Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UN'ALTRA VITA - MUG

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/4/19 DAL BENEMERITO DIGITAL

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Davvero notevole! a detta di:
    Daniela, Digital
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Galbo
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Kinodrop


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 15/8/19 7:19 - 11144 commenti

Un film polacco che affronta il tema della diversità e nello stesso tempo rappresenta un potente atto di accusa del regista nei confronti della società più chiusa del proprio paese. Funziona la metafora del trapianto facciale come notevole mezzo di estraniamento e contemporaneamente come opportunità per cambiare l'esistenza e vivere secondo le proprie naturali inclinazioni. Dove il film difetta è in una certa mancanza di ritmo che lo fa girare a tratti "a vuoto". Ottime ambientazioni e prove degli attori. Un buon film.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Daniela 10/8/19 2:33 - 8727 commenti

Jacek è un bel ragazzo con i capelli lunghi che ama la musica heavy metal e sogna una vita diversa rispetto a quella conformistica di chi lo circonda. La statua di Cristo alla cui edificazione sta lavorando compie paradossalmente il miracolo sperato: a seguito di un incidente sul lavoro, il volto deturpato di Jacek deve essere sostituito col volto di un altro e lui diventa un estraneo nella sua terra, respinto dalla ragazza amata e dalla madre che lo ritiene "posseduto". Bel film, sarcastico e crudele, in cui il "diverso" è la cartina di tornasole di una provincia polacca bigotta ed ipocrita.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La sequenza iniziale con la corsa ai saldi degli aspiranti acquirenti coperti solo dalla biancheria intima; le sequenze in tv .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Kinodrop 11/10/19 20:13 - 1304 commenti

I temi esposti dalla regista polacca sono tanti (dal bigottismo religioso alla chiusura sociale, alla diversità e al desiderio di lasciarsi alle spalle il tutto), ma trattati un po' a tesi e senza una sintesi di insieme. Il trapianto del volto dello sfortunato Jacek innesca reazioni opposte legate solo da una religiosità retriva ed escludente, presa di mira in modo lucido e paradossale (il gigantesco Cristo che "ingloba" il protagonista e l'esorcismo). L'inizio sembrava promettere una scossa critica che si è poi diluita nel timore di dire troppo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La fiat 126 "thrash metal"; La statua mal orientata.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Digital 25/4/19 10:17 - 1089 commenti

Jacek, mentre sta lavorando a un'imponente statua di Cristo, subisce un grave incidente. Salvato per miracolo, rimane sfigurato al viso: quali saranno le conseguenze? Bel film polacco che, pur andando a pescare tra tematiche già ampiamente esplorate (il diverso che deve relazionarsi con gli altri e diventa sorta di fenomeno da circo), ha il merito di catturare sin dalle prime inquadrature, con una regia elegante tipicamente da Sundance. Kosciukiewicz è da elogiare sia da bello che da sfigurato; buono anche il cast di contorno. Notevole!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il ballo con in sottofondo la canzone di Gigi D'Agostino L'amour toujours.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)