Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL SEMINARISTA

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/10/19 DAL BENEMERITO BUIOMEGA71

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Buiomega71


Buiomega71 16/10/19 1:07 - 2066 commenti

Un austero ritratto del mondo seminarista che apparenta il film a Thérèse (lì le suore, qui i sacerdoti) con un occhio al cinema di Pasolini e Bellocchio (la pantomima sacrilega del vescovo in classe), tra lucertole fulciane prese di mira, onanistici peccati della carne in doccia con una fotografia osè, La magnifica preda proiettato "velatamente" come in Nuovo cinema Paradiso e Marilyn Monroe che si palesa, a colori, in carne e ossa come tentazione erotica al pretino. Qualche scivolone nella retorica non inficia il rigore formale di un'opera a suo modo coraggiosa.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo spaccio dei calendarietti profumati con donnine succinte; Vomitando le barbabietole; Davanti ai manifesti della Dolce vita e di Universo proibito.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)