Cerca per genere
Attori/registi più presenti

JOHNNY YUMA

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/4/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 20/11/10


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Il Gobbo 6/4/07 18:42 - 3011 commenti

Robusto western di Guerrieri scritto da Di Leo, con Mark Damon alle prese con gli incestuosi e cattivissimi Luigi Vannucchi e Rosalba Neri che vogliono farlo fuori per sottrargli un'eredità. Iper-violento, non si fa mancare nemmeno un bambino ucciso a pedate da Vannucchi nel ruolo della vita. Uno dei migliori spaghetti-western nel periodo d'oro del genere.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Homesick 29/9/10 7:51 - 5737 commenti

Sono tante le ragioni per considerarlo un dei migliori western di casa nostra: il superamento delle barriere poste dal paradigma leoniano, il solido equilibrio tra iperviolenza (un bambino massacrato) e ironia (gli interventi di Gonzales e D’Arpe), la melodiosa colonna sonora della Orlandi e, soprattutto, una vendetta consumata con inedito sadismo. Damon nei western è sempre garanzia di eclettismo e qualità, la Neri e Vannucchi formano una coppia di villains crudeli e irrecuperabili e l’impomatato bounty-killer Lobskin acquisisce il fascino triste dei perdenti di Di Leo, qui sceneggiatore.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Damon si vendica su Vannucchi spezzandogli un braccio, fracassandogli il cranio ed eliminandolo infine a revolverate; il pappagallo con la Neri.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Rufus68 13/10/18 8:55 - 2618 commenti

Intrigo familiare declinato nel western: un prodotto onesto, con qualche ingenuità nel ricalcare schemi americani e un protagonista da fotoromanzo non proprio all'altezza (figurativa) del ruolo. Guerrieri è spietato nel presentare ogni topos del genere, dalla partita truccata alla tortura, dall'amicizia virile al messicano stile Sancho Panza; la sua pulizia nel dirigere merita, però, che gli si dia credito. Bravo Dobkin.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)