Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'UOMO CHE AMAVA LE DONNE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 17
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/3/07 DAL BENEMERITO GIAPO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 16/8/08 0:10 - 4426 commenti

Molto, molto inferiore rispetto al consueto alto livello del grande regista. Non che io adori le analisi psicologiche, ma qui dopo poco tempo la vicenda si fa quasi piatta, ripetitiva. Non mi ha granché convinto l'interpretazione dell'attivo sessualmente, ma passivo attorialmente, Charles Denner. Le donne (ad esclusione di Leslie Caron) si dimenticano subito, il che, probabilmente, è voluto. Il gatto che lecca il latte, presente pure in Effetto notte, è ripreso da La calda amante!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inizio è la cosa migliore.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Il Gobbo 4/7/07 9:27 - 3011 commenti

Divertente, bislacco, un po' frammentario, leggero ma non troppo e solidale con l'allucinato protagonista (il bravo Charles Denner, un "brutto" utilizzatissimo dal cinema francese). Finale da applausi. Tuttavia rimane a mio avviso un Truffaut minore, il che non gli ha impedito di fare breccia presso gli americani, che ne hanno realizzato un remake (di Blake Edwards) con Burt Reynolds.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Homesick 2/10/07 18:02 - 5737 commenti

Con il consueto stile pulito, elegante e pacato, Truffaut decrive la vita di un uomo fondamentalmente solo, con una passione irrefrenabile per le donne, da lui corteggiate e sedotte con tecniche del tutto estranee a quelle del tipico "dongiovanni". I personaggi femminili si distinguono per diversi gradi di avvenenza e di sfumature psicologiche: la romantica, la complessata, l'umile, la scherzosa, etc. Truffaut è un passante che si vede ad inizio film.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le gambe delle donne sono come «dei compassi che misurano il mondo».
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Daniela 11/1/09 16:22 - 8008 commenti

In un lungo flashback a partire dal suo funerale, episodi della vita di Bertrand Morane, un ingegnere quarantenne dall'apparenza schiva, il cui maggior interesse consiste nel sedurre qualsiasi donna colpisca la sua fantasia - Charles Denner, bruttino e nervoso, non sembrerebbe adatto al ruolo di seduttore, però finisce per conquistare anche le nostre simpatie. Un film tenero e bizzarro, con una vena malinconica (l'indifferenza della madre nei ricordi in b/n). Indegno il remake americano.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Le gambe delle donne sono dei compassi che misurano il globo terrestre in tutti i sensi, dandogli il suo equilibrio e la sua armonia".
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Deepred89 4/10/14 1:18 - 3101 commenti

Secondo chi scrive, un'arguta, stimolante e a suo modo memorabile dichiarazione d'amore verso l'universo femminile, universo splendido e inafferrabile, da venerare ogni singolo istante fino al martirio finale. Lunghetto e un po' ripetitivo, ma anche intelligente e spassoso, specie se si entra in sintonia con il personaggio. Cosa non impossibile, vista la ricchezza di sfumature nel suo tratteggio e l'altissimo numero di donne splendide, peraltro dotate di voci splendide (da godere assolutamente in lingua originale). E bravo François!
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Matalo! 18/8/08 11:18 - 1352 commenti

Penso al fatto che quando lo proiettai ad una rassegna sul seduttore in sala c'erano solo donne... La patologia del protagonista è l'incapacità di amare dovuta ad una disaffezione della madre. Esemplare la scena della baby sitter che trova un pupazzo e alla domanda "Dov'è il bambino" il protagonista risponde "Sono io". Le donne si innamorano di lui perché ne capiscono l'interesse ma solo una (Leslie Caron), con la quale ebbe una storia d'amore, lo mette di fronte alla sua patologia. Bello, di testa, sottovalutato. Rifatto da cani da Blake Edwards.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Ghostship 23/6/10 11:37 - 394 commenti

L'uomo che amava le donne è una sorta di Doinel adulto, uno che prima delle donne ama la vita in tutte le sue multiformi manifestazioni. Truffaut crea un personaggio cui piace stare solo, ma che non riesce a non correre dietro le donne, cui piacciono tutte, chi per l'istinto materno, chi per il modo di camminare, chi per il proprio sguardo... con una certezza amara: Non si può essere felici senza far soffrire qualcun altro. Contraddittorio, ma sinceramente consapevole di esserlo, come del resto si sente anche il regista. Personale.
I gusti di Ghostship (Giallo - Horror - Thriller)

Giapo 16/3/07 10:59 - 224 commenti

In occasione del suo funerale, si ripercorre la vita di un uomo caratterizzata da una ossessione quasi patologica verso le donne. Il ritratto di questo grottesco e divertentissimo personaggio, innamorato più dell’idea dell’amore che delle donne, è quasi un pretesto per Truffaut per giocare con gli istinti e le piccole perversioni maschili e femminili. Fitto di dialoghi arguti e incisivi, di situazioni quasi surreali ma mai ridicole, il film fa sorridere e riflettere sui misteri della sessualità.
I gusti di Giapo (Gangster - Horror - Thriller)

Giùan 1/12/11 11:53 - 2617 commenti

Il mio favorito tra i film di Truffaut. La grazia estatica e incantevole tipica del suo cinema si sposa con una intensità che raramente ha toccato altre volte. Particolarissima e originale riflessione su eros-thanatos, ha la capacità di declinare una serie innumere di discorsi sui rapporti tra i sessi, come sulla natura misteriosa eppure razionale del Fascino. C'è di più però: la qualità "letteraria" connaturata all'opera di Truffaut dona alla pellicola un indole immaginifica tale da costituirsi come universo proprio e concluso. Denner è inimitabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo straordinario incipit delle gambe-compasso; I flashback materni; Nel gineceo: la maschera del cinema, la Fossey, la cinese del luna park, la baby sitter.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Paulaster 14/11/18 10:26 - 2270 commenti

