 3/1/19 1:23 - 827 commenti

L'idea del medico visionario precursore di Freud non è poi male, così come la patinata e impeccabile confezione, con una splendida fotografia e location di notevole suggestione per quanto convenzionali (il mortifero castello nobiliare, la foresta cupa e inquietante, il villaggio dei contadini preda delle superstizioni). Purtroppo alla cura formale non fa riscontro altrettanto rigore nella sceneggiatura, che infila parecchi svarioni e in una regia che dilata l'azione con un'estenuante lentezza con il rischio di generare noia invece che tensione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La cerimonia rituale contro il demonio nel villaggio contadino.
I gusti di Ronax (Drammatico - Erotico - Thriller)

Ira72 24/10/18 13:26 - 761 commenti

Produzioni così sembrano più o meno tutte simili e artefatte, motivo per cui invecchiano particolarmente male, nella loro mediocrità. Anche qui l'atmosfera è gotica, ci sono i nobili, qualche cavallo, pomposi costumi di scena (fintissimi) e parrucche farlocche, poi finalmente un maniero di tutto rispetto, ma poca sostanza. Dunque il film risulta particolarmente noioso. Cincischiando tra l'onirico e il reale accade ben poco e si punta molto sul finale (prevedibilissimo). Solo per estimatori dell'Hammer style.
I gusti di Ira72 (Documentario - Horror - Thriller)