Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'ERBA DI GRACE

All'interno del forum, per questo film:
L'erba di Grace
Titolo originale:Saving Grace
Dati:Anno: 2000Genere: commedia (colore)
Regia:Nigel Cole
Cast:Brenda Blethyn, Craig Ferguson, Martin Clunes, Tchéky Karyo, Jamie Foreman, Bill Bailey, Valerie Edmond, Tristan Sturrock
Visite:778
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 16
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/3/07 DAL BENEMERITO FABBIU

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 11/5/08 23:10 - 4451 commenti

Assai deludente. L’idea di partenza è molto buona, ma viene portata avanti con scarsa lepidezza, senza trovate ulteriori, fino all’affondamento completo che matura nella trasferta a Londra. Ciò che segue (le vecchiarde con gli occhi finti, il fumo che si diffonde, il servizio televisivo finale) rischia addirittura di far finire sotto la sufficienza. Trascurabile, mediocre.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il brindisi al pub.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 2/4/08 15:57 - 10926 commenti

Simpatica commedia dallo stile inconfondibilmente british che prende bonariamente in giro una delle passioni dei sudditi di Sua Maestà: il giardinaggio. In un ambiente che più britannico non si può (la Cornovaglia) si muovono una serie di personaggi ben descritti ed interpretati, che rendono il film per gran parte piacevole, tranne forse nell'ultima parte, che prende una deriva un po' eccessiva e di stampo psichedelico.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 29/12/11 11:07 - 7312 commenti

Suscita innegabile simpatia e una certa solidarietà l’impresa della vedova indebitata che risolve i suoi guai coltivando marijuana. Così come trasmette allegria questa commedia che mescola l’umorismo british con gli scorci paesaggistici scozzesi e soprattutto con un campionario di personaggi pittoreschi da bizzarro paesello. Peccato che qua e là il film, già poco fantasioso, sbraghi un po’, rinunciando al garbo e all’ironia e avventurandosi (soprattutto nell’ultima parte) nel ridondante e nel caciarone. Comunque, si sorride con piacere.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Daniela 23/4/14 9:52 - 8081 commenti

Tranquilla casalinga, ritrovatasi improvvisamente vedova e piena di debiti, mette a frutto il suo pollice verde per impiantare, con l'aiuto di un giovane vicino di casa, una coltivazione di marijuana... Commedia umoristica tipicamente inglese, di bella ambientazione e con qualche scenette gustosa ma nel complesso piuttosto deludente: se lo spunto promette divertimento, la vicenda procede infatti in maniera troppo edulcorata e rischia di ammosciarsi su se stessa. A farne le spese anche la pur brava Blethyn, la cui dolce ingenuità finisce per risultare stucchevole.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 16/6/10 19:29 - 2075 commenti

Per saldare i debiti insoluti del defunto marito, Grace fa fruttare il suo pollice verde con una piantagione di marijuana... Se vi fate un cannone durante la visione, potrete soprassedere alle molte ingenuità, far lievitare il tasso ironico (non proprio esaltante) e sbellicarvi per un paio di siparietti ben assortiti (le vecchie bottegaie, il covo del pusher e il finale al fumo). Con maggiore lucidità, potrete godere di una puntuta e rispettabilissima Brenda Blenthyn, di un tono liberal che mette ad agio e di una fotografia oceanica, acquosa, piuttosto suggestiva. Passatempo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lui dalla riva dice a lei che la ama, lei dalla barca dice a lui che è incinta: poi si tuffano in mare!
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Caesars 18/5/07 14:34 - 2462 commenti

Riecco una commedia inglese altamente consigliabile. La dolce Grace, rimasta vedova ed avendo ereditato solo debiti, decide di sfruttare il suo pollice verde passando dalla coltivazione di orchidee a quella ben più remunerativa di marijuana. Bellissima l'ambientazione in Cornovaglia e azzeccati sia il tono del film che gli attori chiamati ad interpretarlo. Si può essere o meno d'accordo con l'assunto antiproibizionista, ma il divertimento è in ogni caso assicurato.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Magnetti 19/11/08 16:48 - 1103 commenti

Ci si avvicina al film attratti dalla accattivante idea dell'attempata signora narco-coltivante, per rimanere poi convinti principalmente della bella e autentica ambientazione british (humour compreso). La buona idea di partenza non è stata adeguatamente sviluppata, perdendo gran parte delle sue potenzialità (peccato). Dio ci scampi poi da tutte le dietrologie legate al mondo delle droghe leggere, assolutamente al di fuori delle intenzioni della produzione e che toglierebbero solo dignità a un film comunque corretto e piacevole.
I gusti di Magnetti (Animali assassini - Avventura - Horror)

