Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UOMINI & DONNE

All'interno del forum, per questo film:
Uomini & donne
Titolo originale:Trust the Man
Dati:Anno: 2005Genere: commedia (colore)
Regia:Bart Freundlich
Cast:Julianne Moore, David Duchovny, Billy Crudup, Maggie Gyllenhaal, Eva Mendes, Brianna Gillen, Garry Shandling, Dagmara Dominczyk
Note:Aka "Uomini e donne". Uscito in sala col sottitolo "Tutti quanti dovrebbero venire... almeno una volta"
Visite:290
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/4/07 DAL BENEMERITO G.GODARDI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Non male, dopotutto a detta di:
    MAOraNza
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Galbo, G.Godardi
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Daniela
  • Gravemente insufficiente! a detta di:
    Mascherato


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 15/12/11 7:06 - 10986 commenti

Commedia indipendente americana sulla crisi della coppia; la sceneggiatura tende ad approfondire, anche e soprattutto attraverso i dialoghi, le personalità dei protagonisti ma va un pò a senso unico e presenta donne acute e mature e uomini stupidi e immaturi. Il film è comunque godibile a tratti ma nella seconda parte perde interesse per una sterile ricerca di un inappropriato lieto fine.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Daniela 10/4/10 9:34 - 8247 commenti

Vedere un film brutto non è detto che sia sempre una brutta esperienza, anzi... talvolta si ricorda pure con piacere. Un film insulso invece è proprio tempo perso e si dimentica in fretta. E' il caso di questa commedia poco brillante, che parte con qualche pretesa ironica (la seduta di coppia dallo psicanalista) per insabbiarsi ben presto nelle secche di un chiacchericcio irritante fra personaggi delle cui vicende sentimental/familiari non ci può fregare di meno. Che vi siano coinvolti attori di buon nome è un'aggravante. Trascurabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La cosa più memorabile è il sottotitolo italiano, allo spirito di patata (patata nel senso di tubero, nessuna allusione sconcia, garantisco). .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Mascherato 27/7/08 0:15 - 583 commenti

Se c'è una cosa che si può rimproverare a Woody Allen, oltre alla scarsa ispirazione degli ultimi dieci anni, è l'invenzione della "commedia newyorchese": un vero e proprio sottogenere della sophisticated fatto di chiacchiere, ristoranti, chiacchiere, bar, chiacchiere, middle class, chiacchiere, intellettuali, chiacchiere e...chiacchiere. Quanto si parla in questo lavoro di Freundlich! I tormenti esistenziali e sessuali di un gruppo di integratissimi radical chic della Grande Mela è quanto di più lontano dai nostri interessi. Con dialoghi così brutti, il film non ha ragione di esistere.
I gusti di Mascherato (Fantascienza - Horror - Thriller)

G.Godardi 9/4/07 4:22 - 950 commenti

Il furbetto sottotitolo italiano allude alle tematiche del film. Due coppie in crisi a New York. Tradimenti, smarrimenti e riappacificazioni. Un clone di Woody Allen con un linguaggio appena un po' più spinto, ma tale audacia è solo fittizia, infatti tutto si conclude con un rassicurante happy end. Di buono ha la confezione e un dicreto cast. Tutto il resto è già visto, e visto meglio. Per clonare Allen quantomeno ci vuole un minimo di arguzia. La Mendez appare solo in due scene. Duchovny sembra il fratello minore di Richard Gere. Comunque si lascia guardare.
I gusti di G.Godardi (Horror - Poliziesco - Thriller)

MAOraNza 22/3/08 17:08 - 188 commenti

Due coppie in crisi, destini intrecciati, successi e fallimenti, le difficoltà di essere genitori e amanti allo stesso tempo. Tradimenti o presunti tali. Grazie al buon cast (Duchovny e la Moore sono bravissimi, così come la coppia Crudup/Gyllenhaal), "Uomini & donne" si muove per più di un'ora alla grande e si fa apprezzare, per poi crollare miseramente (e sottolineo miseramente) nel finale, come se la necessità di fornire un happy ending avesse prevaricato il buon senso e compromesso la credibilità dell'opera tutta. Carino ma nulla di più.
I gusti di MAOraNza (Animali assassini - Azione - Horror)