Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA VERGINE DI NORIMBERGA

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 19
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 14/6/07 17:50 - 3875 commenti

Uno dei primi gotici italiani, ambientato ai nostri tempi, mémore degli esperimenti condotti dai nazisti, in grado di generare veri e propri mostri, come il "Teschio Umano" della pellicola, ovvero un ex ufficiale nazista che, a seguito del fallimento di un attentato ai danni di Hitler, viene condannato ad un atroce destino: la scarnificazione totale del volto. Cast di alto livello, nel quale risaltano Christopher Lee e la bellissima Rosanna Podestà (pur circolando per 80 minuti in vestaglia, sprizza sesso ad ogni inquadratura). Crepuscolare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La tortura della gabbia (con topo) fissata al volto di una delle povere vittime.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Il Gobbo 31/12/07 13:31 - 3011 commenti

Buon gotico margheritiano, che gioca felicemente sull'ambiguità (è moderno, ma lo si capisce solo grazie al dipanarsi della trama), risolvendosi tutto nello stile: e, com'è noto, in queste atmosfere il buon Antonio era imbattibile, pur non avendo l'estro birbone di Mario Bava. Produce Marco Vicario, che fornisce anche la moglie, bellissima e sexyssima. Bei momenti sadiani, fra cui spicca la simpatica museruola con ratto incorporato. Valido.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Puppigallo 8/12/10 10:27 - 4339 commenti

Buon horror targato Margheriti, che si avvale di un'azzeccata ambientazione e di attori convincenti, compreso un Lee più defilato (Erich, il devoto guardiano sfigurato), ma ugualmente sfizioso come personaggio a dir poco sinistro. In più, tra i protagonisti si può annoverare anche la colonna sonora, che sottolinea tutto, passi, respiro, ombre, luci improvvise, o che si spengono. Certo, ogni tanto arranca un po' ed è ormai datato, ma ha un suo indiscusso fascino e il finale (l'esperimento) aggiunge quell'indispensabile tocco horror di una volta. Riuscito.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Quello che non si vede, si cerca di ignorarlo"; La tortura del ratto; La corsa della protagonista nel parco, di notte, con i rami che la sovrastano.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 15/5/08 11:50 - 5737 commenti

Un tetro castello, antichi strumenti di tortura e classiche atmosfere gotiche virano verso il thriller, rievocando – attraverso un flashback in bianco e nero – terribili avvenimenti della Seconda guerra mondiale e il nazismo, con conseguenti traumi. Memorabili la fotografia, la maschera del “Giustiziere” (e anche quello che cela la suo interno…) e i suoi delitti. Sprecato Lee nel ruolo del servitore.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Caesars 20/11/14 8:20 - 2472 commenti

Discreto gotico firmato dal nostro Margheriti con l'usuale pseudonimo Anthony Dawson, impreziosito dalla buona fotografia di Riccardo Pallottini. L'atmosfera di mistero che permea il castello è valida; decisamente meno invece la storia, abbastanza banale, che trova però un curioso aggancio con avvenimenti riguardanti la Seconda Guerra Mndiale. Interpretazione dignitosa da parte di Rossana Podestà (allora moglie di Vicario, produttore del film) in scena praticamente sempre in sottoveste, mentre Christopher Lee risulta sottoutilizzato.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Ciavazzaro 16/5/08 16:16 - 4723 commenti

Buon gotico che conta su livelli di sadismo molto curiosi per l'epoca (Margheriti è sempre stato controccorente). Bella e brava Rossana Podestà, particina per Lee, discreto Riviere. Molta atmosfera, segnalo la "vergine di Norimberga" che dà il titolo al film, la forte (per l'epoca) sequenza dell'operazione chirurgica e le altre torture. Un ottimo anche alla regia.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Trivex 21/8/12 11:54 - 1417 commenti

