Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DOMANI è UN ALTRO GIORNO

All'interno del forum, per questo film:
® Domani è un altro giorno
Dati:Anno: 2019Genere: drammatico (colore)
Regia:Simone Spada
Cast:Marco Giallini, Valerio Mastandrea, Anna Ferzetti, Fabrizia Sacchi, Andrea Arcangeli, Stefano Fregni, Alessandra Carrillo, Pietro Ragusa, Renato Scarpa
Note:Remake di "Truman - Un vero amico è per sempre" (2015).
Visite:502
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/2/19 DAL BENEMERITO RAMBO90

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 10/3/19 6:52 - 11009 commenti

Autore di Hotel Gagarin, Simone Spada realizza un remake di un bel film argentino, lasciandone immutata la struttura e combinando solo le ambientazioni. Impossibile evitare la commozione, ma il regista riesce ad evitare le trappole dei toni compassionevoli con un tono malinconico e grazie sopratutto alla bravura dei due interpreti, Giallini e Matandrea che portano sullo schermo la loro reale amicizia e mostrano un ottimo feeling reciproco e con i loro personaggi. La loro buona prova e l’elemento principale della riuscita del film.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Capannelle 14/6/19 23:13 - 3588 commenti

Tema delicato (ma sempre nella commedia rimaniamo) stemperato dalla verve dissacrante di Giallini in un film che Spada confeziona con cura tecnica e riservando volutamente la scena ai due protagonisti, ben affiatati anche se il carattere di Mastandrea risulta un po' fagocitato dall'altro. Si segue bene anche se non riserva colpi di scena o sequenze memorabili.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Rambo90 28/2/19 22:32 - 5972 commenti

Straordinario duetto d'attori, assecondati da una sceneggiatura ben calibrata tra dramma e commedia, che riesce a evitare i facili patetismi insiti nell'argomento. Il rapporto tra i due sembra autentico, l'ombra della morte ben presente senza calcare troppo la mano e le varie battute a stemperare sono offerte con una naturalezza che strappa puntualmente il sorriso. Interessante anche la figura della Ferzetti, regia che segue i due mattatori con eleganza riuscendo a dare il giusto ritmo ai quattro giorni dell'arco narrativo. Ottimo.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Paulaster 26/6/19 10:05 - 2399 commenti

Coppia di vecchi amici passerà insieme dei giorni che potrebbero essere gli ultimi. Un tema crudele come il cancro, che porta via gli affetti e chi sta vicino non trova le parole. Sceneggiatura che non la mette sul pietoso e spazia dall’humor nero al cinismo, dalla lotta all’ipocrisia al realismo (il licenziamento). Ci sono dei buoni momenti ma mancano i picchi sia di pathos che di tragico umorismo. Giallini è meglio quando fa il serio (pur non riuscendo a emozionare); Mastandrea fa la spalla devota.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il punto di vista del cane; “È la prima volta”, alle onoranze funebri; La sorella che se ne va dalla cena.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Gabrius79 14/10/19 0:22 - 1127 commenti

Remake di un film argentino, ha risultati più che discreti dovuti per lo più alla bravura di Giallini e Mastandrea, che si compensano e amalgamano dando spessore ai rispettivi personaggi. Nella pellicola si evita di cadere nel facile patetismo essendoci lo spettro della morte come filo narrativo e a volte si cerca di compensare con qualche sorriso talvolta un po' cinico. Buona prova per la Ferzetti che fa da spalla ai protagonisti. Bene la regia di Spada. Forse si sarebbe potuto dare qualcosa di più, per rendere il film memorabile.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Bubobubo 20/5/19 23:06 - 897 commenti

Davvero un peccato che questo sia "solo" un remake di un recente film argentino (peraltro da noi distribuito regolarmente) e che il giudizio vada ricalibrato di conseguenza: la storia, semplice e toccante (sebbene lontana dal dramma di un, diciamo, Euforia), gira attorno a una coppia di protagonisti - l'istrionico Giallini, il remissivo Mastandrea - la cui evidente alchimia fa da sola più di metà del soggetto. Buona anche la scrittura dei personaggi secondari, mentre la regia di Simone Spada è anonima e scolastica.
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)