MAOraNza 3/4/08 15:54 - 188 commenti

Se lo si prende per quello che è, ovvero una commediola piacevole con momenti divertenti incastonati in una intelaiatura tipicamente "british", non si può dire che non si tratti di un film godibile. Se invece si vuole discutere del contenuto "antiproibizionista", c'è poco da dire (anche perché alcune sequenze sono "surreali"). Un ottimo cast, una sceneggiatura a tratti lacunosa, ma in linea di massima è una commedia che si lascia guardare senza troppe storie, ma che non passerà di certo alla storia.
I gusti di MAOraNza (Animali assassini - Azione - Horror)

Fabbiu 17/3/07 13:51 - 1886 commenti

In un presente sempre pieno di discordanze politiche e problemi nell'affrontare soluzioni della droga, Nigel Cole sforna una esilarante commedia antiproibizionista (almeno per quanto riguarda la marijuana), configurando una commedia soft lenta e seria, con pause riflessive, stacchi un po' drammatici ma tantissime sequenze divertentissime. Gli attori sono tutti bravi e riescono a fronteggiare le lacune della sceneggiatura, gli scenari scozzesi sono favolosi, molto bella la fotografia. Poche ricadute.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Ellerre  15/11/08 10:38 - 88 commenti

Una modesta commedia inglese che si lascia guardare più per la fotografia (ottima testimonianza dei paesaggi della Cornovaglia) che per la storia in sé. Buona l'idea di partenza e buona anche la recitazione, ma per il resto la narrazione e lo svolgimento della storia non lasciano alcun segno. Situazioni comicheggianti un po' forzate e briciole di moralismo spingono verso la "commediola" un film stilisticamente godibile.
I gusti di Ellerre (Commedia - Giallo - Thriller)

Belfagor 16/6/10 16:33 - 2593 commenti

Si parte bene, con una premessa interessante e un umorismo british amabilmente sovversivo. Poi però ecco comparire le tracce di un umorismo puerile e le lacune di una sceneggiatura con più di un momento incerto. La seconda parte, ahimé, declina verso la mediocrità e non si capisce se il finale sia una voluta presa in giro o un modo svogliato di concludere. Si apprezza comunque la protagonista, ben intepretata nella sua "ingenuità" dala Blethyn. Una buona fotografia fa risaltare gli scenari della Cornovaglia.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Paulaster 26/2/18 12:10 - 2302 commenti

Vedova in bolletta si mette a coltivare cannabis nella sua serra. Ambientazione british e scarsa vena umoristica: gli unici (e scontati) momenti d'ilarità sono l'euforia post fumata. Commedia sulle buone intenzioni e sull'unione della comunità che nella conclusione vira su sterili conseguenze delinquenziali. Protagonista centrata come ruolo, non bene i comprimari con la storia della gravidanza.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il poliziotto nudo che corre in giardino.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Stefania 15/6/10 23:19 - 1600 commenti

Viveva col marito in Cornovaglia e un dì trasecolò nella boscaglia... cioè nel giardino, dove scopre l'esistenza di un'erbetta assai ricercata. Poteva essere una farsa, giovarsi di qualche trovata demenziale, resta invece uno scherzetto inoffensivo. Del resto, la droga in questione ha perso da tempo qualunque aura trasgressiva, il fatto che una vedova di mezza età la coltivi e la venda è un soggetto adeguato solo ad una commedia bonaria e buonista. Che comunque è ben recitata ed è una graziosa cartolina "old England".
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Ultimo 30/3/15 10:24 - 1240 commenti

Commedia semplice, in pieno stile britannico e con qualche scena davvero divertente. L'elemento che maggiormente incuriosisce è dato proprio dalla protagonista Grace (una Brenda Blethyn davvero in parte), una signora che vive in un ameno paesino della Cornovaglia dedita alla coltivazione di marijuana, per motivi sui quali non mi soffermo. Nel complesso promosso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena dei cereali.
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)

Domino86 9/12/10 13:51 - 440 commenti

Una commedia molto inglese che diverte tantissimo. Il film è assai vivace ed è esilarante vedere queste signore un po' agée che sorseggiano thé "stupefacenti" e soprattutto gli effetti che ne derivano. Brava e simpatica la protagonista. Pellicola da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Dio mi conceda la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare le cose che posso e la saggezza di capire la differenza.
I gusti di Domino86 (Animazione - Drammatico - Thriller)

Fele 24/12/07 23:19 - 43 commenti

Un'ideuzza tutto sommato buona e condivisibile (la Maria non fa niente ed andrebbe legalizzata), viene infarcita di scemenze banali dalla morale infantile e stupida, che non ammalia neanche un bimbo dell'asilo. Alcune esagerazioni da comica (Grace dopo la prima canna sembra che si sia scolata una bottiglia di whisky; la scenetta finale dei figli dei fiori mezzi nudi) peggiorano ulteriormente una trama narrativamente puerile. E tutti gli attori (trascurabili) vengono fagocitati da questa oziosa idiozia post-sessantottina finto-sovversiva.