Cerca per genere
Attori/registi più presenti

THE IRISHMAN

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/11/19 DAL BENEMERITO COTOLA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Un film straordinario, quasi perfetto! a detta di:
    Cotola
  • Grande esempio di cinema a detta di:
    Tomastich
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Rocchiola
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Beffardo57


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 4/11/19 20:18 - 7082 commenti

E così Martin chiude la sua "trilogia" mafiosa. Lo fa in modo magistrale, regalandoci un film scorsesiano fino al midollo, nello stile, nei temi, negli sviluppi: bastano le primissime immagini, i primi minuti per capire che si è in un territorio protetto e meraviglioso: quello del grande cinema. Rispetto al passato "mancano" quella frenesia (ma in più di tre ore non ci si annoia mai) e quella violenza sfrenata che qui sono più contenute. Ma ciò non è un difetto e si adatta perfettamente ai toni crepuscolari e malinconici del film. Trio di attori super. Cinema classico come non se ne vede più.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inizio col piano di sequenza nella casa di riposo; "Pistola, aggredisci! Coltello, scappa!". .
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tomastich 5/11/19 7:59 - 1209 commenti

La storia di certa criminalità organizzata, la storia dell'America (Baia dei Porci, Kennedy): tutto è collegato nell'epopea narrativa e visiva di Martin Scorsese. Tutto è tenuto insieme da performance giocate tra il puro realismo e il sogno del realismo digitale (fin troppo invasivo), tra malinconia e tentativi di redenzione in extremis. Quello di Scorsese, pur nella sua popolarità - oggi ovviamente meno che 35 anni fa - è un cinema degli eccessi che ti prende per sfinimento o per fascinazione. E' uno dei pochi, uno degli ultimi.
I gusti di Tomastich (Animali assassini - Horror - Thriller)

Rocchiola 6/11/19 10:52 - 678 commenti

Il tanto pubblicizzato ritorno di Scorsese al mafia-movie non risolleva una carriera in declino irreversibile. Certo meglio dei film con Di Caprio ma comunque distante dai capolavori passati, è un film lungo, lento e a tratti noioso che sconta un’estetica di stampo para-televisivo. A mancare è soprattutto quel flusso ininterrotto e frenetico di musica e immagini che era il tratto distintivo di Quei bravi ragazzi e Casinò. E anche i vecchi amici De Niro e Pesci rivestono stancamente i cliché del genere, ormai pronti per la pensione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Quando ero giovane pensavo che fossero gli imbianchini a dipingere le case".
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)

Beffardo57 6/11/19 12:15 - 249 commenti

L'ultimo Scorsese non aggiunge purtroppo nulla alla straordinaria filmografia del regista. E i suoi attori prediletti fanno il verso a sé stessi. La durata, poi, è assolutamente sfiancante anche per uno spettatore appassionato e gli esiti della tecnologia digitale di ringiovanimento dei protagonisti molto discutibili e artificiosi, quasi come un trattamento con il botox. Geriatrico.
I gusti di Beffardo57 (Commedia - Drammatico - Thriller)