Gotico particolare, quasi innovativo, ma non per questo eccellente. Anche perché il tempo non aiuta l'atmosfera e il dvd tedesco, qualitativamente ottimo, conferisce una elevata pulizia alle immagini attraverso l'eliminazione della "polvere" che personalmente ritengo invece un plusvalore del genere gotico. Comunque la regia è valida e tutti i partecipanti compiono bene il loro mestiere, rappresentando una vicenda oscura e misteriosa, caratterizzata da un discreto ritmo, qualche incongruenza e con un finale invece decisamente classico. **!
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Rufus68 16/10/16 21:11 - 2654 commenti

Centone costruito con ogni topos del gotico (temporali, sotterranei, maledizioni ominose, torture...) e un pizzico di Hitchcock (solo un pizzico: Rebecca e Notorious). Se è apprezzabile il tentativo di riaggiornare il genere (vi è pure un inserto semidocumentaristico) è altrettanto difficile negare che, alla fin fine, la zuppa ha sempre lo stesso sapore. Rilevante la figura del vilain. Di ardua comprensione, invece, l'utilità dell'operazione "Teschio Umano".
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Giùan 30/8/11 12:50 - 2649 commenti

Stereotipo gotico margheritiano che scopre quasi fuori tempo massimo le sue buone carte (il make up del Teschio umano e la sua diretta discendenza dai terribili esperimenti nazi) col risultato d'apparir ancor più posticcio di quanto fin lì promesso (e mantenuto). In effetti nella prima parte la camera delle torture vien decisamente sottutilizzata, mentre la sovraesposizione della svolazzante Podestà (produce il marito Vicario) nuoce gravemente alla salute del film. Non male Riviere e appropriati la governante Delli Uberti e ovviamente il servo di Lee.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La corsetta da criceto davvero fastidiosa di Rossana Podestà; le scene gore in b/n del pre-finale.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Myvincent 21/7/11 14:07 - 2314 commenti

Il solito maniero maledetto, questa volta sede di indicibili torture e strumenti di morte (come appunto la "vergine di Norimberga") utilizzati senza pietà dal "teschio umano" vivente. La trama è interessante, ma la resa orrorifica non è riuscita, offrendo alla fine uno spettacolo stancante. Rosanna Podestà si limitaper la maggior parte del tempo a fuggire, facendo svolazzare la sua sexy azzurra camicia da notte...
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Minitina80 9/3/15 9:05 - 1996 commenti

Di notevole impatto visivo; complice lo sfondo del castello, una fotografia intelligente e degli ottimi carrelli. Parte come un gotico classico, ma più si va avanti e più il termine è riduttivo. Inizia in sordina, quasi prevedibile, ma aumenta lentamente l’interesse fino all’epilogo (che non è buttato lì senza criterio o fine a se stesso). Nel complesso è talmente ben rifinito che non ci si accorge se porti con sé dei difetti.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Nicola81 14/9/13 13:20 - 1695 commenti

Primo gotico di Margheriti, che mostra subito quelle qualità che lo consacreranno tra gli specialisti del genere. Confezione eccellente, con una splendida fotografia di Pallottini e scenografie sfarzose. Anche la sceneggiatura, tradizionale punto debole di questi film, vanta qualche buona freccia al suo arco (vedi l'ambientazione moderna con riferimenti al nazismo e alla II guerra mondiale). Discreto Riviere, sprecato Lee, brava la Podestà, che riesce a essere sexy anche senza mostrare nulla. Datate invece le musiche di Ortolani. ***1/2.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La stanza degli orrori; Il costume del giustiziere; La gabbia con il topo; I flashback in b/n; Il finale.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Faggi 26/3/18 14:51 - 1408 commenti

