Cerca per genere
Attori/registi più presenti

THE BIG KAHUNA

All'interno del forum, per questo film:
The Big Kahuna
Titolo originale:The Big Kahuna
Dati:Anno: 1999Genere: drammatico (colore)
Regia:John Swanbeck
Cast:Kevin Spacey, Danny DeVito, Peter Facinelli, Paul Dawson, Christopher Donahue (n.c.), Ron Komora (n.c.), Frank L. Messina (n.c.), George F. Miller (n.c.)
Note:E non "The big Khauna" o "The big Kauna".
Visite:816
Il film ricorda:Americani (a Galbo, Il ferrini)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 14
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/3/07 DAL BENEMERITO ALMAYER

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 28/3/09 16:53 - 4467 commenti

Noioso, teatrale nel senso cinematograficamente peggiore. Lo semi-salvano uno strepitoso, misuratissimo DeVito ed un interessante Spacey, ma lo semi-affossano le irritanti, integraliste zavorre del giovanotto: sarebbe interessante sapere se Ŕ colpa del personaggio originale o di una fastidiosa interpretazione. Accettabili i dialoghi, fino a che non vanno a mal parare sulla vita, sulla morte, su Dio. Quando ci si attende almeno un colpo di coda, il film finisce. Da evitare.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 19/3/10 15:31 - 10954 commenti

Film di chiara impostazione teatrale letteralmente dominato dai dialoghi e dalle (buone) performances dei tre attori principali (il migliore Ŕ Danny De Vito). Trama e ambientazione sono volutamente minimali. Il gioco funziona per una parte del film, successivamente subentra una certa stanchezza che rende il tutto ripetitivo anche se la confezione Ŕ indubbiamente assasi professionale.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 4/6/11 8:44 - 7332 commenti

Business o religione? ╚ l'alternativa della societÓ Usa (e non solo). La soluzione Ŕ nella caratteristica di entrambe: vendere. La bella storia, coraggiosamente realizzata mantenendo l'originaria opera teatrale di Rueff (quindi: solo 3 attori che parlano tutto il tempo in un'unica stanza), porta in superficie la comune indole commerciale di chi crede negli affari e di chi crede in Dio, lasciando il terzo personaggio nella sofferta sospensione della coscienza. Dialoghi notevoli e interpreti di alto livello nelle intense schermaglie verbali.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Cangaceiro 11/2/14 16:54 - 982 commenti

Un film solo parlato, un teatro su celluloide che sta in piedi grazie agli interminabili dialoghi affilati e cesellati. La prima ora non perde un colpo, poi inevitabilmente il livello cala, i continui botta e risposta iniziano a stancare e i personaggi stessi finiscono col commiserarsi dissipando la brillantezza delle prime battute. Il senso della vita e della morte aleggia in lungo e in largo ma ricordiamoci che Ŕ solo cinema, senza pretesa di veritÓ assolute o istruzioni per l'uso. Spacey istrionico e debordante, abbacchiato DeVito, anonimo l'altro.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il primo ingresso di Spacey nella suite...
I gusti di Cangaceiro (Commedia - Gangster - Western)

Magnetti 31/1/08 11:51 - 1103 commenti

Il punto forte di questo film Ŕ l'interessante confronto fra il personaggio di K. Spacey (cinico e sarcastico) e il giovane moralista e immaturo. DeVito funziona quasi da sommo e saggio arbitro in questo film molto (e ben) parlato, tutto ambientato in una stanza d'albergo che insegna come proprio dal confronto con persone che ci mettono a disagio a volte si riesce a migliorare se stessi. Il finale Ŕ diventato, giustamente, famoso per un testo parlato su musica sul senso della vita. Consigliato a tutti.
I gusti di Magnetti (Animali assassini - Avventura - Horror)

Rambo90 1/4/14 17:16 - 5874 commenti

Un film tenuto in piedi dalle grandi performance di Spacey e DeVito, che operano come in una staffetta, dove a montare in cattedra Ŕ prima uno poi l'altro. Ben serviti dalla sceneggiatura, che regala qualche dialogo non banale e un bel monologo finale per DeVito. Funzionale Facinelli, mentre a rendere limitata l'operazione Ŕ la regia, che ha un ritmo non troppo brillante e una fotografia quasi televisiva (soprattutto nei colori). Notevole.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Paulaster 16/6/16 10:30 - 2338 commenti

Per reggere un film teatrale occorre sostanza e personalitÓ da parte del cast e il cinico Spacey centra il ruolo tenendo le fila del terzetto. Anche un dimesso DeVito aiuta a dare un senso di realtÓ alla vicenda. A incrinare i contenuti dei dialoghi ci mancava il sosia di Cruise con la deriva religiosa per ribaltare il concetto del capitalismo in cui il lavoro viene prima anche di Ges¨. Breve durata per esaurire gli argomenti e rimandare al domani le conclusioni di una nottata febbrile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le battute di Spacey riguardo al buffet.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Stefania 16/3/10 23:04 - 1600 commenti

