Cerca per genere
Attori/registi più presenti

GIOCHI NELL'ACQUA

All'interno del forum, per questo film:
Giochi nell'acqua
Titolo originale:Drowning by Numbers
Dati:Anno: 1988Genere: commedia (colore)
Regia:Peter Greenaway
Cast:Juliet Stevenson, Bernard Hill, Joan Plowright, Jason Edward, Bryan Pringle, Joely Richardson
Visite:527
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/2/07 DAL BENEMERITO FLAZICH

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 9/7/08 9:24 - 7365 commenti

Nonna, madre e figlia fanno fuori i loro mariti. Sono le tre facce della luna, così come 100 sono le stelle e i numeri che compaiono in ordine crescente in ogni scena del film, il cui titolo corretto potrebbe essere tradotto meglio “affogando per i numeri”. Greenaway, più rinascimentale e classificatorio che mai, racchiude qui l’intero universo attraverso l’ordine dei numeri che regola il disordine della vita e della morte. Il film è affascinante, dark, divertente e sottilmente misterioso. Perfette le musiche di Michael Nyman.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Cotola 7/5/10 22:44 - 7087 commenti

Se c’è una cosa di cui non difetta Greenaway è di sicuro la fantasia ed anche questa pellicola, pur essendo abbastanza “normale” e lineare rispetto ad altri suoi lavori, non fa eccezione. La storia non è difficile da seguire ma viene riempita dei temi cari al regista (donne, sesso, morte e altri) e delle sue ossessioni (soprattutto i numeri). Abbastanza divertente e certamente più digeribile di tanti lavori di questo supponente regista che per una volta non cerca di scioccare a tutti i costi o la bizzarria a ogni piè sospinto.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 16/6/10 13:34 - 8252 commenti

Tre grazie con lo stesso nome, ma di differente età e bellezza, fanno fuori i rispettivi partner con la complicità di un medico legale che aspira ad una ricompensa in natura. L’abbozzo di trama non inganni, non si tratta di un giallo o di un thriller ma di un raffinato pastique fra numerologia e pittura, con particolare riferimento alle nature morte dell’arte fiamminga. Vederlo è come sfogliare un album con immagini di sublime bellezza, accompagnati dalle note suggestive di Nyman e da dialoghi ironici e bizzarri. Godurioso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Anche alla terza visione, niente da fare: perdo sempre qualche numero da 1 a 100 strada facendo.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Flazich 26/2/07 13:43 - 658 commenti

Ci sono tre omicidi, alla base della storia; compiuti da tre donne (di tre generazioni diverse) nei confronti dei propri mariti. L'elemento dominante del film è l'acqua, elemento che genera e che toglie la vita (gli omicidi avvengono attraverso l'uso della stessa). Film grottesco, dai dialoghi particolari (putroppo la traduzione non riesce a restituire i virtuosismi e le scelte lessicali della versione inglese). Una particolarità: il film è disseminato di numeri più o meno nascosti. Musiche straordinarie.
I gusti di Flazich (Fantascienza - Poliziesco - Thriller)

Paulaster 5/2/18 13:10 - 2379 commenti

Tre donne omonime annegano i rispettivi mariti con la complicità del medico legale. Sceneggiatura macabramente divertente che utilizza l'acqua e i numeri per inscenare una farsa grottesca. Un gioco dell'oca (da 1 a 100) con tasselli sparsi parlando di morte, noia, amore. Grande aiuto dalla fotografia a ricreare ambienti in stile pittorico e musiche classiche adatte.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I podisti coi pettorali coi numeri di diversa grandezza; "Mi piacciono le morti naturali".
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Bubobubo 9/10/19 17:11 - 884 commenti

Gioco: tre grazie coi morti (e un intruso). Istruzioni: il giocatore di sesso femminile ha a disposizione qualsiasi superficie acquatica, naturale o artificiale, per liberarsi dell'inetto partner maschile. Scopo del gioco: ottenere la protezione legale del coroner senza alcuna ricompensa in natura. Si gioca a turno. Chi rimane escluso dalle prime manche conti le pecore. O le stelle. Importante è arrivare a cento: non importa come. Se un incidente dovesse precludere l'obiettivo, ricorrete alle maniere forti. Vince chi sa giocare alla vita.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La fotografia, di una bellezza pittorica assoluta; Le pecore e l'alta marea; I corridori 70 e 71; Il finale.
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)

Enricottta 14/9/09 15:04 - 507 commenti

Siamo di fronte al genio di Greenaway, che fa della contaminazione la propria cifra stilistica. Il plot del film è quanto mai originale, suggerendo in maniera ora velata, ora palese varie chiavi di lettura. Ma non si limita al concettuale o alla numerologia, cara alla filosofia di Pitagora o Liebniz, gioca con la vita, con la morte con i sentimenti. Il risultato è un maestoso quadro, un allegoria che riceve più che dare, che si alimenta soprattutto delle emozioni dello spettatore per poi fagocitarlo. Con i film di G. non si è mai spettatori passivi.
I gusti di Enricottta (Erotico - Giallo - Musicale)