Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DONATELLA

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/2/07 DAL BENEMERITO FLAZICH

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 14/8/13 7:56 - 5737 commenti

Una giovane tra emancipazione ed insidie societarie, una Cenerentola che prende a prestito abiti principeschi e deve rincasare entro mezzanotte… Nonostante l’accesa fotografia in Eastmancolor e gli esuberanti numeri canori di Abbe Lane, la commedia è spenta e banale, attenendosi ad un mero descrittivismo pronto a servire l’ovvietà del lieto fine. I ruoli da personaggi da commedia hollywoodiana cuciti addosso alla Martinelli e a Ferzetti cadono larghi, Chiari viene limitato e molto più brillanti sono i contributi di Fabrizi, Riento e Porelli. Però il regista avrà modo di riscattarsi presto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Chiari che giustifica la foto ritagliata di Abbe Lane con la pubblicità dello sciroppo per la tosse che sta dietro; la servitù invitata a tavola.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Flazich 18/2/07 21:03 - 658 commenti

Il personaggio di Elsa Martinelli ricorda sin troppo le ragazze acqua e sapone interpretate dalla stupenda Audrey Hepburn per non pensare che la cosa non sia stata voluta. Il film non è sicuramente tra i migliori di Monicelli, anzi a voler essere critici la storia è banalissima e anche la regia non è particolarmente felice. Il finale, scontatissimo, è pervaso da un buonismo esagerato. Si salvano solo le ottime interpretazioni della Martinelli e di Aldo Fabrizi.
I gusti di Flazich (Fantascienza - Poliziesco - Thriller)

Saintgifts 23/10/11 22:34 - 4099 commenti

Monicelli sfrutta il panoramico cinemascope per farci ammirare Roma in tutto il suo splendore anni 50 e per mostrare dialoghi a due (o a tre) personaggi senza l'uso del controcampo. La storia non è nuovissima (ricorda favole e film precedenti), ma lo stesso si segue con piacere, vuoi per i battibecchi tra Aldo Fabrizi e Virgilio Riento, vuoi per la freschezza e spontaneità della Martinelli. Per contro appaiono non troppo in parte Chiari e Ferzetti, troppo "uomini" e perciò poco credibili; sarebbe stato meglio un principe azzurro più "ragazzo".
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Lucius  22/5/16 16:18 - 2752 commenti

Per due terzi una commedia brillante dai tempi perfetti a metà strada tra Colazione da Tiffany e Vacanze romane, poi lo sfarzo viene meno e il film ricade nell'ordinario, quasi anonimo incedere. Una giovane e quasi anonima (per l'età) Elsa Martinelli, novella pretty woman, si trova catapultata, grazie alla sua onestà, in un mondo che neppure avrebbe mai immaginato di frequentare. Un romanticismo da cartolina per una tappa minore ma non disprezzabile della filmografia di Monicelli.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Stefania 13/8/11 22:56 - 1600 commenti

Le vacanze romane di una ragazza romana: la sua città l'aveva vista soltanto dai finestrini del tram che la portava dalla sua modesta casetta alla scuola per dattilografe, e adesso, per uno scherzo del destino, può sfrecciare a bordo di una fuoriserie... Sceneggiatura smilza, rimpolpata da un buon gioco di equivoci, i richiami alla fiaba di Cenerentola sono volutamente espliciti (la fine dl ballo a mezzanotte...), ma saporiti quadretti familiari e lo spontaneo umorismo di Fabrizi scongiurano cadute nel... melassoso. Simpatico e fresco!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli intermezzi dell'esplosiva Abbe Lane, che danno colore e sapore d'epoca. Walter Chiari, sfortunato ma divertito e divertente.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Graf 10/1/12 2:05 - 627 commenti

La favola di Donatella che, da modesta impiegata romana, incontra e sposa il principe azzurro è un topos narrativo eterno e sempre riaffiorante nelle storie cinematografiche di ogni epoca. Il tema, da messinscena sofisticata; però non rientra nelle corde di Monicelli, molto più versato per la commedia realista e per la satira di costume. Il film, piuttosto piatto, prolisso e prevedibile ha comunque un garbo e una gentilezza che conquistano ed esibisce il fascino incantato della Roma di una volta. Manca, però, l'impennata geniale del grande regista.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Martinelli è perfetta nel ruolo della "pricipessa"; ha fascino da vendere e un'eleganza innata; Fabrizi e Riento fanno da controcanto realistico.
I gusti di Graf (Commedia - Poliziesco - Thriller)

Noodles 1/5/19 20:29 - 303 commenti

Monicelli firma una commedia che, se non ci fossero Walter Chiari e Aldo Fabrizi (straordinaria la sua prova) sembrerebbe quasi una produzione americana. Film che scorre liscio e piacevole, ma sul giudizio pesano un montaggio impreciso e soprattutto un pessimo finale. Peccato, l'operazione era ammirevole, anche se il tema della povera ragazza che entra di colpo nel bel mondo non è certo nuovo.
I gusti di Noodles (Commedia - Drammatico - Horror)

Roger  1/2/13 16:37 - 143 commenti

Viene subito in mente Sabrina, ma mentre lì il tono favolistico è condotto magnificamente, qui l'inserto di elementi realistici rovina l'incanto e rende tutto inprobabile. Basta la scena dove la servitù della signora tratta Donatella (che è una dipendente e quindi alla loro pari) inspiegabilmente come una principessa. Ma quando mai... Oppure Donatella che parla e si comporta come una popolana a corrente alternata. Rimangono i siparietti umoristici di Chiari e Fabrizi e una magnifica Roma in cinemascope.
I gusti di Roger (Comico - Commedia - Drammatico)