Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LE ROSE DEL DESERTO

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 12
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/2/07 DAL BENEMERITO XAMINI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 7/3/11 7:20 - 11008 commenti

Sessantacinquesimo ed ultimo film del grande Monicelli, Le rose del deserto riprende un tema molto caro al regista, quello del rapporto tra la guerra e il popolo italiano che in frangenti bellici mostra il meglio e il peggio di sŔ contemporaneamente. Nonostante il talento del grande regista emerga in modo preponderante, il film Ŕ penalizzato da una resa tecnica inadeguata e dalla prova di un cast non sempre all'altezza che ne fanno purtroppo un'occasione sprecata.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Tarabas 22/12/09 19:29 - 1630 commenti

Un reparto medico militare finisce risucchiato in una ritirata nella guerra d'Africa. Monicelli ci mette un po' tutta l'Italia, da nord a sud, facce e dialetti, truppa fatta dal popolo e ufficiali colti ma ben poco marziali. Si parte con la farsa e la cosa funziona poco. Poi il film comincia a funzionare, con toni pi¨ equilibrati e momenti efficacissimi (il matrimonio per procura su tutti). Qualche gag poco riuscita, ma nel complesso Ŕ un film interessante e mai cartolinesco.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Caesars 2/12/10 9:21 - 2501 commenti

Ultima fatica cinematografica del Maestro: gradevole ma non del tutto riuscita; infatti si respira aria di cinema povero e la realizzazione tecnica non Ŕ particolarmente riuscita. La storia non Ŕ molto originale, per˛ ci si possono trovare temi cari al grande regista nonchŔ richiami brancaleoneschi e meditterranei. L'idea di mostrare "accelerate" tutte le sequenze che vedono protagonista Tatti Sanguineti Ŕ simpatica all'inizio, ma alla lunga stanca un po'. Sicuramente da vedere, ma i capolavori di Monicelli sono ben altri.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Capannelle 11/10/10 16:21 - 3587 commenti

Gli attori si muovono discretamente e in qualche scena rivive lo spirito dissacrante dell'armata Brancaleone, ma nel complesso Ŕ un film poco originale, tecnicamente povero e discontinuo nei personaggi, che secondo me Monicelli faceva meglio a non girare. Nonostante molti della critica ufficiale gli abbiano fatto da balia c'Ŕ veramente da augurare al re della commedia italiana una strameritata pensione.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

G.Godardi 2/5/07 18:57 - 950 commenti

Il ritorno al cinema del grande vecchio Monicelli Ŕ una commedia bellica scissa in due a causa del doppio soggetto da cui Ŕ tratta. La prima parte, caotica, chiusa e raccolta, pare pi¨ una rielaborazione di Mediterraneo: in realtÓ si parla di scontri culturali e dell'Islam di oggi. La seconda invece Ŕ un road movie con punte surreali (il generale di Sanguineti) che mettono in luce le assurditÓ della guerra. Tra le due la pi¨ riuscita Ŕ questa. Monicelli gira ancora con brio e verve, rielaborando anche alcune intuizioni viste nel secondo Brancaleone.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Carissimo... per il bene che ti voglio...
I gusti di G.Godardi (Horror - Poliziesco - Thriller)

Rambo90 20/11/19 17:08 - 5970 commenti

L'ultimo Monicelli Ŕ un ispirato ma imperfetto ritorno alle atmosfere soldatesche della Grande guerra con incroci quasi alla Mediterraneo. Alcuni episodi funzionano e commuovono, come quello del soldato Sanna, altri sono un po' tirati via come quello della donna araba col tenente Salvi. La confezione Ŕ sempre curatissima, con ottime ricostruzioni d'epoca in costumi e oggetti. Il cast fa il resto, con Placido sugli scudi e un intenso Haber. Buono.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 5/10/11 12:27 - 4099 commenti

L'aspetto pi¨ interessante del film Ŕ la visione insieme ironica e realistica, oltrechŔ umana, dei comportamenti dei soldati italiani (soprattutto) e tedeschi in Africa durante la II Guerra Mondiale. Anche la figura del frate domenicano (un bravo Placido) forte e disincantata, contribuisce a dare un aspetto veritiero a tutta la vicenda. Ottima la sceneggiatura; la regia di Monicelli, novantenne, Ŕ esemplare, gli interpreti tutti in parte. Originale e buona la scelta delle musiche.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nando 5/3/11 2:52 - 3353 commenti

La guerra coloniale italica vista con gli occhi del maestro toscano qui nell'ultima sua fatica cinematografica. Un discreto affresco dialettale con personaggi minori assurti a complici della narrazione, tuttavia il risultato non Ŕ eccelso e nonostante la seconda parte bellica ci si aspettava francamente di pi¨.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Xamini   11/2/07 0:09 - 923 commenti

1941, occupazione della Libia. Un'armata Brancaleone di facce e dialetti italici (ma i dialoghi soffrono di qualche anacronismo) se la vede con un deserto inospitale e l'eterna assurditÓ della guerra. Il tema Ŕ affrontato con i tratti ironici di Monicelli, capace di affiancare al romantico Haber alla disperata ricerca di parole il concreto (e bravissimo) Placido in un sottofondo di amarezza. Qualche momento di stanca e qualche macchietta (il generale e i suoi passaggi accelerati) non rovinano l'armonia. Azzeccatissimo l'apporto di Ho visto un re di Jannacci/Fo.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Jurgen77 21/12/12 10:38 - 601 commenti

A metÓ strada fra la parodia, la commedia, il grottesco e il drammatico. Ci sono alcune macchiette (tipo quella del generale "accelerato") che sono tragicomiche. Ottimo Placido nei panni del prete. Alla fine il film Ŕ gradevole, anche se si fa fatica a inquadrarlo in un genere. In conclusione direi che, malgrado l'etÓ, Monicelli ha qui ancora molto da dire...
I gusti di Jurgen77 (Fantascienza - Guerra - Horror)

Cinevision 29/8/07 13:19 - 72 commenti

Monicelli Ŕ tornato; quasi 90 anni e non li dimostra per niente. Il film un po' sý. Intendiamoci, Ŕ tipica commedia all'italiana; i personaggi sono azzeccati (sopratutto Placido, irresistibile frate naif), l'assurditÓ della guerra Ŕ rimarcata con la consueta ironia e amarezza alle quali ci ha abituato il regista ma... ma alcune cose lasciano perplessi; ad esempio le scene accelerate del generale (alla lunga stancano) o certi dialoghi un po' ridicoli. Comunque, bentornato maestro!
I gusti di Cinevision (Fantascienza - Horror - Poliziesco)

Gigi66 22/11/14 10:10 - 12 commenti

Brutto, fiacco, spesso imbarazzante ultimo film del Maestro Monicelli. Non che non ci siano buoni momenti (e non Ŕ un caso che il momento migliore sia un "funerale"), ma davvero in queste due ore sfilacciate si stenta a ritrovarci l'estro, la cattiveria, la genialitÓ del suo autore. Musiche moderne terribili e una confezione da fiction Rai anni 90 non aiutano. Incredibile la benevolenza della critica ufficiale, con Mereghetti che gli affibbia le stesse stelle di Romanzo popolare o Amici miei.
I gusti di Gigi66 (Comico - Commedia - Drammatico)