Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/9/19 DAL BENEMERITO DIGITAL

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Ryo, Lou
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Digital


ORDINA COMMENTI PER:

Ryo 23/9/19 22:04 - 1926 commenti

Dal trailer sembrava un film centrato su un bimbo con la sindrome di Down. Errore: quello è solo il contorno. La storia riguarda invece un ragazzino normodotato che si vergogna di far sapere agli amici di avere un fratellino con un cromosoma in più. Il film è altalenante perché passa da scene dai contenuti interessanti ad altre che spiazzano per la loro banalità. Perde l'occasione di insegnare qualcosa in più su questo tema concentrandosi su dinamiche di coppia adolescenziali nemmeno in maniera originale.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Digital 7/9/19 10:36 - 1071 commenti

Un film che ha come spunto il non dover raccontare in giro di avere un fratello diversamente abile per conquistare la ragazzina di turno sarebbe già da bocciare a prescindere; se poi ci mettiamo una storia ricattatoria fino al midollo e una regia che si potrebbe equiparare a quella di un episodio di Don Matteo, realizziamo di aver visionato una pellicola non solo di scarso valore, ma anche moralmente inaccettabile. Il cast, poi, che si divide tra un Gassmann al minimo sindacale e anonimi giovani (alquanto irritanti), sferra la stoccata definitiva.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)

Lou 18/9/19 16:59 - 844 commenti

Tratto dall'omonimo libro autobiografico del giovane Mazzariol, il film di Cipani è indicato per sensibilizzare i giovani sul tema dell'accettazione dei "diversi", in questo caso il fratello del protagonista affetto dalla sindrome di Down. Le soluzioni narrative adottate sono molto elementari, al limite della banalità, pur con qualche idea originale (come le riunioni famigliari nel parcheggio del supermercato). Nel complesso un film per ragazzi istruttivo ma con troppe semplificazioni.
I gusti di Lou (Avventura - Azione - Drammatico)