Sulle note di Riz Ortolani, in un enorme e tetro castello (con camera di strumenti di tortura), Rossana Podestà si agita minacciata, Christopher Lee si muove ambiguo e una presenza misteriosa (fantasma o corpo?) brama sangue e abominio. Si aggiunga la iattura familiare e il gotico, cucinato con nobile artigianato dal maestro Margheriti, è servito. Niente per cui cadere in deliquio ma con la giusta disposizione, magari in una notte tempestosa di fitta pioggia, la visione può essere piacevole. Deliranti e simpatici gli ultimi quindici minuti.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Jena 10/7/19 20:53 - 1035 commenti

Margheriti gira un gotico più che buono, dal sapore decisamente baviano, ossia fiammeggiante di rosso e colori accesi. Non ha le intuizioni geniali dei migliori film di Bava ma in compenso ne guadagna come coerenza narrativa. Inoltre ibrida il classico gotico addirittura con gli esperimenti nazi e l'attentato al Führer e anche con il "Fantasma dell'Opera". Il tutto però funziona grazie alla regia (che tiene un buon ritmo) e dal gusto scenografico. Un paio di scene shock. Bene Riviere e la Podestà, un po' sprecato Lee come servitore sfregiato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inizio con l'inquietante Vergine di Norimberga; La tortura col ratto nella gabbia, gli strumenti di tortura del Giustiziere.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Von Leppe 24/2/14 13:23 - 941 commenti

Riuscito solo in parte, con una trama un po' scombinata ma che contiene alcuni spunti interessanti, mescolando vecchie torture medievali perpetrate dal classico boia incappucciato con gli orrori del nazismo e i suoi esperimenti folli. Buoni gli interni del castello, mentre gli esterni sono abbastanza scadenti e poco appropriati. Bravo Georges Riviere, non male Christopher Lee in un ruolo secondario; Rossana Podestà, invece, se ne va in giro per il castello non comunicando a pieno la tensione e la paura dovuti.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Bruce 22/1/09 9:12 - 927 commenti

Tra i gotici di Margheriti è forse il mio preferito. Rispetto a Danza Macabra vi è un diverso ritmo e funziona alla grande la originale combinazione con delle suggestioni tipicamente da thriller. Consueta cura per la fotografia e per le scenografie del tetro castello con gli antichi strumenti di tortura. Storia originale. Bella e brava Rossana Podestà. Sadismo sicuramente forte per l’epoca. Il mostro sfigurato mi ha ricordato il Dr. Freudstein della Villa di Fulci. Da vedere, sino all’evocativo finale.
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Maik271 13/6/14 12:05 - 436 commenti

Antonio Margheriti, sotto pseudonimo come in molte altre sue pellicole, si occupa pure della sceneggiatura in questo riuscito horror gotico affidando il ruolo di protagonista a una convincente Podestà. La storia è molto interessante anche per i ricorsi storici a cui rimanda (vedi seconda guerra mondiale), per la buona recitazione di un cast importante e per le buone musiche. Pur mancando di azione, come capita a tutti i gotici del periodo, si può considerare riuscito.
I gusti di Maik271 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Corinne 7/8/11 18:34 - 390 commenti

Bel gotico con tutti gli elementi d'ordinanza... personaggi ambigui, un maniero inquietante, una stanza degli orrori, inseguimenti nei sotterranei, dialoghi a tratti quasi teatrali. A distinguerlo da tanti, la risoluzione del mistero che cita nazismo e terribili esperimenti. Il tutto supportato da una bella fotografia e una colonna sonora adeguata. Sicuramente datato ma godibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il "teschio vivente", per una volta non un personaggio sfregiato dalle fiamme ma...
I gusti di Corinne (Giallo - Horror - Thriller)

Spectra 25/12/07 8:53 - 84 commenti

Horror gotico di buona fattura ed ottima la regia di Margheriti. Molto suggestivo, atmosfere azzeccate e sufficente dose di paura ne fanno una pellicola sicuramente da rivalutare. Sicuramente il film è un po' lento ma siamo negli anni "'60 e perdoniamo Margheriti. Discreto il cast.
I gusti di Spectra (Horror - Poliziesco - Thriller)