Seduttore seriale si racconta (e autoanalizza) in un libro. Sfilata di conquiste per chi dà soprattutto amore fisico, ma che non desidera trattenere le donne oltre un breve periodo. Truffaut parla di sensazioni riuscendo a evitare il chiaro lato patologico e non facendo passare le esponenti del gentilsesso come prede senza scampo. Protagonista con charme ma senza l'estetica adatta a un donnaiolo. Qualche buon dialogo, qualche ideuzza registica e un finale sincero che appaga.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La sfilata di gambe al cimitero; I visi delle donne davanti alla bara; Aurora la telefonista.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Ryo 8/6/16 13:26 - 1875 commenti

Attenta e profonda analisi di un personaggio attratto in maniera morbosa dalle donne. Ne colleziona talmente tante da immergersi in un'autoesplorazione, redigendo una lista di tutte le donne con cui ha avuto una relazione. Affronta un tema delicato senza scadere mai nella maniacalità ma solo in una pura passione, gestita con rispetto e lealtà. Interessante lo studio psicologico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Le gambe delle donne sono compassi con cui misurare il mondo".
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Il Dandi 18/9/17 19:40 - 1581 commenti

Un Truffaut "minore" ma divertente e poetico per un film alla fine - a dispetto dell'iperattività erotica del protagonista - più sentimentale che fisico. Denner (orecchie a sventola, naso aquilino, sigaretta perenne) incarna magnificamente il prototipo dell'eroe solitario e gainsbourghiano, che non ha nulla del narcisismo del Casanova né della misoginia del Don Giovanni, ma riesce insospettabilmente a trasformarsi in seduttore pur "senza mai far nulla per cercare di apparire virile": comme la (nouvelle) vague irrésolue.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il funerale a cornice; L'aforisma sulle gambe delle donne.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Giacomovie 31/7/11 18:09 - 1318 commenti

Gioiello di eleganza tipico del cinema francese, con un Truffaut che rifinisce il film con la cura di chi gira con occhio artistico. A dispetto del titolo è tutt'altro che maschilista ed evidenzia un dongiovanni atipico, del tutto dalla parte delle donne, il cui atteggiamento discreto e rispettoso verso di loro assume rilievo sentimentale. Allo stesso tempo è un diario sulla seduzione che funge quasi da guida per orientarsi nel multiforme universo delle donne, fornendo uno spaccato della psiche femminile nel rapporto con gli uomini.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: “Quando si vede qualcuno desiderare la persona su cui si sono fatti dei progetti, ciò aumenta la smania che se ne ha”.
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)

Gestarsh99 28/3/11 22:25 - 1175 commenti

Col suo inconfondibile tocco pudico e delicato Truffaut dedica una sua trasparente panoramica allo sterminato universo femminile, filtrandolo attraverso gli occhi e il vissuto di una figura all'apparenza grigia e inespressiva ma in realtà ricca di sfaccettature e pulsioni contraddittorie. Denner riesce ad infondere, con placida umiltà, una mirabile naturalezza realistica al suo personaggio, suggerendo agganci più che evidenti a quel Doinel, cine-alter-ego del regista. La leggerezza e la velata ironia che il film trasmette suonano ad oggi cose più che sorprendenti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Pappagallo senza averne l'aspetto, gatta morta con l'aria tormentata" (dice una delle amanti rivolta a Bertrand).
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Lou 13/1/17 18:37 - 811 commenti

La storia di un seduttore seriale raccontata con il tocco delicato e attento di Truffaut. Non c'è esibizionismo, né volgarità, semmai la descrizione di un'ossessione ostinata e sincera. Il tenebroso donnaiolo protagonista è spinto da un bisogno spasmodico di possedere le donne, da cui rimane affascinato in modo puerile. Il protagonista è trattato con indulgenza, l'accento è posto sull'autenticità dei comportamenti e sulle inevitabili conseguenze tragiche. Una provocazione leggera ma non banale sulle debolezze umane.
I gusti di Lou (Avventura - Azione - Drammatico)

Pau 27/4/10 10:37 - 125 commenti

Toni da commedia, ma il film ha un sottofondo cupo, legato alla incapacità del protagonista di vedere le donne nella loro complessità; si interessa a tante (e resta fondamentalmente solo) perché coglie soltanto "un pezzo" (del corpo o dell'indole) di ognuna di esse (la regia, per esemplificare la parzialità dello sguardo di Morane, indugia spesso su singole parti anatomiche). Truffaut sosteneva che con le donne si hanno le relazioni che si sono avute con la propria madre: Morane/Truffaut ricerca ovunque quell'affetto di cui non riuscì a godere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La sequenza del sogno, in cui Bertrand Morane si vede come un manichino esposto in vetrina ed osservato da decine di penetranti sguardi femminili.
I gusti di Pau (Giallo - Poliziesco - Teatro)

Mrmanuz 5/8/10 12:24 - 9 commenti

Avvertenze e Istruzioni per maschi per la visione di questo film: guardatelo, ora come non mai, immergendovi nel cervello del protagonista e confrontandolo con quello che fareste voi nella sua situazione. Mai come qui Truffaut ha saputo catturare quello che le nostre celluline grigie talvolta pensano/sognano, ma come spesso accade tutto rimane lì, dentro la scatola cranica. Qui invece si libera e rende il nostro ingegnere protagonista di piacevoli avventure. Più drammatico nella seconda parte.
I gusti di Mrmanuz (Comico - Drammatico - Thriller)