Aspettando Dick Fuller... Una situazione banale (tre commessi viaggiatori, un anonimo hotel, una convention aziendale, la vendita di lubrificanti industriali), diviene metafisica. La banale posta in gioco diviene astratta, quella stanza d'hotel diventa un palcoscenico, lo studio di uno psicanalista, un confessionale, un pulpito. Sul cinico Larry, sull'ottimista Phil e sul cristiano Bob aleggia lo spirito di Dick Fuller, alias "the Big Kahuna", del quale si attende la salvifica epifania. Etica degli affari o affarismo dell'etica? Notevole!
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Il ferrini 19/12/15 21:35 - 1492 commenti

Sarebbe interessante sapere chi Ŕ John Swanbeck, uno che nella sua vita dirige un unico film (e che film) non lasciando nessun'altra traccia di sÚ. Se non altro per ringraziarlo di questa grandiosa pellicola, che ci regala momenti di rara intensitÓ interpretativa. La storia Ŕ solo un pretesto per mettere in scena un efficace e ipnotico dialogo sulla spiritualitÓ, in cui Spacey rappresenta il diavolo, il giovane Facinelli l'angelo e De Vito fa da arbitro, a dimostrarci che dentro ognuno di noi ci son l'uno e l'altro. Da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ricorda i complimenti che ricevi, sc˛rdati gli insulti. Se ci riesci veramente, dimmi come si fa.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Mdmaster 6/10/10 22:25 - 802 commenti

Considerando come quasi tutta l'intera pellicola si svolga in una camera d'albergo e con una manciata di personaggi, Ŕ fin troppo automatico pensare a un'impostazione teatrale. E fortunatamente, questa Ŕ retta da due grossi calibri come De Vito e Spacey, qui davvero a loro agio. Una storia di persone che mal si sopportano, di decisioni importanti e di rapporti umani. A prima vista un filmetto, si rivela poi molto pi¨ profondo e rilevante di quel che sembrava. Ce ne vorrebbero di pi¨ di pellicole con questo carisma.
I gusti di Mdmaster (Avventura - Drammatico - Horror)

Scarlett 11/7/08 14:55 - 304 commenti

Profondo e lineare, Ŕ un film che rotea intorno alle vite di tre protagonisti che sono tre venditori: il pivello neo assunto, il rampante piazzista ed il vecchio guru, ormai troppo stanco per focalizzarsi sull'evento del giorno ovvero accalappiare il favore del "Big Kahuna", un grande magnate, e di conseguenza dei suoi soldi. ╚ un film che non perde mai un colpo e fa riflettere sulle alternative perse di una vita alla metÓ del percorso. Splendido.
I gusti di Scarlett (Animazione - Fantastico - Horror)

Almayer 30/3/07 13:26 - 169 commenti

Primo e ultimo film di John Swanbeck, basato su una piece teatrale di Roger Rueff, Ŕ la storia di tre venditori che a una convention tentano di "agganciare" un dirigente con cui fare l'affare pi¨ importante: the big kahuna, appunto. Intrerpretazioni stellari di Spacey e DeVito, film economico girato in una suite d'albergo con una sceneggiatura perfetta, dialoghi potenti e profondi senza mai scadere nel banale e/o ridicolo. Una delizia, non so come ho fatto a vivere fino ad esso senza averlo visto.
I gusti di Almayer (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Juanparis 7/1/14 18:38 - 8 commenti

Primo film di John Swanbeck, basato su una successo teatrale di Roger Rueff, narra della storia di tre venditori che hanno l'obiettivo di "agganciare" un pezzo grosso con cui fare l'affare pi¨ importante della loro vita. Interpretazioni mostruose di Spacey e De Vito. Film girato in una suite d'albergo con una sceneggiatura perfetta, dialoghi potenti e profondi senza mai scadere. 5 pallini di sceneggiatura 3 di contesto. Media ****.
I gusti di Juanparis (Documentario - Drammatico - Giallo)

Ivanvilla 22/2/11 15:54 - 7 commenti

I dialoghi serrati tradiscono la matrice teatrale del film, spaccato di una rampante America fine anni '90. Girato in un unico ambiente, con soli 3 attori, rimane memorabile per quella che ritengo sia la migliore interpretazione di sempre del grande Danny De Vito. La regia nel senso del movimento di macchina Ŕ praticamente assente, ma i quadri che vengono fuori sono da antologia della recitazione. Stucchevole in alcuni momenti le faccette di Peter "faccia da schiaffi" Facinelli. Logorroico e riflessivo

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli ultimi 4 minuti e 50 del film... titoli inclusi.
I gusti di Ivanvilla (Commedia - Drammatico - Fantascienza)