Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SCARY STORIES TO TELL IN THE DARK

All'interno del forum, per questo film:
Scary stories to tell in the dark
Titolo originale:Scary Stories to Tell in the Dark
Dati:Anno: 2019Genere: horror (colore)
Regia:André Øvredal
Cast:Zoe Margaret Colletti, Michael Garza, Gabriel Rush, Austin Abrams, Dean Norris, Gil Bellows, Austin Zajur, Natalie Ganzhorn, Lorraine Toussaint, Kathleen Pollard, Deborah Pollitt, Victoria Fodor, Marie Ward, Mark Steger, Javier Botet
Note:Basato sui tre libri "Scary Stories to Tell in the Dark" scritti da Alvin Schwartz e illustrati da Stephen Gammell nell'81, '84 e '91.
Visite:365
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/10/19 DAL BENEMERITO HERRKINSKI
PROSSIMAMENTE: un nuovo commento (firmato DANIELA) a questo film verrà pubblicato il giorno 21/11/19 alle 10:00


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Herrkinski 14/10/19 15:08 - 4485 commenti

Ispirato a una serie di libri horror per ragazzi non dissimile da "Piccoli Brividi", il film ne conserva l'atmosfera risultando un lavoro destinato perlopiù a un pubblico d'adolescenti; è comunque ben fatto, dall'affascinante ambientazione nel '68 fino alle varie storie raccontate, quasi una sorta di antologia a episodi legati da una vicenda comune a cavallo tra ghost-story e vecchie leggende locali. Molto valida la fotografia, notevoli gli SPFX, bravo il gruppo di giovanissimi attori; meno infantile del previsto, può piacere anche agli adulti.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Rambo90 29/10/19 21:57 - 5941 commenti

Fiacco. Seppur curatissimo in confezione ed effetti speciali, il film non decolla mai, ripetendo la stessa formula fino alla fine di una sceneggiatura non troppo fantasiosa, che affastella ricerche piene di buchi logici giusto come collante tra un mostro e l'altro (questi sì efficaci). Ci sono un paio di sequenze tese e i ragazzi protagonisti se la cavano molto bene, ma per stupire ancora in questo genere servono idee vere. Mediocre.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Il ferrini 9/11/19 23:14 - 1512 commenti

Modesto frullato di stereotipi horror: il fantasma della ragazzina ripudiata dai genitori come in The ring, ma ci sono anche tracce di King (il ragazzo nel labirinto di grano, vedi Nell'erba alta) e poi insetti sotto pelle, zuppe con dita umane, insomma tutto il campionario. Di positivo ci sono sicuramente gli effetti speciali e dei bei movimenti di macchina, mentre fotografia e montaggio sono piuttosto anonimi. I ragazzini se la cavano ma non brillano certo per originalità, sprecatissimo Dean Norris ridotto a poco più di una comparsa.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Tomastich 2/11/19 11:32 - 1209 commenti

Dispiace veramente molto non dare la sufficienza piena a un prodotto così tanto atteso e comunque molto curato. Ormai, purtroppo, la Netflixizzazione dell'estetica ha raggiunto anche il grande schermo anche quando di mezzo c'è un produttore come Del Toro. Øvredal se la cava - da non perdere il suo Autopsy - ma il modo in cui i ragazzi interagiscono con i luoghi, le persone e le avversità fanno crollare tutto il castello; inoltre, anche gli accenni al Vietnam e a Nixon sono accennati in un modo (per i ragazzini) incomprensibile.
I gusti di Tomastich (Animali assassini - Horror - Thriller)

Digital 25/10/19 11:36 - 1063 commenti

Gradevole horror che riesce a instillare quella giusta dose di brividi senza strafare particolarmente nei jumpscare. Da premiare la scelta di ambientarlo alla fine degli Anni Sessanta, il che permette al film di avere un interessante parallelismo con la politica di quel tempo e, soprattutto, evita il ricorso alla tecnologia moderna (vera pietra tombale per gli horror). Il cast, poi, sebbene giovane e poco noto, risulta di una certa preparazione attoriale. Nel finale scade lievemente nel ridicolo, ma nel complesso si può dire riuscito.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)